B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Tutto ciò che riguardo la salute e il benessere attraverso nutrizione, movimento e rimedi semplici e naturali
La "La verità è sempre semplice !" Cerchiamo assieme sulle soluzioni più efficaci e naturali per un benessere e salute con buonsenso e semplicità. (BS2)
Rispondi
Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da Silver » 11/11/2012, 22:13

Ciao a tutti,
vorrei continuare qui un post iniziato su Facebook nel gruppo Amici Fruttariani che per i limiti di quel sito, è meglio sviluppare qui.

La discussione ritorna a parlare della famosa vitamina B12.
Poiché crediamo che, se pur si è detto molto, è importante sviluppare nuovi punti di vista e nuove strategie per comprendere e rimediare ad eventuali carenze.
Mi è impossibile riassumere tutto perciò farò una mia sintesi lasciando spazio agli altri che vorranno approfondire le proprie idee, tesi e richieste.

Sulla B12 vi sono alcuni dati di fatto molto conosciuti e incontestabili:

- è importante per la salute e la sua carenza causa problemi, dapprima al sistema nervoso e poi alla produzione di sangue.
- la produzione di B12 è ad opera prevalentemente di microorganismi
- la metabolizzazione della B12 è legata a doppio filo con altre vitamine del gruppo B e al Fattore Intrinseco prodotto dal nostro stomaco.
- La necessità di B12 è irrisoria (nell'adulto).
- Malanni da carenza da B12 sono eventi rari e sono stati riscontrati in egual misura tra chi ha una dieta onnivora e chi vegana
- in alcuni (non tutti!) neonati figli di genitori veg* sono stati riscontrati insufficienze di B12 che generavano serie problematiche risolte con la somministrazione di integratori B12.
- a volte il problema non è l'assunzione (e la presenza nel sangue) di B12, quanto l'incapacità delle cellule di usarla nel modo corretto, provocando quindi una carenza di B12 nell'organismo anche se vi è una quantità sufficiente nel sangue.
- i METALLI PESANTI (Alluminio, Bario, Cadmio, etc.) presenti nelle amalgame dentarie, nei vaccini e nelle SCIE CHIMICHE diminuiscono la capacità dell'organismo di assimilare e metabolizzare la B12.

Invece le domande che ci si continua a porre e alcune sono ancora oggetto di studio:

- la necessità o meno di integrare la B12 per chi ha una dieta Veg*
- l'utilità/fruibilità o meno degli integratori negli adulti
- la provenienza del Cobalto che è l'elemento che caratterizza la B12 e da cui prende il nome (cianocobalamina)
- Quanto e come i fattori ambientali influenzano la metabolizzazione della B12

Da qui partiamo per fare un discorso serio.
Evitate post che non siano costruttivi o che non siano rivolti e importanti per tutti. Usate gli MP se volete comunicare tra voi.
Uno dei progetti di Fruttalia è anche quello di fare ricerca come "Liberi Pensatori" e dove le esperienze e le idee di tutti sono ben accette. Ovviamente anche i vari esperti del campo sono ben accetti se aperti al dialogo.
rispettate il regolamento e la netiquette.

Buona Salute e Benessere a tutti.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

joshino81
Messaggi: 4
Iscritto il: 26/07/2011, 8:13

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da joshino81 » 12/11/2012, 10:42

Il primo mito da sfatare è che

"GLI INTEGRATORI DI B12 VENGONO TRATTATI DAL CORPO COME SPAZZATURA E QUINDI NON UTILIZZATI"

RIPORTO UN PEZZO TRATTO DALL'ALTRO POST:
Qui , nel prossimo link, http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11146329 trovi una cosa simile alla mia ESPERIENZA, ovvero la supplementazione di b12 ha fatto abbassare i livelli di omocisteina (alti a causa di b12 deficiency) e alzare quelli di b12 serica. Questo dimostra come i supplementi, ritenuti inutilizzabili dal corpo e riconosciuti come “rifiuti” invece vengono utilizzati e come! Infatti per degradare l’omocisteina il corpo necessita di b12, se la b12 degli integratori fosse trattata come rifiuto e fosse davvero inutilizzabile dal corpo allora il corpo non potrebbe utilizzarla per degradare l’omocisteina.
Si potrebbe cioè avere un innalzamento della b12 serica ma non un abbassamento dell’omocisteina (se la b12 degli integratori infatti fosse un rifiuto inutilizzabile probabilmente la ritroveresti si nel sangue e quindi farebbe aumentare i livelli di b12 nel sangue ma, essendo inutilizzabile, il corpo non riuscirebbe a servirsene per degradare l’omocisteina.
Il fatto che l’omocisteina si abbassi contemporaneamente all'aumento della b12 dell'integratore significa che quella b12 È STATA CORRETTAMENTE UTILIZZATA DAL CORPO NONOSTANTE SIA PROVENUTA DA UN INTEGRATORE E QUINDI NON E STATA TRATTATA DAL CORPO COME UN RIFIUTO! Lo stesso meccanismo lo ho osservato nel mio caso e raccontato in uno dei vari post.
E COMUNQUE E' UNE SPERIEMNTO CHE TUTTI VOI POTETE FARE, SE AVETE LA B12 BASSA PRENDETE PER UN MESE UN INTEGRATORE DECENTE DI B12 E RIFATEVI LE ANALISI, LA B12 SARA ALZATA E L'OMOCISTEINA ABBASSATA SEGNO INCONFUTABILE CHE LA B12 E' STATA UTILIZATA.

