Magrezza

168
8

Chiunque si avvicini al mangiar crudo, al fruttismo, o una qualsiasi dieta naturale, deve fare i conti con la magrezza.

E’ impressionante come sorgano allarmismi, ansia o anche solo turbamento nel vedere il proprio corpo perdere peso, volume e curve.

Per le persone sovrappeso sarebbero tutti effetti auspicabili, ma per quelle magre, è come se fosse oltrepassata la soglia “accettabile” ed iniziano a fare di tutto affinché questo processo si arresti.

Perché tutto questo? Perché essere magri mette a disagio?

Il problema è meramente psicologico: l’immagine che vediamo allo specchio, non parla più di noi, non riflette il “macho” o la “femmina” che attira ed affascina, per non parlare delle paura di diventare anoressici, come “la modella che mangiava solo uno yogurt a settimana”, dimenticandosi selettivamente di dire che faceva uso di stupefacenti, pseudo-schiava del business-system, etc.

Oppure potremmo essere scherno dei nostri paffuti amici ed attirare le critiche dei nostri panciuti parenti.

Il nostro corpo è magro, siamo fatti così. Il fatto che si diventi “troppo magri” è perché viviamo una vita pigra, molle, senza esercizio fisico. Non possiamo lamentarci se, una volta tolte le sostanze in eccesso, si rivela l’obiettiva verità di un corpo che non è allenato.

Il corpo umano, è progettato per arrampicarsi (per mangiare), fare brevi corse (per fuggire/soccorrere), sollevare e spostare pesi (per interagire con lo spazio intorno), e nella cosiddetta civiltà, questo non è più fattibile.
Due braccia che spingono un carrello per procacciarsi il cibo, automobili per andare in ogni dove, tecnologia per fare tutto: ci stupiamo ancora quindi se si diventa “troppo” magri?

La maggior parte del volume in eccesso del nostro corpo, è formato da acqua e catene lipidiche che trattengono sostanze tossiche.

L’eliminazione di tali scorie è attuata con la diluizione in acqua e l’espulsione attraverso il sistema urinario, il sudore, l’alito, etc.

Questo è il motivo per cui “ci si asciuga”…

L’unico modo per ottenere un corpo armonioso è il costante esercizio fisico, una buona respirazione ed una ottimale esposizione ai raggi solari.

Con un corpo allenato e tonificato, non saremo “troppo magri” ma “belli magri”.

Come fare quindi per superare l’ansia da eccessiva magrezza?

Intanto comprendere che è un passaggio fisiologico obbligatorio perché stiamo pagando lo scotto di un’alimentazione errata.

Inoltre, essendo un problema esclusivamente psicologico, dobbiamo rimanere sereni perché sappiamo che esiste la soluzione.

E per concludere… buon allenamento a tutti!

Silvio Sciurba


Ubuntu Fruit

8 COMMENTI

  1. Sono passato da 94 a 75 kg … tutti stressano fatti vedere, fai degli esami, denutrito, ora basta dimagrire, come se ci fosse un tasto per lo stop. Io mi guardo allo specchio e mi piaccio, sto bene fisicamente ed ho molte più forze di prima.

  2. Salve a tutti!
    chi da il benvenuto alla magrezza, solitamente proviene dal sovrappeso e saluta con incontenibile piacere la perdita di peso a cui va in contro.
    Il mio percorso è diverso, ho lottato tutta la vita con l’eccessiva magrezza e ora (53 anni) tentando di percorre con voi questa via, vedo aggravarsi la mia situazione. Purtroppo non si trova facilmente con chi condividere questo tipo di problema.
    Mi affaccio per la prima volta al forum. Qualcuno ha gia o sta vivendo questa difficoltà?
    Matteo

  3. Leggendo i vostri pareri e le vostre esperienze mi sento proprio nel gruppo giusto.
    Voglio tornare felice e magra.
    Seguirò il gruppo, voglio farcela di nuovo a sentirmi pulita, leggera e serena!
    Una meravigliosa domenica a tutt*

    Emiliana

  4. Articolo interessantissimo e molto utile per arginare la marea di allarmismi, critiche e incomprensioni a cui si va incontro quando il fruttarismo elimina il superfluo, mostrandoci per quello che siamo. Grazie !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here