Miele

Tutto ciò che riguardo la salute e il benessere attraverso nutrizione, movimento e rimedi semplici e naturali
La "La verità è sempre semplice !" Cerchiamo assieme sulle soluzioni più efficaci e naturali per un benessere e salute con buonsenso e semplicità. (BS2)
Rispondi
timburton
Messaggi: 100
Iscritto il: 14/05/2012, 19:19

Miele

Messaggio da timburton » 09/08/2012, 13:19

In Fruttalia il miele viene abolito per ragioni legate all'etica (penso allo sfruttamento delle api) e anche al fatto che non faccia bene (per la resina che contiene). In molte occasioni sui siti vegani/vegetariani/crudisti il miele viene visto come la panacea di molti disturbi. La verità sta nel mezzo? oppure è proprio conclamato (nel sottobosco in cui ci troviamo :)) e quindi da evitare?

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: Miele

Messaggio da Silver » 09/08/2012, 21:36

Il miele è una sostanza molto buona al palato ed ha un'azione molto particolare nel nostro corpo. e te lo dico da ex apicultore.
E' un prodotto che crea acidità e questo lo puoi sentire da solo se ne mangi in abbondanza.
Ma come tutti i prodotti dell'alveare, è molto stimolante per il nostro corpo e funziona da medicina, ed è anche molto potente e veloce.
Per anni ho usato la propoli che facevo io...

Poi è anche vero che il miele non è sempre uguale perché dipende dal tipo di fiori e resine che hanno raccolto le api.

In definitiva è un medicamento che crea acidità. MEglio sicuramente delle droghe legali ma non proprio l'ottimale.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

timburton
Messaggi: 100
Iscritto il: 14/05/2012, 19:19

Re: Miele

Messaggio da timburton » 16/08/2012, 13:09

Grazie mille per la conferma! insomma, non sembra ma è meglio evitarlo :)

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Miele

Messaggio da Luca » 24/08/2012, 21:16

timburton ha scritto:Grazie mille per la conferma! insomma, non sembra ma è meglio evitarlo :)
Si tim, usa sempre il buon senso, pensa che in natura le api non lo fanno per noi il miele.....allo steso modo in cui una mucca fa il latte per il suo vitellino e non per noi..... ;)
E questo ti può far pensare quanto non sia adatto al nostro organismo...
l'effetto che fa è stimolante per alcune funzioni...ma è come il caffè stimola all'inizio ma poi acidifica.

Quindi, fai conto che prima lo abbandoni e meglio è..farai felici le api, il tuo corpo, e l'equilibrio meraviglioso della natura...se proprio vuoi quel tipo di alimento esistono dei prodotti simili come l'agave ;)
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

stefanotorcellan
Messaggi: 206
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Miele

Messaggio da stefanotorcellan » 29/09/2012, 8:43

Ciao a tutti, per quanto riguarda il miele, ALBERT MOSSERI' scrive:
" IL MIELE è privo di sali minerali e vitamine, qualunque cosa se ne dica.
E' TROPPO CONCENTRATO E ACIDIFICANTE, preso regolarmente, provoca una CONGIUNTIVITE CRONICA e alla lunga, la CADUTA DEI CAPELLI.
E' al pari degli zuccheri bianchi o rossi un POTENTE STIMOLANTE che deprime in seguito."

Sulla STIMOLAZIONE, uno dei più illustri pionieri dell' IGIENISMO americano, il Dr. RUSSELL THACKER TRALL, nel 1871 HA SCRITTO:
- " UNA NUTRIZIONE PURA E PERFETTA implica l' assimilazione dei materiali nutritivi nelle strutture del corpo, SENZA LA MINIMA ECCITAZIONE, nè minimo disturbo o impressione di ogni tipo che si possa chiamare STIMOLAZIONE"


E' questo un fatto fisiologico d' importanza capitale nel campo della nutrizione.
In effetti, poche persone sono ancora in grado di realizzare, ai nostri giorni, che gli effetti specifici dell' ingestione di alimenti, sono in realtà, il risultato dell' IRRITAZIONE e dello STRESS, e ostacolano così una buona nutrizione.
In effetti, ogni alimento che " VI DA'FORZA", che " VI RISCALDA" o che " VI STIMOLA" così come ogni alimento che GUARISCE IL VOSTRO MAL DI TESTA" che VI ECCITA FISICAMENTE, MENTALMENTE O SESSUALMENTE, o che ha non importa quale effetto specifico, DEVE ESSERE EVITATO come un VELENO.
L' EFFETTO DI CUI E' CAPACE, prova attraverso ciò il suo carattere IRRITANTE, SNERVANTE E NOCIVO.
Chi dice STIMOLAZIONE dice INDEBOLIMENTO.

Abbiamo appena visto che GLI ALIMENTI CHE PROVOCANO UN EFFETTO IMMEDIATO ( azione dell'organismo), SONO DA EVITARE.
Tra gli effetti terapeutici ricercati si ha la stimolazione, la pacificazione, il sonno, la diuresi, l' effetto lassativo, ecc.
E' così che si mangiano LE PRUGNE AMMORBIDITE IN ACQUA per il loro effetto lassativo.
CHE COSA SUCCEDE NEGLI INTESTINI ?
Le prugne, contengono un ACIDO CHE IL CORPO NON TOLLERA, sono espulse dagli intestini nelle feci.
Non sono dunque digerite e il corpo non ne trae profitto.
Esse IRRITANO LA MUCOSA INTESTINALE, trascinando con esse la flora intestinale preziosa e non servono nessun scopo utile, visto che non eliminano la causa della costipazione.
UN ALTRO ESEMPIO, gli zuccheri bianchi o rossi che sono degli stimolanti potenti, come il miele, e che deprimono in seguito.
In effetti lo zucchero bianco, raffinato soprattutto, penetra rapidamente nel sangue e stimola fortemente il corpo dando un aumento sensibile dell'energia, delle palpitazioni cardiache, ecc.
Il pancreas è fortemente sollecitato per digerire questo zucchero, che invade il corpo in massa, e reclama molta insulina.
E' la stessa cosa per il pane.
E' così che il pancreas si debilita.
Risultato: IL DIABETE.
Al contrario gli zuccheri della frutta non sono zuccheri raffinati e contenenti le cosiddette " impurità" che impediscono la loro penetrazione rapida nel sangue.
Queste impurità comprendono le vitamine, i sali minerali, gli enzimi.
Questi zuccheri non raffinati sono assorbiti goccia a goccia nel sangue e non reclamano insulina.
Il pancreas è così risparmiato e non si ha il diabete.
L' ALIMENTAZIONE SANA NON PROVOCA ALCUNA STIMOLAZIONE.
Tutto ciò che STIMOLA alla lunga INDEBOLISCE, secondo la LEGGE DELLA DUALITA' DEGLI EFFETTI del Dr. LINDLAHR.