joshino81
Messaggi: 4
Iscritto il: 26/07/2011, 8:13

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da joshino81 » 12/11/2012, 11:36

EFFETTO KERVRAN

http://valdovaccaro.blogspot.it/2011/06 ... rvran.html

Qui ad esempio, si dice che l’effetto kervran – la trasmutazione degli elementi – siccome abbia dimostrato che il potassio si POSSA trasformare in calcio (suo vicino nella tabella periodica) allora il ferro si potrebbe trasformare in cobalto (anch’esso suo vicino nella tabella periodica), elemento essenziale per la formazione della b12.

PREMESSA: questa è una teoria non dimostrata come vera, ma è una deduzione e non una dimostrazione..ovvero siccome non si spiegava come mai le galline producessero le uova con guscio duro in calcio nonostante la poca disponibilità di calcio alimentare (il calcio introdotto con la dieta era minore di quello torvato poi nel guscio delle uova) allora significava che nella gallina avvenisse una reazione che trasformasse il potassio in calcio. Ma siccome tale trasformazione nucleare avrebbe liberato una forza talmente grande che avrebbe fatto esplodere la gallina (che si sarebbe trasformata in bomba atomica) allora DEDUSSE che probabilmente doveva avvenire qualche reazione a bassa energia (a freddo).

Le trasmutazioni a freddo in esseri viventi biologici NON E MAI STATA DIMOSTRATA, QUINDI A TUTT'OGGI non è UN FATTO.

Ad esempio questa replica fatta da scienziati Italiani: http://www.luigigarlaschelli.it/Altrepu ... ERVRAN.htm

Comuqnue se leggete il primo link che ho postato si dice che le uova prodotte dalle galline erano fatte di calcio nonostante nella dieta il calcio alimentare fosse minore di quello trovato nei gusci di uova e che la possibilità di spiegazioni erano o che il calcio fosse preso dalle ossa e dai tessuti dell'animale o che ci fosse un altro modo ovvero reazioni nucleari a freddo all'interno della gallina(la trasmutazione appunto del potassio in calcio).

Ad un certo punto dice:

“..Le soluzioni erano perciò due: o le galline attingevano il calcio da risorse interne (le proprie ossa), oppure il loro metabolismo riusciva a ricavarlo da un’altra fonte. Alla fine i risultati furono evidenti e quantomeno strabilianti.
La fonte da cui traevano il calcio non erano le ossa, ma il potassio di cui era ricca la loro nuova dieta.”


La parte che ho sottolineato fa passare in cavalleria una cosa importante…ovvero COME HA DIMOSTRATO CHE IL CALCIO CHE FORMAVA LE UOVA NON FOSSE PRESO DALLE OSSA O TESSUTI MA DAL POTASSIO CHE SI ERA TRASMUTATO?

Come fa a asserire che la motivazione sia che all'interno della gallina avvengano reazioni nucleari a freddo quando i motivi potrebbero essere anche altri legati a processi biologici interni,ad errori di esperimento o chissa quale altro motivo?
Tanto piu che riporto sempre l'esperiemnto fatto per replicare il suo studio che diede risultati diversi.
http://www.luigigarlaschelli.it/Altrepu ... ERVRAN.htm

Quindi lui non ha dimostrato qualcosa, ha solo pensato che fosse così, che fosse una probabile spiegazione a tale fenomeno.Un ipotesi cioè. E se viene trattata come tale mi sta bene, se viene trattata come VERITA no.

