Malattie stagionali: influenza catodica, muco telegenico e bugiardino isolato

105
0

In questi freddi giorni invernali capita a molti di crogiolarsi sul divano con vicine le persone a noi più care per propiziarci l’anno più atteso e discusso di tutti i tempi.
Insieme agli scintillanti presenti natalizi, gli scoppiettanti botti colorati e le gioiose urla dei componenti più piccoli della famiglia, c’è un’altra cosa che caratterizza le libagioni e i cenoni: la pubblicità dei medicinali.
Fioccano pubblicità di antispasmodici, antinfiammatori, mucolitici e antinfluenzali.
Ti brucia lo stomaco? Eccoti la pillola che ti fa passare il bruciore.
Ti fa male l’intestino o non riesci ad andare in bagno? Eccoti la supposta decongestionante.
Hai la tosse? Sciogli il catarro con questo sciroppo da oggi anche in compresse.
Hai il naso chiuso? Inspirati questo tubicino miracoloso.
Hai sintomi dell’influenza? Nessun problema con la pasticca effervescente.
Tutti raccomandanti di attenta lettura del foglietto illustrativo perché “possono avere effetti secondari anche gravi”.
<

E’ ovvio che basterebbe poco a capire che c’è il trucco, ma il telebeota è troppo immerso nel suo mondo di problemi da scongiurare e feste da preparare per stare lì a pensarci!
In fondo sono malanni di “stagione”…

Vedete come veniamo ingannati con le parole?

Ci servono delle soluzioni per problemi che non dipendono da noi ma dalla brutta stagione che porta con se virus orientali e freddo polare che “entra nelle ossa”.

In passato mi chiedevo: ma se è vero che i virus sono costretti ogni anno a mutare la loro forma per riuscire ad attaccare l’uomo, com’è possibile che poi ci sia sempre  uno e un solo virus a stagione? Come mai i virus non attaccano tutti insieme? Prendono il numerino? Quest’anno tocca alla pechinese, quindi tu che sei cinese riprova il prossimo anno. Tu che sei aviaria, se paghi bene ti faccio passare avanti tutti altrimenti ho già un’offerta dalla suina.

E come mai sempre nello stesso periodo dell’anno? Hanno un calendario?
Infatti i medici addirittura la prevedono! Sanno già quando arriverà e come si chiamerà! Li senti dire con sicumera: “siete pregati di vaccinarvi entro il 5 di gennaio, perché è in arrivo il virus cattivo che vi farà stare tutti a letto con febbre e mal di pancia”; soprattutto anziani e bambini perché, si sa, iniettare veleni conservati con metalli pesanti ci proteggerà dalle malattie.

Scherzi a parte…

Ma davvero a nessuna “persona media” viene in mente che tutti questi malanni di stagione siano correlati alle vacanze natalizie e alle pantagrueliche scorpacciate?

Che la mescolanza di cibi non idonei alla salute umana siano la causa di una sovrapproduzione di muco, ad esempio?
Che l’acidità è indotta da cibi animali e grassi?
Che la perdita di muco dal naso sia sintomo di costipazione?
Che i sintomi influenzali significhino “brutto idiota, visto che tu mi immetti veleni, io ti blocco l’assorbimento intestinale (diarrea), mi pulisco tramite il sangue (febbre e mal di testa) e mi decongestiono come posso (tosse mucosa, infiammazioni alla gola, etc)?

Sono tutte riflessioni che le persone più esperte in alimentazione naturale conoscono già, ma il messaggio è diretto soprattutto a chi si avvicina alla salute solo quando vi è la problematica in corso e che cerca soluzioni semplici e naturali.
Proprio come chi in questi giorni sarà vittima dei suddetti italici errori…

Perché i medici non dicono queste cose? Perché le pubblicità non dicono, prima di tutto, che la causa del bruciore di stomaco è la conseguenza di scelte alimentari sbagliate? Poi potremo essere lo stesso liberi di decidere di mangiare senza senso e curarci con la pillola dei “pompieri” ma almeno potremmo avere la possibilità di scegliere un’alternativa meno dolorosa, no?

L’inganno è molteplice. Perché grazie alle continue vaccinazioni antinfluenzali produrranno nel tempo persone sempre più malate e sempre più dipendenti dai loro prodotti, dalle loro parole, dalle loro decisioni.

Che le malattie derivino per la maggior parte da scelte alimentari è un fatto molto ben conosciuto dalla medicina e che viene tenuto nascosto. Già Ippocrate molti anni prima di Cristo sapeva che il cibo era causa di malattia e metodo di guarigione e con lui tutti i suoi contemporanei.
Medici e filantropi come Gerson, Shelton, Ehret e tantissimi altri, lo ribadivano 100 anni fa e i loro metodi di cura sono stati migliorati e praticati ancora oggi preservandone l’essenza.

Da quando la scienza moderna ha iniziato a prendere piede, migliaia di medici in tutto il mondo prescrivevano prima di tutto diete e comportamenti salubri per ritornare in salute. E’ solo dallo scorso secolo che la farmacia ha iniziato la sua opera di propaganda e si è posta l’obiettivo di medicalizzare tutto e tutti.
Le persone credono che la scienza medica sia sempre stata così ma non è vero e la storia ne é testimone.
Che i vaccini siano inutili e dannosi è cosa facilissima da dimostrare ma pochissimi sono disposti a vedere questi dati e continuano a credere alla storiella del virus stagionale.

Chiedo a tutti, e soprattutto ai più esperti, di aiutare i teledistratti a spegnere il fiume della disinformazione ed accendere il desiderio di imitare le migliaia di persone che si sono autocurate e si mantengono in perfetta salute esclusivamente applicando un régime di vita più in linea con la natura.

Questi punti, spiegati in maniera semplice e al tempo stesso precisa, sono trattati nel libro Fruttalia.

 

 Silvio Sciurba

 

Se vuoi approfondire maggiormente o se vuoi lasciare un commento, fallo pure qui nello spazio apposito del forum .

Raw Food

Ubuntu Fruit