“ NEL GULAG c' era anche SATANA, ben rappresentato da GOETHE nel FAUST.
Questo diavolo prometteva il vigore, la giovinezza, la salute, la forza, con un mezzo fraudolento: quello della stimolazione.
Ora, nel Gulag, non si sospettava che la stimolazione esaurisse le energie, invece di aumentarle.
Nessuno sospettava che la frustata, invece di aggiungere delle forze, finiva per esaurirle.
I cittadini del Gulag si dedicavano così a tutti gli stimolanti per vivere dei PARADISI ARTIFICIALI: tabacco, caffè, alcol, sale, anfetamine, droghe, ormoni, anabolizzanti,...."
L' UOMO LA SCIMMIA, IL PARADISO” di Albert Mosserì
Ultima modifica di stefanotorcellan il 08/10/2012, 7:59, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: Miele

Messaggio da Silver » 29/09/2012, 9:24

Grazie Stefano per la bella risposta.

Una cosa che mi preme far notare: 1871
Stiamo parlando pressappoco dei tempi dell'unificazione d'Italia!
Pensate da quanto tempo si sanno queste cose.
Questo dimostra il carattere in malafede della comunità scientista che oggi sostiene di essere portatrice di benessere e progresso.
A dimostrazione che c'è la precisa volontà di mantenere malata la popolazione per il perseguimento di scopi nascosti.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

Avatar utente
Mark
Messaggi: 393
Iscritto il: 01/05/2012, 10:56
Località: Brescia
Contatta:

Re: Miele

Messaggio da Mark » 29/09/2012, 9:49

stefanotorcellan ha scritto: Al contrario gli zuccheri della frutta non sono zuccheri raffinati e contenenti le cosiddette " impurità" che impediscono la loro penetrazione rapida nel sangue.
Queste impurità comprendono le vitamine, i sali minerali, gli enzimi.
Questi zuccheri non raffinati sono assorbiti goccia a goccia nel sangue e non reclamano insulina.
Il pancreas è così risparmiato e non si ha il diabete.
Su questo punto c'è una cosa devo ancora capire: da qualche tempo ho notato che se mangio troppa frutta, anche solo qualche mela in più, il corpo puntualmente mi manda come segnale un leggero mal di testa e cioè: troppi zuccheri.

Se dovessi ascoltare il corpo non dovrei mangiare più di 3-4 mele al giorno; ricordo invece che 3 anni fa all'inizio della transizione, il mio cibo quasi principale erano proprio le mele o comunque la frutta in genere e non mi dava questi leggeri mal di testa, anzi più ne mangiavo e più ne avrei mangiata.

Mentre invece ora, se mangio molta verdura o amidacei, patate, pane, ecc. il mal di testa non si fa sentire.

Cosa potrebbe essere?

stefanotorcellan
Messaggi: 206
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Miele

Messaggio da stefanotorcellan » 09/10/2012, 17:01

Ciao Silver, grazie per i complimenti.
"Queste cose" si sanno da prima del 1871, bensì dal 1822 data di nascita dell'Igienismo, per merito del Dr. Isaac Jennings ( 1788-1874 ).
Jsaac Jennings era contemporaneo del Dr. Russell Thacker Trall ( 1812-1877 ) e del Dr. Sylvester Graham ( 1794-1851) citato da Ehret nel suo libro" Il Sistema di guarigione della dieta senza muco", soltanto come l' inventore del pane di Graham a pag. 82.
Sono stati questi tre uomini ( medici, acerrimi nemici dei farmaci ) i responsabili di ciò che chiamavano " Il Sistema Igienistico."
Il lavoro di questi uomini e dei loro collaboratori era praticamente identico, dato che si influenzavano molto l' uno l' altro, ma c' erano anche delle differenze, dato che ognuno contribuiva con apporti personali allo sviluppo e al perfezionamento del nuovo sistema ( ma anche molto antico) per curare il corpo.

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: Miele

Messaggio da Silver » 10/10/2012, 15:59

Bene. Più retrodatiamo certe "scoperte" più la malafede è grossa.

Purtroppo in questi tempi sono molto impegnato per il mio lavoro ma ho già in mente anche un articolo a riguardo.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

Simone
Messaggi: 202
Iscritto il: 01/09/2011, 8:29

Re: Miele

Messaggio da Simone » 10/10/2012, 19:59

Secondo la mentalità della medicina ufficiale le cose datate sono obsolete. Allora seguendo questo pensiero potremmo dire che tutta la medicina ufficiale compreso Pasteur è falsa.

stefanotorcellan
Messaggi: 206
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Miele

Messaggio da stefanotorcellan » 11/10/2012, 16:04

Ciao Simone, ciao Silver, credo non ci siano dubbi sul fatto che tutta la medicina ufficiale sia falsa, compresa la teoria che più di ogni altra ha influenzato il mondo della medicina ufficiale, la teoria dei germi del Dr. Louis Pasteur ( 1822-1895 ).


Con l' inaugurazione dell' ERA MICROBICA, fu il DECLINO DELL' IGIENISMO.
Sebbene la filosofia dell' Igienismo sia rimasta perenne e avesse dei seguaci, continuava a declinare nella popolazione.