Non solo ma il mondo scientifico non ha mai confermato i suoi risultati tanto e vero che gli fu dato il Premio IG nobel (IGnobel) che è una presa per i fondelli del premio nobel.
http://it.wikipedia.org/wiki/Corentin_Louis_Kervran

Ok so benissimo che ci possono essere fenomeni di insabbiamento e che ogni grande verità è stata trattata inizialmente come pazzia,ma questo non significa che allora ogni cosa che venga rigettata dalla scienza, solo perche la scienza la rigetta allora sara una verita fantastica e insabbiata.Il mondo è pieno di conclusioni errate, di esperiemnti sbagliati in quanto fatti seguendo metodiche non controllate. Ed è per questo che una cosa prima di essere considerata verità deve essee confermata da altri che ripetono lo stesso esperimento ottenendo gli stessi risultati, poiche l'errore sperimentale è sempre dietro l'angolo.

Non solo ma anche fosse che il potassio si trasformi in calcio, Nessuno comunque ha mai dimostrato ne che il ferro si trasformi in cobalto
Nessuno ha mai dimostrato che se questa cosa avvenisse nella gallina o nell’aragosta allora avvenga anche in una specie diversa (nell’uomo), cosa che non è per nulla scontata.

Quindi quando si parla di effetto Kervran come un FATTO è una cosa inesatta..ed uno che legge invece in certi siti è portato a credere che questa cosa sia SCONTATA e VERA al di fuori di ogni ragionevole dubbio.
MA NON E COSI..

svefrutta
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/11/2011, 20:37

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da svefrutta » 12/11/2012, 15:26

Scusate io da maggio che sono passato ad una dieta vegan, spero in futuro di diventare fruttariano, quindi comprando libri e leggendo forum e siti ho capito che questa benedetta B12 è al centro di vari dibattiti se integrarla o no. Sarebbe bello sapere se quanti di VOI FRUTTARIANI assumono un integratore e quanti no e da quanto tempo poi. Personalmente nel dubbio(non prendo nulla al momento e dalle analisi risulta ancora alta) mi sono detto ke la via di mezzo sarebbe prendere questa pasticca 1 volta a settimana , la spesa è davverono minima dato che la confezione dura mesi, e uno si toglie il dubbio su sta B12.
Sto dicendo una cosa sciocca??? uno si prende una volta a settimana la B12 e finisce li cosi mi pare di capire facciano quelli che dicono di assumerla altrimenti con la dieta vegan si rischiano gravi carenze

Polipol
Messaggi: 21
Iscritto il: 18/09/2012, 8:52

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da Polipol » 12/11/2012, 15:56

Questo topic è interessante e spero in parecchi contributi costruttivi.

Joshino anche il tuo commento è interessante ma sinceramente non capisco la mancanza di curiosità verso un personaggio come Kervran. Che alcuni ne abbiano riportate le scoperte senza però averne approfondito la portata e lo studio è apparso anche a me, ma non è un valido motivo per scartare a priori quanto lui ha tentato di (ri)portare alla luce.

La conclusione sulla B12 ricavata dal ferro anche a me sembra una supposizione fatta a posteriori, ma mi sembra abbastanza circostanziata da alcuni dati.

Proviamo a riportarne alcuni: Kervran riporta che nel 1973 i suoi esperimenti siano stati confermati dal Cern di Ginevra, riporta anche che sono stati confermati da altri laboratori, forse ti sei già imbattuto in questa citazione, ma non può essere omessa in questo quadro d'analisi:
"…soltanto a partire dal 1973 al CERN di Ginevra fu confermato che le trasmutazioni di elementi potevano aver luogo anche con reazioni a ‘debole energia' grazie all'intervento dei neutrini. Il grave errore dei fisici era stato fino ad allora quello di credere che le trasmutazioni di elementi potessero aver luogo soltanto con 'reazioni a forte energia' cioè con un’esplosione atomica.
Perciò di ostinavano a pensare che le mie galline con la ‘bomba atomica nella pancia’ avrebbero dovuto scoppiare e trasformarsi in calore e luce.
Il fatto è che, negli anni Sessanta, la fisica era in enorme ritardo sulla biologia. Con le comunicazioni scientifiche al CERN di Ginevra del 1973 e le conferme venute l’anno seguente dalle prove di laboratorio effettuate a Batavia è ad Argonnes negli Stati Uniti fu anche data la spiegazione del fenomeno. Esso era dovuto alla esistenza di 'correnti neutre' dovute appunto ai neutriní. Insomma nonostante quelli che oggi sono considerati i progressi favolosi della scienza ci vollero quindici anni per confermare e capire, da parte dei fisici, che, come io andavo dicendo da altrettanto tempo, le mie galline avevano la bomba atomica nella pancia. E badi bene che se mi diverto a parlare in questo senso è perché sono stato per venti anni addetto alla protezione dagli effetti atomici per la Francia".


