Polpettine vegetali crudiste

628
3

Polpette crudiste (2)

Polpette crudiste (1)

Per questa ricetta interamente vegetale, e crudista, abbiamo usato ;

mezza carota,

mezza zucchina,

la meta di un spicchio d’ aglio ,

20 gr. di farina di mandorle,

un pizzico di sale (ma se volete evitatelo),

un poco di prezzemolo.

 

 

Modo di fare:
Grattugiare tutte le verdure, aggiungere la farina fine con cui poi fare le palline.

Per il sugo abbiamo frullato 1 pomodoro con olive,  un poco pizzico di sale,  olio di oliva a piacere.

 

Ecco la versione che invece abbiamo presentato alla cena crudista del rosso e verde

Polpette crudiste (3)

Raw Food

Ubuntu Fruit
CONDIVIDI
Articolo precedente“Amore di primavera”
Articolo successivoLiberamente scalzi

Luca Speranza, ricercatore e studioso di vita Naturale, benessere olistico e spiritualità. Sperimento e applico su di me, rimedi e sistemi semplici per ottenere o recuperare salute e benessere. Promuovo il Bio Movimento, alimentazione Fruttaliana (frutta e vegetali), scelte ecologiche e spiritualità attiva.
Fondatore del progetto Ubuntu-Fruit, per la Rievoluzione armonica umana.
Personal training, istruttore di Atletica leggera, Insegnante di autodifesa e Pancrazio. Master BMR (Bio Movimento Rievolutivo)
Gestisco anche i siti www.innerclean.it e www.fruitness.it

3 COMMENTI

  1. Salve,

    Onestamente, non credo che questo tipo di ricette sia un passo in avanti verso una dieta piu’ naturale nel rispetto del proprio corpo. Sicuramente meglio dei McDonald o delle polpette surgelate comprate al supermercato…ma poco ci vuole.

    L’aglio supertossico, il sale non tanto meno tossico, magari anche la carota cosi’ “asciutta” e con delle fibre alquanto dure ed in infine le mandorle con il lor grasso e sicuramente incompatibili con i carboidrati (quindi la carota) rappresentano un limte sostanziale.

    Crudo non vuol dire necessariamente piu’ sano in tal caso. Credo sia piu’ salutare, in un periodo di transizione, far bollire (o meglio, cuocere al vapore) dei broccoli, dei cavolfiori, la stessa zucchina ed eventualmente, per un maggior senso di sazieta’, aggiungere anche delle zucche (zucca tradizionale, zucca gialla, zucca siamese, zucca tromba etc.) od anche delle patate (bianche, gialle o dolci) cercando con il tempo di diminuire le zucche e patate.

    Insomma, tendenzialmente tra i crudisti piu’ “evoluti” negli USA ed in Europa c’e’ una tendenza a favorire il lessato o cotto al vapore piuttosto di includere sostanze tossiche come l’aglio o le spezie. Io credo, anche per esperienza personale, che questo approccio, limitatamente per la fase di transizione, abbia piu’ senso.

    Grazie!

  2. Sono ricette di transizione …come dici anche tu; molto meglio che i cibi dei fast food o di altri alimenti errati.
    Sono fasi di alimentazione che possono essere utili per alcuni, ed è giusto mostrare che esiste un mondo di ricette fatte solo con vegetali.
    Poi il sale si può evitare benissimo con tanti sostituti naturali, oppure semplicemente omettendolo.
    Sul crudismo salutare, è qualcosa che è giusto cercare e promuovere.
    Come dico spesso, il top della semplicità delle ricette, è il frutto colto e mangiato a morsi; per arrivare/tornare in modo normale e continuativo a questo livello bisogna farlo gradualmente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here