Nel 1870, la medicina aveva adottato appassionatamente la TEORIA MICROBICA di PASTEUR.
Le persone avevano trovato che era più facile attribuire i loro problemi a piccole bestie misteriose piuttosto che al loro stile di vita.
E qualunque cosa facessero, erano ASSOLTE così DA OGNI RESPONSABILTA'.
La teoria dei microbi spiegava perfettamente perchè erano diventate le vittime disgraziate di entità malevole su cui non avevano alcun controllo.

LA RINASCITA DELL' IGIENISMO dal 1920 è debitrice degli sforzi di Bernarr McFadden così come al Dr. Shelton.


---------------------------------------- L' INFEZIONE
Nel suo libro Infection and Resistance, il Dr. Hans Zinsser ( 1878-1940 ), ad Harvard una delle più note autorità nel campo della batteriologia e della sierologia, dice:
"Una vera infezione, vale a dire L' INVASIONE di una specie da parte di individui di un' altra specie e la capacità di quest' ultima di moltiplicarsi e di funzionare nei complessi cellulari della cellula precedente, tale infezione è un PROCESSO CHE NON CORRISPONDE AI PIANI ORDINARI DELLA NATURA.
In effetti, REIL ha indicato, che una MASSA DI UOVA DI RANE non può essere invasa finchè sono VIVENTI, sebbene le acque nei dintorni brulichino di batteri di ogni tipo.
Ma APPENA una tale massa SMETTE DI VIVERE, diventa immediatamente la preda dell' infezione batterica.
La stessa situazione, è illustrata dalla rapidità con la quale I BATTERI INVADONO IL CORPO DOPO LA MORTE
Il fatto, che i batteri non possano penetrare nei tessuti sani, dimostra che essi non possono essere la causa scatenante delle malattie.


E' stato PASTEUR a dire, che I MICROBI NON POSSONO ATTACCARE LE PERSONE SANE. ( il contrario di quello che sosteneva).

Nel suo libro "STUDI SULLA BIRRA" A PAG. 40 PASTEUR SCRIVE:
- "In uno stato di SALUTE il CORPO degli animali è CHIUSO all' introduzione dei GERMI ESTERNI".


Se i microbi entrano nel corpo solo se non è sano, vale a dire malato, allora come si sviluppano le malattie ?


E' stato proprio PASTEUR, a provare, che sono I VELENI LA CAUSA DELLE MALATTIE E NON I MICROBI.

LOUIS PASTEUR, ha utilizzato preparazioni ottenute da tessuti di animali malati iniettandole poi in animali sani rendendoli a loro volta malati.
Questo HA DATO L' APPARENZA CHE I GERMI CAUSINO LA MALATTIA, quando in realtà queste PREPARAZIONI erano ESTREMAMENTE VELENOSE.

Questa non è una procedura scientifica, ma DIMOSTRA SEMPLICEMENTE IL FATTO, CHE SI PUO' FAR AMMALARE QUALCUNO AVVELENANDO IL SUO SANGUE.

Basandosi sulla sua teoria dei microzimi, ANTOINE BECHAMP ( 1822-1908) diede enfatici avvertimenti contro l'invasione diretta ed artificiale del sangue.


LOUIS PASTEUR ( 1822-1895), sosteneva la teoria del monomorfismo ( mono= uno e morph= forma ) ogni microbo ha una sola forma.
I microbi provengono da fuori il nostro corpo.
LA MORFOLOGIA DEL MICROBO, DETERMINA IL TIPO DI MALATTIA.
Microbi specifici, causano malattie specifiche.


ANTOINE BECHAMP ( 1816-1908), sosteneva la teoria del pleomorfismo (pleo = molti e morph = forma,), un microbo può assumere qualunque forma, spora, batterio, bacillo, lievito, fungo, muffa, ecc., e modificare la propria funzione, a seconda dell' ambiente in cui vive.
I microbi, provengono dai microzimi presenti all' interno del nostro corpo.
IL TIPO DI MALATTIA, DETERMINA LA MORFOLOGIA DEL MICROBO, E NON VICEVERSA.
Non esistono microbi specifici che causano malattie specifiche.


ENDOGENA ED ESOGENA SONO DUE TEORIE DIAMETRALMENTE OPPOSTE, inconciliabili come il bianco ed il nero, il giorno e la notte, il fuoco e l' acqua.
UNA ESCLUDE L' ALTRA.
Una è la teoria di PASTEUR ( esogena).
L' altra è la teoria di BECHAMP ( endogena).

CHI DICE IL VERO ?
UNO SOLO, L' ALTRO MENTE: NON ESISTONO DUE VERITA'.
ALLORA QUAL' E' ?
SI TROVA NEL BUON SENSO.
La realtà ci guida: basta vedere dove porta la teoria per giudicare se è vera o è falsa.
I risultati non ingannano: se sono buoni, bastano al DOTTOR BUON SENSO, cioè a NOI per farci un' opinione.

VALUTIAMO I RISULTATI DI OGNI TEORIA e traiamone le debite conclusioni:

LA TEORIA DI PASTEUR, porta a cattive relazioni tra le persone sane e quelle ammalate.
Fa nascere nelle persone sentimenti di paura, separazione, isolamento, vittimizzazione.
Le persone, si sentono impotenti di fronte alle forze esterne.
I MICROBI, vengono visti da tutte le persone, come NEMICI.

LA TEORIA DI BECHAMP, porta a buone e normali relazioni, tra le persone sane e quelle ammalate.
Uguaglianza tra gli individui.
Le persone, si sentono sovrani, perché consapevoli di essere l' autorità in grado di guarirsi, e responsabili ( controllo) di quanto succede.
I MICROBI, vengono visti da tutte le persone, come AMICI.



LA TEORIA DI PASTEUR, fa comodo a molti, soprattutto e non da ultimo all' industria dei vaccini, ma EGLI STESSO NE' RIPUDIO' L' ESSENZIALE sul letto di morte: "Aveva ragione Claude ( alludeva a Claude Bernard), il terreno è tutto, il microbo è niente".
CLAUDE BERNARD ( 1813-1878), era fisiologo, professore al Collegio di Francia.