Ora, io non dispongo dei dati delle sperimentazioni del Cern del 1973, di quelle dei laboratori di Batavia ed Argonnes, ma al tempo stesso non me la sentire di dire che siano tutte balle conclamate. Per di più in maniera così spudorata dallo stesso Kervran? Non fa riflettere un pochino?

Proviamo ora a venire a Kervran. Intanto siamo in un periodo in cui negare la fusione fredda è un po' azzardato, dal momento che l'ha confermata anche la nasa di recente... Ciò che noi a livello divulgativo sappiamo è che in un una reazione nucleare un atomo viene bombardato a casaccio da neutroni o protoni fintanto che non avviene una reazione ad alto rilascio di energia, che spezza l'atomo (uranio, che io sappia) in altri atomi (kripton e bario), cosa anche pericolosa per il discorso delle radiazioni e instabile... La scienza nucleare quindi ci insegna che "l'impossibile" (la trasformazione di elementi "semplici" gli uni negli altri) è possibile a patto di avere una reazione dovuta ad un "bombardamento del nucleo".
La fusione fredda implicherebbe invece un rilascio - seppur ridotto - di energia ma senza troppe "controindicazioni" diciamo (poi se volessimo fare un discorso più completo dovremmo sorbirci tomi su tomi di divulgazione scientifica, ma a patto che io non abbia scritto palesi falsità, forse ci possiamo fermare a questo livello).
Da qui all'effetto-Kervran il passo è piccolo. Infatti lui sosteneva che esistessero in natura degli enzimi capaci di favorire la modificazione a livello molecolare degli elementi i quali, in presenza di altri elementi utili da base alle trasmutazioni (idrogeno, carbonio, ossigeno, azoto), potevano trasformarsi gli uni negli altri:
Praticamente allo stesso modo che,in una 'reazione a forte energia", cioè in una esplosione atomica. Nella reazione a debole energia la trasmutazione si fa nel nucleo dell'atomo grazie agli enzimi. Essa avviene in due fasi: nella prima è l'enzima che modifica la struttura molecolare della cellula rendendola più sensibile all'azione dei neutrini: nella seconda è il neutrino che entra nel nucleo dell'atomo e modifica la sua struttura aggiungendo un protone che viene da un altro elemento, ossigeno in generale o idrogeno. Nel caso specifico, diciamo così delle 'mie galline', l'enzima fa penetrare nel nucleo del potassio, il quale possiede diciannove protoni un ventesimo protone, trasformandolo così in calcio che, come sappiamo, è un elemento composto da venti protoni".

Comunque chi riporta che l'esperimento è avvenuto solo con il potassio sbaglia e omette la parte a mio avviso più interessante di tutto l'esperimento:
Kervran ha fatto esperimenti con le galline per tantissimi anni; e, inizialmente, con una dieta priva di calcio, notava che le galline anche per lunghissimi tempi riuscivano a produrre delle uova col guscio ricco di calcio. I tempi in certe circostanze erano stati allungati talmente a lungo in modo da sostenere che fosse impossibile che le galline "togliessero" il calcio dalle riserve interne (per fare questo semplice esperimento basta fare un calcolo del calcio presente nelle ossa delle galline e nelle uova e agire di conseguenza...).
Aveva invece notato che le galline producevano nel giro di pochissimo tempo, ore o giorni, delle uova dal guscio molle, se veniva impedito loro di beccare della malta, delle pietruzze, insomma del silicio. La connessione silicio<->guscio ricco di calcio era istantanea: come lo reintroduceva le galline tornavano a produrre uova ricche di calcio; come lo toglieva dalla loro dieta, i gusci delle uova diventavano molli.
Come lo spiegheresti?

Altri esperimenti: Kervran fu mandato per lavoro in Africa, dove patì parecchio il caldo. Notava come alcuni indigeni non lo patissero affatto e indagò sul loro metabolismo. Avevano una sudorazione ricca di potassio pur senza assumerlo direttamente dagli alimenti. Aveva notato che mangiavano spesso un tipo di macedonia condita con SALE. Se provava a togliere il sale dalla macedonia, gli indigeni pativano il caldo praticamente come lui, e smettevano di sudare potassio, se reintroduceva il sale, riprendevano a sudare potassio e a patire meno il caldo. Come lo spiegheresti?
Lui lo fece additando la responsabilità al sodio presente nel sale, il quale assunto con la frutta si trasformava facilmente in potassio. La trasmutazione da sodio in potassio richiedeva una grande quantità di calore, e ciò permetteva di poter resistere al caldo africano.

