Condimenti sassariani o pietrivori da rocce e cristalli

519
2
Cristalli di sale raffinato
Cristalli di sale raffinato

Il titolo  è volutamente provocatorie e per far riflettere su quello che ingeriamo,  di solito senza pensare,  e si ispira all’articolo pubblicato qualche tempo fa  sul blog Lercio.it

Dopo vegani e fruttariani arriva la filosofia di vita definitiva: i “Sassariani”

Quindi semplicemente, parliamone sopra,  un poco più seriamente e senza estremismi,vediamo di approfondire l’argomento:

Assumere pietre e sassi, seppur minuscoli è un processo che fa parte del nostro reale stato di condivori  (citaz. articolo: L’uomo è condivoro) , specie per dare sapore a cibi non adatti, che altrimenti difficilmente mangeremmo, e quindi creare una stimolazione salivare che faciliti la predigestione del nuovo cibo.

Che vi faccia strano lo capisco, anche io non ci ho mai riflettuto durante i miei decenni di inconsapevole “mangiatore seriale” …..E’ molto ovvio, ma chi propone alimenti conservati o è inconsapevole a sua volta, o è intenzionato a nascondere questa realtà per fini commerciali.

Dobbiamo quindi sapere, che chi consuma sale  in realtà sta assumendo nel corpo sostanza inorganiche, cristalli sassi, pietrine, …..si magari minuscole, appartenenti più  al mondo minerale che vegetale. Lo zucchero invece, che proviene da fonti vegetali (canna o barbabietola)  diventa cristallizzato, dopo la lavorazione. E se poi pensiamo anche a come viene sbiancato con polvere di calce, e andride solforosa, possiamo immaginare quanto sia poco biologicamente affine alla nostra digestione. Un materiale cristallizzato quindi, inadatto e  bio-energeticamente molto impegnativo da gestire per il corpo umano, in quanto è un elemento scisso a cui sono state  tolte tutte le combinazioni bio-organiche che aveva nella pianta stessa. L’estrazione dello zucchero da un vegetale è il procedimento inverso che fa l’uomo rispetto a quello che della natura, in cui le radici lo assorbono e metabolizzano invece dal terreno. Quindi da organico, il prodotto industrializzato lo ritrasforma in minerale inorganico.

I vegetali assumono i minerali necessari direttamente dal terreno, mentre i viventi di genere animale devono procurarseli nutrendosi di altri vegetali(erbivori, frugivori)  od animali(carnivori). Noi siamo stati concepiti per assumere alimenti provenienti dal mondo vegetale, e non minerale.

Una pianta, un albero attraverso le loro radici,  estraggono, assorbono, metabolizzano e trasformano dalla terra, i minerali che incontrano  e li rendono biologicamente disponibili per noi e altri animali fruttaliani  che si cibano di frutta e vegetali.  Ed è per questo che credo che l’albero sia il vero miglior amico dell’uomo come scrissi nell’articolo sugli alberi: Lode all’albero !

alberi e radici

 

Noi consigliamo sempre cibi naturali,  frutta e vegetali, freschi naturali biologici a km zero, in modo che il corpo riesca a estrarre da se quello che gli serve, ottimizzando quindi le energie relative agli scarti prodotti, che saranno molto meno,  ed anche  più facilmente gestibili  dal nostro corpo con meno dispendio energetico.

Purtroppo viviamo in una società in cui sale e zucchero si aggiungono artificialmente in quasi tutti i cibi che conosciamo, e non pensate di essere esenti dall’ assumere questi additivi minerali,  perchè spesso sono presenti in molti alimenti in modo insospettabile, sopratutto pre-confezionati.

E quindi a questo punto vediamo cosa succede nel corpo :

La gestione di queste minuscole pietrine, richiede un quantitativo extra di liquidi per poterle sciogliersi, diluirsi, e poi ancora liquidi per eliminarle drenarle. Quindi immaginate l’aumento di energie che dobbiamo disporre per un lavoro extra come questo.

Acqua, succhi, estratti o altri liquidi, aiutano in questo processo.

Per chi ancora fosse dipendente di questi alimenti ci sono molte alternativa più naturali come il sale “vegetale” di sedano ricco in minerali già elaborati dalle radici della pianta.

Oppure le alghe naturalmente ricche in sali che sintetizzano dal’acqua

Mentre per gli zuccheri suggeriamo la transizione con frutta essiccata come dolcificante(per esempio l’uva passa o i datteri per i frullati.

Le soluzioni transitive verso la sola frutta o vegetali in forma semplice e naturale, sono molte altre, se volete potete commentarle o scriverle nel nostro forum qui.

Grazie a tutti

Raw Food

Ubuntu Fruit
CONDIVIDI
Articolo precedenteConferenza sull’alimentazione fruttariana e Bio Movimento
Articolo successivoCondivisione e cooperazione fruttariana
Luca Speranza, ricercatore e studioso di vita Naturale, benessere olistico e spiritualità. Sperimento e applico su di me, rimedi e sistemi semplici per ottenere o recuperare salute e benessere. Promuovo il Bio Movimento, alimentazione Fruttaliana (frutta e vegetali), scelte ecologiche e spiritualità attiva. Fondatore del progetto Ubuntu-Fruit, per la Rievoluzione armonica umana. Personal training, istruttore di Atletica leggera, Insegnante di autodifesa e Pancrazio. Master BMR (Bio Movimento Rievolutivo) Gestisco anche i siti www.innerclean.it e www.fruitness.it

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here