L' EVOLUZIONE DELLA TEORIA MICROBICA è legata alla figura di un grande scienziato, Il Dr. ROBERT KOCH ( 1843-1910), nato in Germania, che studiò i batteri in rapporto alle diverse malattie.
Il risultato delle sue analisi, portò alla formulazione dei REQUISITI FONDAMENTALI nel rapporto esistente fra causa ed effetto.
Le sue osservazioni, divennero famose come POSTULATI DI KOCH ( 1884).
Il Dr. ROBERT KOCH è un altro grande scienziato, che si era opposto alla teoria del contagio.
Non esiste un microbo che soddisfi tutti e quattro i postulati del Dr. Koch.



Il biologo ANTOINE BECHAMP ( 1816-1908), contemporaneo di Pasteur, spiegò chiaramente come l' idea del CONTAGIO non sia che un MITO.

Oltre che da Bèchamp ( 1816-1908 ), CIO' E' ESPOSTO in modo particolareggiato, nel voluminoso " Constitution des organismes animaux et végétaux, causes des maladies qui les atteignent" ("Costituzione degli organismi animali e vegetali, cause delle malattie che li colpiscono") (Editions du Laboratoire de physiologie génerale, 3 voll., Parigi 1926, 1936, 1946) del dottor JEAN TISSOT ( professore onorario di fisiologia generale al museo nazionale di storia naturale di Parigi ), e negli scritti del dottor YVES COUZIGOU ( 1910-1989 ), editi in riviste che non seguono la scia del conformismo in fatto di medicina.
Le opinioni di questi tre scienziati: Bèchamp, Tissot, e Couzigou, sono felicemente condensate da ANDRE' PASSEBECQ ( 1920-2010 ), nel migliore dei suoi scritti:"COURS DE PSYCOSOMATIQUE NATURELLE".


Gli studi del grande scienziato, ANTOINE BECHAMP (1816-1908), sono poi stati confermati dagli studi di GUNTHER ENDERLEIN (1872-1968) con la teoria degli endobionti, e da quelli di GASTON NAESSENS (16-3-1924 ), il più boicottato scienziato della nostra epoca, con la teoria della somatide.
GASTON NAESSENS è famoso per l' invenzione del SOMATOSCOPIO, un microscopio derivato da quello di Royal Raymond Rife, avente le seguenti caratteristiche:
30.000 ingrandimenti X, risoluzione di 150 angstrom, senza nessuna preparazione del vetrino e colorazione.
Il somatoscopio permette di studiare il sangue fresco e vivo ( ciò che non possono fare i microscopi elettronici), dando la
possibilità di vedere la SOMATIDE, (MICROZIMA) in movimento in tutte le sue forme.

TUTTI QUESTI SCIENZIATI, hanno riconosciuto, che alla base dell' attività batterica c' è LA PIU' PICCOLA PARTICELLA DI MATERIA VIVENTE, che ogni uno di loro ha chiamato in modo diverso: MICROZIMA, ( enzima immortale) ENDOBIONTE, SOMATIDE, ( costruttore del corpo, da soma=corpo e tidos=costruire).

SONO STATI LORO A DIRE CHE:
-i batteri provengono da dentro il nostro corpo, e non da fuori, come diceva Louis Pasteur.
-all' interno delle cellule ci sono i microzimi, le più piccole particelle
di materia vivente, che alla morte della cellula SI TRASFORMANO IN BATTERI per decomporre la cellula e dare modo al corpo di eliminarla.
-i microzimi ( endobionte, somatide), ALLA NOSTRA MORTE si trasformano in batteri, e decompongono il nostro corpo, nei suoi componenti o elementi di base: ossigeno, idrogeno e carbonio, perchè possa essere eliminato dalla superficie terrestre.
-i microzimi vivono in armonia con il corpo in una RELAZIONE SIMBIOTICA o mutuamente benefica.
-i microzimi sono PRESENTI IN TUTTE LE SOSTANZE ORGANICHE, che siano animali, vegetali o umane e NE SONO ALL'ORIGINE, essi possono assumere QUALUNQUE FORMA, spora, batterio, bacillo, lievito, fungo, muffa ecc., E MODIFICARE LA PROPRIA FUNZIONE, A SECONDA DELL' AMBIENTE IN CUI VIVONO.
-i microzimi, vivono da soli, SONO LA FONTE STESSA DELLA VITA e sono IMMORTALI
Tutti gli esseri viventi, derivano dai microzimi e ritornano ad essere microzimi.
-i microzimi sono i PRECURSORI del DNA, dunque dei geni, SE LA LORO CAPSULA E' DANNEGGIATA O ASSENTE DIVENTANO VIRUS. ( materia morta).
-i microzimi sono dei condensatori di energia cosmica ( universale, divina ), che trasmettono alla materia.
-i batteri SI MOLTIPLICANO per neutralizzare l' aumentata quantità di tossine, cambiando anche la loro forma e la loro funzione.
-il battere, COMPIUTA L' OPERA di decomposizione, TORNA alla sua forma iniziale di MICROZIMA ( endobionte, somatide), e RIENTRA nel terreno dove è componente primario, O TORNA nella natura dove lo si ritrova dopo milioni di anni.
- LA FERMENTAZIONE, è il risultato del processo di digestione di microrganismi.
-I GERMI RIPULISCONO IL SISTEMA.



La dottoressa GUYLAINE LANCTOT, nel suo libro " LA MAFIA DELLA SANITA' " ( macro edizioni) ha dedicato diversi capitoli sulla questione del CONTAGIO:

-A pag. 173: PASTREUR…O BECHAMP ? Due teorie.
-A pag.174 Due uomini
-A pag.175 Due sistemi di valore
-A pag.177 MA NON DUE VERITA'
-A pag. 178 Perché questo accanimento assassino ?
-A pag. 179 DA BECHAMP A NAESSENS
-A pag, 180 Una vera risposta: la SOMATIDE ( microzima).
-A pag. 180 Un vero esame il SOMATOSCOPIO
-A pag. 182 LA SCELTA TRA PASTEUR E BECHAMP

La dottoressa GUYLAINE LANCTOT,( canadese), per 25 anni ha praticato la sua professione collaborando in diverse occasioni con le industrie farmaceutiche.
Dopo questo libro è stata CITATA IN TRIBUNALE più volte dalle ditte farmaceutiche.