Atri esperimenti: Kervran, lavorando anche in campo medico, iniziò a curare osteoporosi e fratture osse facendo assumere il silicio (Ad esempio con decotti di equiseto, che a quanto pare in alcune parti d'Europa è un rimedio della nonna in caso di fratture osse...guarda un po' queste nonne quante ne sanno! chi gliela avrà spiegata la fusione fredda??) e non calcio. Ciò DIMEZZAVA i tempi di recupero. Inoltre ci siamo mai chiesti come mai i problemi di osteoporosi si presentano soprattutto in Occidente dove in media assumiamo parecchio calcio tramite i latticini?? Come spiegarlo?
Kervran inoltre sosteneva che in casi di ipopotassemia fosse pericoloso dare il potassio, perché troppo potassio può causare problemi, in tal caso bastava far assumere magnesio e i valori di potassio si risistemavano.
Kervran è anche famoso per le "maschere di Kervran", che salvarono la vita a numerosi operai delle fornaci e i cui principi vengono applicati ancora oggi, in barba alla fusione fredda e alla sua "indimostrabilità".

Come ti sarai accorto Kervran non è che si è svegliato un mattino e si è inventato la storia della gallina che cova una bomba nucleare, ma ha fatto tante osservazioni e tanti esperimenti scientifici, precisi e mirati.
Li buttiamo tutti nell'immondizia? Qualcosa di buono ci sarà?

Veniamo a noi: si parla di B12. All'uomo viene consigliato di assumerla dalla carne perché la carne ne sarebbe ricca. Ma come fa la carne di erbivori ad esserne ricca?? Leggo infatti che il fegato di ovino sembra essere in assoluto l'alimento più ricco di B12. Chissà se alle pecore non consiglino di mangiare fegato di pecora per averne in sufficiente quantità?! ma non temiamo, la b12 si trova anche in polpo, vongola, fegato di tacchino, caviale,ostrica, uova di anatra... Bene: il dottore ci dice di assumere B12. allora oggi a pranzo pasta alle vongole, a cena fegato di pecora. Poi domani a pranzo un polipo non ce lo toglie nessuno...ma aspetta: il dottore ci ha per caso detto da dove la prendono la b12 le pecore, i polipi, le anatre, i molluschi...?? Chissà se il dottore se l'è mai fatta questa domanda...

Possiamo anche spaziare: più di 20 anni di trattamenti dei terreni agricoli ad NPK (azoto fosforo potassio) hanno devastato i nostri terreni e ridotto la fertilità, aumentato le malattie e creato una situazione di dipendenza continua dai prodotti chimici... eppure, ci dicono, le piante è di quei 3 elementi che hanno bisogno... sarà pur vero, ma sarà mica come il discorso dell'osteoporosi e del calcio negli esseri umani? Non è che le piante hanno bisogno di un apporto pressocché completo di sali minerali, con cui poi ci faranno quello che la natura disporrà più opportuno?

Un saluto

ps: quanto riportato finora non deve convincerci di alcunché; ma non basterebbe per guardare alla natura con più umiltà, per deporre le nostre convinzioni, disfarci della nostra arroganza e a contemplare l'essere umano come un interessante mistero...?

pps: mi scuso per l'eccessiva lunghezza...

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da Silver » 12/11/2012, 17:29

joshino81 ha scritto:
Le trasmutazioni a freddo in esseri viventi biologici NON E MAI STATA DIMOSTRATA, QUINDI A TUTT'OGGI non e UN FATTO.
Questo non è vero. E' stata dimostrata eccome. L'ha fatto Kervran dimostrandolo sia nelle piante che negli animali.
E' stata confermata da suoi contemporanei.

Dire il contrario significa dire il falso o palesare disinformazione.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da Silver » 12/11/2012, 18:03

joshino81 ha scritto:
La parte che ho sottolineato fa passare in cavalleria una cosa importante…ovvero COME HA DIMOSTRATO CHE IL CALCIO CHE FORMAVA LE UOVA NON FOSSE PRESO DALLE OSSA O TESSUTI MA DAL POTASSIO CHE SI ERA TRASMUTATO?
Caro Davide, non è che prendi le Frasi del libro Fruttalia, che sono solo una sintesi del suo lavoro scritta in modo semplificato, per screditare il lavoro di una persona come Kervran che proprio l'ultimo dei deficienti non era.
Era uno scienziato a tutti gli effetti inserito benissimo nel mondo accademico e diventato responsabile per conto del governo francese di allora per lo studio sugli effetti del nucleare. Quindi prima di dire cose del genere, pensa sempre che vi è stato dietro un uomo che ha dedicato gran parte della sua vita in questo e che non ha tratto alcun profitto.
Inoltre il tuo modo di contestare, sta per sconfinare nella malafede se non addrizzi il tiro di ciò che dici: prima di contestare il lavoro e le scoperte di un uomo, devi almeno leggere i suoi libri e studiarlo, altrimenti il tuo è semplice partito preso.
Scopriresti che la maggior parte del suo lavoro è stato fatto sulle piante e non sugli animali quindi è cosa molto più semplice da verificare. Quando con centinaia di piante diverse coltivate col giusto processo nei laboratori ottieni gli stessi risultati è proprio quella la dimostrazione che la T.B. esiste. Quando altri scienziati nel mondo fanno gli stessi esperimenti e trovano gli stessi risultati ne hai pure la conferma. Il fatto che tu riporti solo gli esempi sugli animali DIMOSTRA che stai parlando di cose che no conosci né ti sei preso la briga di studiare.
Gli esperimenti con gli animali furono fatti in seconda battuta quando ormai il fenomeno era già stato visto.

Inoltre, più volte ho ripetuto che nel libri Fruttalia, che evidentemente non hai letto anche se continui a citarlo solo per un pezzo, vi sono altri 2 esempi di trasmutazione verificabili da chiunque perché serve solo un'intelligenza media e nessuna laurea. Ma tu su questo stai facendo orecchie da mercante.

Prova magari a fare post più corti e meno ripetitivi., e non lasciare le domande e le osservazioni degli altri in sospeso.
Rispondi punto per punto come faccio io, senza ripetere cose già scritte.
Non solo ma il mondo scientifico non ha mai confermato i suoi risultati tanto e vero che gli fu dato il Premio IG nobel (IGnobel) che è una presa per i fondelli del premio nobel.
http://it.wikipedia.org/wiki/Corentin_Louis_Kervran
Questa mi sa di frase retorica e demagogica. Se è per quello hanno dato il nobel per la pace ad Obama e all'UE che hanno una politica di guerra dichiarata.
Chi conosce l'iter della Verità, sa che nella prima fase viene derisa, poi ci sarà la fase dell'attacco a tutto campo e infine sarà accolta come se fosse stata sempre conosciuta. Nulla di nuovo quindi
Ok so benissimo che ci possono essere fenomeni di insabbiamento
Sai che ci sono ma probabilmente non sai come si manifestano nella realtà.
Il mondo è pieno di conclusioni errate
Certo. soprattutto quelle che vengono poi scelte come "ufficiali" a partire dal cancro, dall'AIDS, ai vaccini, nonché in altri campi come la moneta a debito, il global warming, etc.
Non solo ma anche fosse che il potassio si trasformi in calcio, Nessuno comunque ha mai dimostrato ne che il ferro si trasformi in cobalto
Nessuno ha mai dimostrato che se questa cosa avvenisse nella gallina o nell’aragosta allora avvenga anche in una specie diversa (nell’uomo), cosa che non è per nulla scontata.
Il che non significa che non possa essere vero, soprattutto se ci sono osservazioni e misurazioni che dicono che questo avviene.
La cosa bella è che potresti dimostrarlo anche tu su te stesso che la T.B esiste ma immagino che non vorrai prenderti la briga di dimostrare cosa che altri non hanno dimostrato, giusto?
Pensa che nessuno ha nemmeno dimostrato che TU esisti eppure io do per scontato che tu esista altrimenti scoprirei di parlare con un amico immaginario. Eppure, credimi, la scienza non ha dimostrato la tua esistenza. Quindi tu non esisti?
LA scienza basa le sue ideologie addirittura sulla Teoria dell'evoluzione che è appunto solo una teoria MAI DIMOSTRATA, eppure i tuoi scienziati la danno per scontata. Come la mettiamo?
Te l'ho già detto: il concetto del "NON L'HANNO DIMOSTRATO GLI SCIENZIATI" qui non attacca, quindi è meglio che inizi a a parlare per conto della tua testa e non per conto di altri. In questo forum gli scienziati valgono quanto le persone normali.


Quindi quando si parla di effetto Kervran come un FATTO è una cosa inesatta..ed uno che legge invece in certi siti è portato a credere che questa cosa sia SCONTATA e VERA al di fuori di ogni ragionevole dubbio
.
Noi siamo i primi a suggerire il dubbio. Sia su Kervran, che quindi consigliamo di approfondire, e sia sulla Scienza che tu reputi il tuo riferimento. Sulla scienza ufficiale, che combinazione, non ti ho mai visto insinuare il dubbio.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da Silver » 12/11/2012, 18:09

svefrutta ha scritto:Scusate io da maggio che sono passato ad una dieta vegan, spero in futuro di diventare fruttariano, quindi comprando libri e leggendo forum e siti ho capito ... gravi carenze
Svefrutta, non vi è un modo univoco di affrontare il problema perché esso può effettivamente variare da persona a persona.