Il Dr. THOMAS POWELL, che morì in California a 80 anni qualche anno fa, è colui che ha preso più microbi di qualsiasi persona.
Aveva SFIDATO i suoi colleghi medici di produrre una sola malattia inoculandogliela con dei microbi.
Per anni, i microbi del colera, della peste bubbonica, e microbi di ogni genere, furono inoculati nel suo corpo e nei suoi alimenti.
Più di una volta, la sua gola era stata spennellata con i microbi della difterite, ma a dispetto di tutti gli sforzi, NON SI E' POTUTO PRODURRE UNA SOLA MALATTIA IN LUI.


E' celebre il tentativo del Dr. WAITE di UCCIDERE il colonnello PECK.
WAITE , aveva nutrito la sua vittima con le colture di tutti i microbi più mortali conosciuti, che dovrebbero causare la malattia, ma il colonnello PECK, non sembrava esserne infettato nemmeno un pò.
E INFINE, WAITE, era stato costretto a ricorrere al CLOROFORMIO e al CUSCINO per uccidere la sua vittima.


Il Dr. MAX JOSEPH von PETTENKOFER,( 1818-1901) microbiologo, professore di batteriologia all' università di Vienna, chiese a ROBERT KOCH, che nove anni prima aveva isolato il BACILLO DEL COLERA, di inviargli un campione delle sue colture vibrionali, KOCH glielo inviò.
Qualche giorno dopo il Dr. PETTENKOFER sorprese la sua classe bevendo UN MILIONE DI BACILLI VIVENTI del COLERA davanti ai suoi studenti sbalorditi.
Il giorno seguente, informò il Dr. KOCH che nonostante avesse ingerito tutti i suoi bacilli del colera, era rimasto in ottima salute. Aveva 74 anni.
Nove anni più tardi, SI SUICIDO' con una revolverata alla tempia.
Il SUICIDIO di von PETTENKOFER segnò la FINE dell' ULTIMA RESISTENZA CONTRO LE TEORIE DEI " CONTAGIONISTI", poi elaborate nella cosiddetta “Teoria dei Germi”.
Il fatto, che PETTENKOFER non sviluppò il COLERA, è ancora oggi, per la medicina ufficiale, UN' ENIGMA senza spiegazione.



Nel suo libro "Assistenza Igienica Ai Bambini" A Pag. 375
Il Dr Shelton scrive:
"In un articolo di una pagina, sul New Evening Graphic, SFIDAI I MEDICI, a farmi contrarre IL TETANO, incidendomi in 12 parti del corpo e strofinandomi della terra su ogni ferita.
IL DIRETTORE DELL' UFFICIO D' IGIENE, mi rispose evasivamente sul giornale locale, ignorando la mia sfida.
NON VOLEVA CHE IL SUO ALIBI FOSSE MESSO IN DISCUSSIONE DA UN ESPERIMENTO."



Harvey Diamond: "A TUTTA SALUTE" Pag. 251.
"LE BUGIE SONO UNA COSA STRANA, se ne ripetiamo una sufficientemente GROSSA, a VOCE sufficientemente ALTA, sufficientemente SPESSO, e sufficientemente A LUNGO, la gente finirà per crederci. DAVVERO. E lo ha già fatto!
Perché ESISTE UNA GROSSA BUGIA, che viene ripetuta a gran voce, molto spesso e da lungo tempo, e il pubblico l' accetta come una verità.
QUAL' E' LA BUGIA ? IL CONTAGIO."


Il Dr. SHELTON SCRIVE:
Durante PIU'DI 60 ANNI DI STUDI INTENSIVI SULLA TEORIA DEI MICROBI, NON SI E' TROVATA NESSUNA MALATTIA CHE POSSA ESSERE DI ORIGINE MICROBICA E NESSUNA CHE POSSA ESSERE GUARITA, SECONDO LA TEORIA DEI MICROBI.

I PRETESI MICROBI, causa della malattia, NON SI TROVANO NE' in quelli che NON hanno la malattia, NE', SPESSO, in quelli CHE HANNO EFFETTIVAMENTE LA MALATTIA.
La presenza di una CAUSA SENZA LA SUA MALATTIA e l'esistenza della MALATTIA SENZA LA SUA CAUSA, significa, che ci sono delle CAUSE SENZA EFFETTI e degli EFFETTI SENZA CAUSE.
All' infuori della scienza medica, da nessuna parte tali cose sono possibili.


Il Dr. Shelton scrive:
"La teoria dei microbi, è diventata un antidoto alla riflessione.
Ha servito bene la pigrizia dello spirito, ed è diventata un ostacolo al progresso nella scoperta della causa o delle cause delle malattie."

"Occorre perpetuare il MITO. Quello del CONTAGIO, quello del microbo malefico, agente causale della malattia, per VENDERE a tonnellate le ILLUSIONI FARMACEUTICHE."


Stefano scrive:
Chiaramente questo è un piccolo assaggio delle prove che dimostrano che la medicina è una falsa scienza, e che il CONTAGIO non è altro che una SUPERSTIZIONE.

Sono pronto a fornire molte altre prove sulla " GRANDE BUGIA" ( il contagio), che riguardano gli esperimenti fatti per verificare la teoria microbica sulla base dei postulati di KOCH, e le prove che confermano che le GRANDI E MORTALI EPIDEMIE DEL PASSATO, non sono state causate da alcun microbo, battere, germe o virus, ma da TOSSIEMIA, INTOSSICAZIONE, AVVELENAMENTO, e alcune di esse da MALNUTRIZIONE.