Io personalmente non integro nulla e il mio cambio l'ho fatto nel 2005 però ho letto e sentito di persone che hanno avuto cali drastici di B12 e hanno dovuto integrarla.
C'è da dire che il calo è talmente lento che hai tutto il tempo di rimediare se e solo se mai comparissero i sintomi. con gli integratori nel giro di una settimana sei di nuovo in forma.

Per quanto io credo che sia impossibile che la carenza da B12 sia legata alla dieta in sé, credo invece che se si manifestano deficienze significa che si hanno disfunzioni che ne inibiscono la corretta metabolizzazione.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da Silver » 12/11/2012, 18:14

Polipol ha scritto:Questo topic è interessante ... mi scuso per l'eccessiva lunghezza...
Senza Parola. Grazie, :)
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

svefrutta
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/11/2011, 20:37

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da svefrutta » 12/11/2012, 20:26

Grazie silver per la risposta!

stefanotorcellan
Messaggi: 206
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da stefanotorcellan » 20/03/2013, 14:24

Ciao Silver, ciao a tutti.

------------------------L' ANEMIA PERNICIOSA & LA VITAMINA B12 - Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano -----

Non potete guarire la vostra anemia perniciosa, dicono tutte le autorità mediche, perché il vostro stomaco non produce il fattore intrinseco necessario per l' assorbimento della B12.
Tuttavia, finchè prendete delle iniezioni di vitamina B12 non avrete da inquietarvi.
In poche parole vi si dice: non correggete lo stato del vostro stomaco, contate su questa stampella, perché ci sono miliardi di microrganismi che secernono questa vitamina per voi.

Recentemente, abbiamo ammesso nella nostra Casa una DONNA che soffre di ANEMIA PERNICIOSA. NE SOFFRIVA DA 6 ANNI e AVEVA PRESO LA VITAMINA B12 PER 5 ANNI. Non aveva acido cloridrico del tutto e lo prendeva sotto forma di medicinali, dopo i quali prendeva degli enzimi. Sei anni fa, aveva dei DOLORI un GONFIORE delle ginocchia e dei piedi. Aveva avuto dei COAGULI NEI POLMONI MENTRE RICEVEVA LE INIEZIONI.
Prima di entrare nella nostra Istituzione, prendeva la vitamina B12 e delle iniezioni di ferro una volta al mese. MALGRADO LA TERAPIA MEDICA, aveva stanchezza estrema e altri malesseri prima di entrare nella nostra Istituzione. Quando ritornò a casa, si sentiva molto bene.
OLTRE ALL' ANEMIA, soffriva di colite e di acufeni. Aveva anche un'infiammazione all'orecchio interno che si era aggravata a tal punto che il timpano era esploso. Manifestava anche dei sintomi di diverticolosi.
Sebbene avesse 74 ANNI e fosse in pessimo stato, si sentiva molto bene quando partì dopo un SOGGIORNO DI 8 SETTIMANE. Era abbastanza convinta, ma la più grande difficoltà era di cambiare le sue vecchie abitudini malsane. Difatti, aveva fretta di ritornare al suo vecchio menù.
SEBBENE AVESSE LASCIATO PREMATURAMENTE LA NOSTRA ISTITUZIONE, come è il caso di parecchi pazienti, mi aveva scritto dicendo che si sentiva molto bene e che era stupita della rapidità con la quale aveva ripreso forze e benessere. Prima di entrare nella nostra Istituzione, aveva sofferto di parecchie affezioni. Le cure che ricevette da noi l' avevano messa sulla strada del ristabilimento dall'anemia, a l' avevano alleviata di parecchie delle sue altre alterazioni.


E' COMUNE NEGLI AMBIENTI IGIENISTI che parecchi casi di ANEMIA PERNICIOSA RADDOPPINO il numero dei loro GLOBULI ROSSI dopo UNA SOLA SETTIMANA DI DIGIUNO, senza prendere delle iniezioni di B12.

La scena migliora durante il digiuno, sebbene nessuna vitamina B12 sia disponibile.
Credo che l' eliminazione del fattore tossico durante il digiuno sia molto importante.
Difatti ciò scosta una grande influenza di inibizione dei tessuti che costruiscono il sangue.

DURANTE le prime 2 SETTIMANE DI DIGIUNO, il numero di eritrociti continua a diminuire fintanto che gli organi che fabbricano il sangue non si rigenerano, poi poco a poco, l' immagine microscopica comincia a mostrare degli eritrociti rotondi con i bordi regolari, senza irregolarità nè crenature e si vede presto un aumento del loro numero con la scomparsa graduale delle cellule avventizie presenti all' inizio.