Silver, in questo forum si potrebbe aprire un nuovo spazio dedicato alle falsità della medicina e/o al contagio.
Ultima modifica di stefanotorcellan il 11/10/2012, 16:20, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: Miele

Messaggio da Silver » 12/10/2012, 15:50

Stefano, se vuoi aprirlo e farne da moderatore, sarà per noi un piacere.
Come detto io son nelle curve a lavoro.

Mandami un PM se te la senti, ok?
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

stefanotorcellan
Messaggi: 206
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Miele

Messaggio da stefanotorcellan » 24/10/2012, 15:28

Ciao a tutti, per seguire la conversazione relativa alla bugia è stato aperto un nuovo forum Fruttalia libera tutti.

louisius76
Messaggi: 13
Iscritto il: 09/12/2012, 22:42

Re: Miele

Messaggio da louisius76 » 09/12/2012, 23:07

Il miele se non sbaglio è un prodotto animale!!! :?

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: Miele

Messaggio da Silver » 10/12/2012, 11:37

Certo luisius che è un prodotto animale.
Proprio per questo crea acidità!
E proprio per questi motivi che lo sconsigliamo.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

Polipol
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/09/2012, 8:52

Re: Miele

Messaggio da Polipol » 17/12/2012, 14:34

stefanotorcellan ha scritto:Ciao a tutti, per quanto riguarda il miele, ALBERT MOSSERI' scrive:
E' così che si mangiano LE PRUGNE AMMORBIDITE IN ACQUA per il loro effetto lassativo.
CHE COSA SUCCEDE NEGLI INTESTINI ?
Le prugne, contengono un ACIDO ( prussico) CHE IL CORPO NON TOLLERA, sono espulse dagli intestini nelle feci.
Non sono dunque digerite e il corpo non ne trae profitto.
Esse IRRITANO LA MUCOSA INTESTINALE, trascinando con esse la flora intestinale preziosa e non servono nessun scopo utile, visto che non eliminano la causa della costipazione.
Ciao Stefano, arrivo tardi su questo topic e sul tuo interessante post.
Tuttavia su questo punto sono rimasto un po' perplesso...non mi risulta che le prugne (secche o fresche?) contengano acido prussico (conosciuto anche come acido cianidrico, cioè un veleno). Questo semmai è contenuto nei noccioli della prugna, che infatti sono tossici e bisogna proprio evitarli, ed è presente anche in molti altri noccioli simili (come nell'albicocca) e in qualche seme/frutta a guscio.
Ho anche googolato parecchio e non ho trovato nessun "igienista" sconsigliare le prugne secche, almeno finora... continuerò ad informarmi. Le prugne secche inoltre a mio personale avviso non sembrano rappresentare un potentissimo lassativo, magari aiutano un po' l'evacuazione, ma non credo abbiano effetti nocivi/negativamente stimolanti.
Avresti dei chiarimenti da dare?
Ti ringrazio per l'attenzione

stefanotorcellan
Messaggi: 206
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Miele

Messaggio da stefanotorcellan » 15/01/2013, 9:22

Ciao Polipol, per quanto riguarda l' acido prussico hai ragione, l' acido prussico non è contenuto nella prugna ma nei suoi semi, ed è contenuto anche in diversi glucosidi ( amigdalina delle mandorle amare, e più in generale nei semi e nelle foglie delle Rosaceae: mandorle amare, albicocche, pesche, ciliege, prugne, susine e lauroceraso o Prunus laurocerasus ), e anche nei semi delle mele.

Diversi anni fa, avevo letto in un articolo ( che ho cercato e non ho trovato a casa ) che l' acido prussico era la sostanza misteriosa che fa delle prugne un alimento lassativo così efficace, e senza verificare la veridicità di questa informazione ho aggiunto ( prussico) all'articolo che ho postato il 29-9-2012 e che ho tratto dal libro" L'Uomo, la scimmia e il Paradiso" di Albert Mosserì.
Ho modificato il mio post del 29-9-2012, e ho eliminato la parola ( prussico).

E' chiaro comunque che gli effetti lassativi delle prugne sono dovuti ad una sostanza dannosa, tossica o velenosa per il nostro corpo in esse contenuta.
Infatti, se le prugne fossero un alimento sano privo di sostanze dannose, tossiche o velenose per il nostro corpo, il corpo non agirebbe contro le prugne, o contro la sostanza che fa delle prugne un alimento lassativo così efficace, eliminandole attraverso l' intestino.

Gli effetti lassativi delle prugne sia fresche che secche sono ben noti.
Le prugne erano uno dei rimedi che usava mia sorella diversi anni fa per la sua stitichezza ostinata.
Io non ho più mangiato prugne, nè fresche nè secche, dopo le corse in bagno che ho fatto, dopo qualche ora dal mio primo pasto di prugne fresche.


ECCO cosa ho trovato su GOOGLE sulle PROPRIETA' LASSATIVE delle PRUGNE.

Alimenti consigliati per combattere la STITICHEZZA
Prugne secche - Le prugne  e il succo di prugna sono USATI per alleviare la COSTIPAZIONE da anni.

RIZA.IT
L' ATTIVITA' LASSATIVA della PRUGNA è dovuta alle FIBRE ma anche alla DIFENIL-ISATINA, che svolge un’AZIONE STIMOLANTE SUI MOVIMENTI INTESTINALI. Poiché tale sostanza è presente soltanto nella buccia, L' EFFETTO LASSATIVO è meno accentuato se la prugna viene consumata sbucciata o sotto forma di succo.

UN PENSIONATO IN CUCINA
La SUSINA è un frutto dal sapore dolce lievemente acidulo ( per la presenza di acido malico ) con un DISCRETO POTERE LASSATIVO, grazie alla presenza di una sostanza, la DIFENIL-ISATINA, che svolge una funzione STIMOLANTE a LIVELLO INTESTINALE


MY-PERSONALTRAINER.IT-
Le PRUGNE sono particolarmente note per la loro ECCELLENTE AZIONE LASSATIVA, apprezzabile già a dosi di 50-100 grammi. Tale effetto è legato alla presenza di acidi organici, zuccheri ad azione osmotica (compreso il sorbitolo ) e OSSIFENISATINA (impiegata in passato come FARMACO LASSATIVO )

ESAGERARE CON IL CONSUMO DI PRUGNE può causare EFFETTI INDESIDERATI ( DIARREA METEORISMO E FLATTULENZA ) per via della FERMENTAZIONE ZUCCHERINA a livello intestinale; le prugne ANDREBBERO inoltre ASSUNTE CON MODERAZIONE in presenza di COLITE E STIPSI SPASTICA, perché la loro AZIONE PRO-FERMENTATIVA e BLANDAMENTE IRRITANTE potrebbe accentuare SPASMI E GONFIORI.

STUDI ROSACROCIANI DI PADOVA
PRUGNE E SUSINE......Se mangiate da sole hanno un DECISO EFFETTO LASSATIVO. A causa  della grande quantità di acidi particolari contenuti dalle prugne, queste TENDONO AD ACIDIFICARE L' URINA, e DOVREBBERO ESSERE EVITATE in casi di IRRITAZIONE ALLA VESCICA o se vi fosse TENDENZA ALL' ACIDOSI.

----------------------------------------------------------------------------------------------

EHRETISMO e PRUGNE

A PAG. 102 nel suo libro “Il Sistema di guarigione della dieta senza muco”, EHRET scrive:
Alcune PRUGNE SECCHE, prima di mangiare altra frutta fresca, sono un lassativo naturale che troverai molto efficiente.

----------------------------------------------------------------
IGIENISTI E PRUGNE:

ALBERT MOSSERI', ( IGIENISTA FRANCESE ), scrive sugli EFFETTI LASSATIVI DELLE PRUGNE, nel suo libro" L'UOMO, LA SCIMMIA E IL PARADISO" alle pagine 70, 104, 105, 121.
A PAG. 70:
PRUGNE: ACIDIFICANTI poichè LASSATIVE come le prugne secche. MANGIARNE POCHISSIME.

A PAG. 104 e 105:
Le PRUGNE ( SUSINE ), PRUGNE SECCHE, MIRABELLA, sono DA CONSUMARE CON GRANDE MODERAZIONE.
Tre o quattro dovrebbero essere piacevoli senza causare problemi. Esse contengono un ACIDO che il fegato non può distruggere.

A PAG. 121:
E' così che si mangiano LE PRUGNE AMMORBIDITE IN ACQUA per il loro EFFETTO LASSATIVO.
CHE COSA SUCCEDE NEGLI INTESTINI ?
Le prugne, contengono un ACIDO CHE IL CORPO NON TOLLERA, sono espulse dagli intestini nelle feci.
Non sono dunque digerite e il corpo non ne trae profitto.
Esse IRRITANO LA MUCOSA INTESTINALE, trascinando con esse la flora intestinale preziosa e NON SERVONO NESSUN SCOPO UTILE, visto che non eliminano la causa della costipazione.


Il Dr. H. M. SHELTON non indica le prugne come frutti dagli effetti lassativi, ma sicuramente non le indica come frutti sani.
A PAG. 132 -133 nel suo libro " LA SCIENZA E LA RAFFINATA ARTE DEL CIBO E DELLA NUTRIZIONE", il Dr. H. M. SHELTON scrive:
La vecchia opinione che gli acidi della frutta producono ACIDOSI e che incrementano l' acidità del sangue, è ancora molto diffusa ed è sbagliata. Gli acidi della frutta si comportano esattamente in modo opposto, in quanto aumentano l' ALCALINITA' del SANGUE.
PRUGNE, SUSINE E MIRTILLI sono forse le UNICHE ECCEZIONI ALLA REGOLA che i frutti acidi sono tutti cibi dalle ceneri alcaline.
La maggior parte dei vari acidi organici, come il citrico e il malico, vengono completamente ossidati all'interno del corpo.
L'ACIDO BENZOICO contenuto nelle PRUGNE, nelle SUSINE e nei MIRTILLI è un' ECCEZIONE.
Questo viene RESO NON TOSSICO attraverso la sua TRASFORMAZIONE nell' innocuo ACIDO IPPURICO ed ELIMINATO CON LE URINE.
Si è scoperto che la quantità di ACIDO IPPURICO eliminato è superiore a quella, limitata, di ACIDO BENZOICO ingerita.
Si pensa che l' eccesso derivi dall'ACIDO CHINICO contenuto in questi frutti.

----------------------------------------------------------------------------------------------

NATUROPATIA E PRUGNE:

Nel suo libro "LA MEDICINA NATURALE ALLA PORTATA DI TUTTI ", MANUEL LEZAETA ACHARAN scrive:
A PAG.131
PRUGNE: Hanno PREGI SPECIALI, sono LASSATIVE, DIURETICHE E PURIFICANTI.

A PAG. 202
LA PRUGNA - è diuretica, lassante, stimola il fegato e l' intestino.

A PAG. 379
TRATTAMENTO PER LA STITICHEZZA
Come LASSATIVO, gli adulti ingeriranno a digiuno un cucchiaio da tavola di SEMI DI LINO messi in infusione la sera precedente assieme a 7 o 8 PRUGNE SECCHE.
Aggiungendo un cucchiaio di miele d' api, si renderà più gradevole ed efficace questo LASSANTE NATURALE, che si può usare indefinitamente perchè non irrita e non infiamma come i farmaci.
I BAMBINI generalmente non hanno bisogno di lassativi perchè la frutta cruda è più che sufficiente, però se si presentasse un CASO OSTINATO DI STITICHEZZA, si somministrerà LO STESSO LASSANTE prescritto PER GLI ADULTI, però IN DOSI DIMEZZATE.