NON E' RARO che si osservi un GUADAGNO durante le 2 SEGUENTI SETTIMANE, ciò che porta il totale a 5 milioni, dunque normale, sebbene questa cifra raggiunga in principio un milione o meno.
DOPO IL DIGIUNO questi soggetti sono nutriti correttamente con alimenti ben combinati di origine vegetale ( frutti, vegetali freschi e noci diverse).
Quando si combinano correttamente gli alimenti, si aiuta meglio a digerire e ad assorbire tutti gli elementi nel menù.

Il Dr. GEORGE S. WEGER dice:
I soli casi di anemia perniciosa che non hanno reagito favorevolmente ai metodi igienisti sono quelli in cui il muscolo cardiaco è degenerato e in cui uno stato generale di idropisia era esistito da molto tempo, accompagnato, come è spesso il caso, da manifestazioni cerebrali o dalle manie e da un' itterizia emolitica grave.
Questi sintomi avanzati indicano che l' organismo ha superato lo stadio del recupero a causa della devitalizzazione nutrizionale.

Il Dr. WILLIAM HAY aveva riferito di 101 casi di anemia perniciosa ristabilita, e solamente 8 di essi non si erano ristabiliti perchè morenti all'arrivo da lui.
Non è raro per gli igienisti professionisti vedere altrettanti ristabilimenti, perchè la maggior parte delle anomalie del sangue si correggono durante il digiuno.

Nella Casa del Dr. JOHN H.TILDEN ( 1851-1940 ), il 75% dei casi si ristabilivano.
A proposito del 25% restante di decessi, dice: " Le morti che rappresentano il 25% dei casi avevano avuto luogo solamente alcuni giorni dopo la loro ammissione nella mia istituzione.
Questi casi erano troppo avanzati e non si poteva fare più niente per essi perchè erano morenti all' arrivo da noi ".


" LA VITAMINA B12 E' UNA SOSTANZA REALE O IL RISULTATO DI CATTIVA DIGESTIONE E ASSORBIMENTO ?
Quando si toglie la maggior parte dello stomaco a causa di un' ulcera gastrica o di un cancro, l' anemia perniciosa si svilupperà in 2 o 7 anni.
Ciò è proprio dovuto all'ASSENZA DEL FATTORE INTRINSECO o ad una CATTIVA DIGESTIONE dovuta in generale ad una MANCANZA DI SECREZIONI ? "

" La vitamina B12 SI TROVA anche nel CONTENUTO INTESTINALE delle persone, e NEGLI ESCREMENTI dei pazienti colpiti dall'anemia perniciosa.
NON C' E' RAGIONE PER CREDERE che un MENU' CARENTE DI QUESTA VITAMINA sia la CAUSA DELLA MALATTIA."


DAL PUNTO DI VISTA IGIENISTA, si pensa che LA TOSSIEMIA sostiene un ruolo importante nella produzione dell' ANEMIA PERNICIOSA.
LA TOSSIEMIA stessa causa una diminuzione funzionale, non solo delle ghiandole secretorie dello stomaco, ma di ogni organo del corpo, ivi compresi quelli che costruiscono il sangue.
L'ABBASSAMENTO FUNZIONALE del SISTEMA GASTRO-INTESTINALE disturba la digestione, causando una FERMENTAZIONE e una PUTREFAZIONE.
Questo, a sua volta, disturba l' assorbimento dei nutrienti necessari alla produzione del sangue e causa anche l' assorbimento dei prodotti tossici dell'indigestione, cosa che produce ancor più TOSSIEMIA, che a sua volta, abbassa il funzionamento e causa di conseguenza una digestione più debole e un potere diminuito per formare il sangue.

" NOTATE che i VEGETALIANI in AMERICA che sono IGIENISTI sono in PERFETTA SALUTE ".

svefrutta
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/11/2011, 20:37

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da svefrutta » 27/03/2013, 19:21

Scusate gentilmente sapete su quali prodotti viene addizzionata la b12? ho visto sul latte di soya della alpro , se qualcuno sa dirmi anche altre marche e cibi ne sarei grato, grazie :)

svefrutta
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/11/2011, 20:37

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da svefrutta » 29/03/2013, 20:50

Non voglio riaprire l'argomento b12 non mi interessa, volevo solo sapere di qualche prodotto nuovo dato che l'elenco che trovo su internet mi pare vecchiotto e volevo sapere se qualcuno qua conosce qualche prodotto nuovo addizionato. grazie

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da Silver » 30/03/2013, 14:03

Purtroppo io non posso esserti d'aiuto...
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

svefrutta
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/11/2011, 20:37

Re: B12, contaminazioni, integratori e cure naturali

Messaggio da svefrutta » 30/03/2013, 20:52

ok fa nulla :)

Rispondi