A PAG. 146 nel suo libro" LA NUOVA DIETETICA", - LUIGI COSTACURTA, famoso NATUROPATA E IRIDOLOGO, scrive:
PRUGNA O SUSINA........agisce come DIURETICO, LASSATIVO.......
Data l' influenza che i suoi ACIDI ORGANICI e la CELLULOSA di cui è ricca sull'intestino, in certe circostanze, quali possono essere la gastroenterite e la dispepsia, talvolta produce FLATULENZA E GONFIORI DI VENTRE,.....
In tutti i casi se il frutto non è ben maturo non si deve mai mangiare, poichè oltre alle manifestazioni citate possono dar luogo a PROCESSI DIARROICI.
Ad ogni modo, se assunta ben matura, masticata ed insalivata bene TROVA LA SUA PRESCRIZIONE NEI CASI DI di astenia, di anemia, nei processi reumatici e gottosi, nella STITICHEZZA, nell'epatite, e nelle affezioni epatobiliari; nelle intossicazioni in genere.

----------------------------------------------------------------------------------------------

A PAG. 261- 262 nel suo libro" L' ALIMENTAZIONE NATURALE" - NICO VALERIO scrive:
La PRUGNA FRESCA O SUSINA ( Prunus domestica ) è uno stimolante nervoso, un disintossicante, un DIURETICO e un LASSATIVO. Utile nell'astenia, nel superlavoro, nell'arteriosclerosi, nelle intossicazioni alimentari, nelle malattie del fegato.
Anche la PRUGNA SECCA ( 37,1 G. DI ZUCCHERI ) è un cibo sano, tonico del sistema nervoso, INDICATISSIMA - una volta ammollata in acqua e poi bollita a lungo - CONTRO LA STITICHEZZA OSTINATA ( specialmente mangiata al mattino insieme al pane integrale di frumento o di segale ) grazie anche ai 16,1 g. di fibre alimentari.
Il celebre MEDICO NATURISTA P. CARTON era un grande estimatore della PRUGNA SECCA, di cui diceva che " è un REGOLATORE IDEALE DELLA CIRCOLAZIONE INTESTINALE e dell'appetito, un deodorante delle feci, un potente decongestionante del fegato e disintossicante degli umori."
Nel secolo scorso il FITOTERAPEUTA J. ROQUES aveva lodato la COMPOSTA DI PRUGNE SECCHE come l' ALIMENTO OBBLIGATO DI CHI SOFFRE di emorroidi, dell'ipocondriaco, dell'uomo bilioso, ardente, irritabile, di tutti coloro insomma che EVACUANO CON DIFFICOLTA' ( Debuigne ).
Qual è la MISTERIOSA SOSTANZA NATURALE che fa delle PRUGNE UN ALIMENTO LASSATIVO così EFFICACE ?
Le abbondanti fibre, certamente, aiutano. Ma è stato provato che anche il SUCCO DI PRUGNA, quasi privo di fibre, E' LASSATIVO, come ha concluso il ricercatore J. CORSE del Ministero dell' Agricoltura degli USA.
I MAGGIORI INDIZIATI sembrano uno zucchero delle prugne e il magnesio ( sotto forma di magnesio ammonio fosfato ). Un ricercatore, M. S. MASRI, ha provato a isolare dalle prugne quest' ultimo composto, e ha constatato che il POTERE LASSATIVO dei frutti si annullava. Eppure, il sale di magnesio da solo non ha effetti lassativi. Probabilmente, ipotizza Masri, i sali di magnesio sono chelanti e perciò si legano ad altre SOSTANZE SCONOSCIUTE presenti nelle prugne, che ne aumentano sinergicamente l' effetto. QUESTI SALI DI MAGNESIO DELLE PRUGNE si comportano come i SALI PURGATIVI (" SALE INGLESE "), drenando il colon e riversandone l' acqua nell'intestino, dove ammorbidiscono la massa fecale.
Oggi le PRUGNE sono somministrate IN QUALCHE OSPEDALE PER SVEZZARE I PAZIENTI ANZIANI DAI FARMACI LASSATIVI, non solo costosi ma anche dannosi alla salute.
Oltre al PORRIDGE alla crusca, il Centro Geriatrico di Belleville ( New Jersey ) ha distribuito ogni giorno agli ANZIANI AFFETTI DA STIPSI PIU' OSTINATA MEZZA TAZZA DI SUCCO DI PRUGNE E DI MELA, CON OTTIMI RISULTATI.
Un anno dopo, riferisce CARPER, il 90% dei 300 anziani in cura aveva smesso di prendere lassativi, con grande vantaggio per la salute e per l' amministrazione. L' unico piccolo inconveniente iniziale era l' AUMENTO DI GAS INTESTINALE.
IN ALCUNI TESTI DIVULGATIVI si legge che PRUGNE E SUSINA sono RICCHE di ACIDO OSSALICO e quindi sono DA SCARTARE.
In realtà la SUSINA FRESCA contiene solo 10 mg. di ACIDO OSSALICO per 100 g. contro i 24 mg. dell'arancia e i 18 della mora di rovo.
LA VERITA' E' CHE molti frutti contengono questo acido.
Nella prugna, la presenza dell'ACIDO OSSALICO è compensata da una discreta presenza di CALCIO ( 13 mg. ).
LE PRUGNE SECCHE sono, comunque, CONTROINDICATE NEI CASI DI diabete, obesità, ulcera gastroduodenale, enterocolite, calcoli renali ossalici e xantinici.
CHI MANGIA RARAMENTE LE PRUGNE può avere all'inizio una sensazione di GONFIORE, con FORMAZIONE DI GAS; ma poi l' intestino si adatta rapidamente ( entro tre settimane circa ).
PER NORMALIZZARE le FUNZIONI ESCRETIVE, la QUANTITA' DI PRUGNE và aumentata a poco a poco, di circa 30 g. al giorno.

Polipol
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/09/2012, 8:52

Re: Miele

Messaggio da Polipol » 16/01/2013, 12:06

Grazie Stefano per questa minuziosa risposta e per gli altri interessanti contributi che hai inserito di recente in altre sezioni del forum : )
a presto

Avatar utente
Akira
Messaggi: 789
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: Miele

Messaggio da Akira » 02/09/2015, 10:14

Ciao,
anche per il polline c'è il divieto ?

Lo chiedo perché nei fiori di zucca c'è il pistillo che ne è ricco.

Rispondi