esperienza con la frutta

Qui puoi raccontare, condividere le storie del tuo cammino di transizione Fruttista, dei tuoi successi evolutivi personali, delle tue sperimentazioni con la dieta Fruttaliana, vegan frutto vegetale.
Rispondi
marco loconte
Messaggi:2
Iscritto il:14/03/2011, 9:36
esperienza con la frutta

Messaggio da marco loconte » 14/03/2011, 9:45

Ciao a tutti mi chiamo Marco e ho iniziato a fine dicembre 2009 dopo la lettura di uno dei libri di arnold Ehret sulla transizione verso il fruttarianesimo(la lettura e lo studio sono molto utili specie i libri che consiglio a tutti)
Sono passati circa 14 mesi e devo dire che il cammino verso il fruttarismo non è stato certamente facile

La prima difficoltà viene dal contesto familiare. La scelta di nutrirsi di frutta e verdura viene vista come una pazzia..e il monito proviene principalmente dalle persone più vicine che considerano normale avere chili in eccesso e uno stretto rapporto con la farmacia piuttosto che puntare alla salute naturale e una piena vitalità.

La seconda proviene dal mondo esterno che basandosi sul consumismo non può accettare una vita che sia ridotta ai minimi termini..niente più saponi, dentifrici e cosmetici..nessuna medicina..e costi alimentari ridotti al reparto frutta e verdura.

Prima di passare alle meraviglie dell' esperienza fruttariana è necessario fare una riflessione sulla differenza tra mente è corpo.

Il corpo senza ombra di dubbio è fruttariano al 100%..e io ne sono la prova evidente...con la sola frutta si rinasce nel senso stretto del termine..si sta meravigliosamente bene..ci si dimentica di come si stava male prima..nessun dolore..le malattie che si avevano scompaiono nel nulla una dopo l' altra..incredibile..
Ma...qui entra in gioco la mente..che cerca di opporsi a questo..e arrivano gli strappi..un po di farine ..e altre schifezze..il cibo cotto, come una droga si rifà vivo.

E il conto da pagare è salato..ritornano la sudorazione acida e i vari acciacchi...
Il tutto è ovviamente positivo perchè non sono altro che conferme al fatto che il cibo cotto fa davvero tanto male..
Ora qui arriva la scelta che chi ha avuto la fortuna di leggere Arnold ehret può fare e cioè occuparsi correttamente di una lenta e graduale transizione che a mio avviso (almeno cosi è stato per me) può durare da uno a due anni.
Si sperimenta cosi lo stato di salute sia del fruttarismo sia del cibo cotto ...la mia esperienza diretta è molto chiara...a sola frutta si sta benissimo..il reale paradiso su questa terra, mentre con il cibo cotto (un pasto anche ogni 15 giorni ovviamente vegano) sono stato molto male (acidità , pelle di nuovo oleosa ,mal di testa e via cosi )...

La mia dieta attuale è cosi composta..
mattina : digiuno
pomeriggio: tanta buona frutta singola o dei meravigliosi frullati..
sera:frutta e ogni tanto (circa ogni 10 giorni) circa un frullato di verdure lesse o crude..sempre lo stesso...1 cavolo medio/piccolo..3 pomodori...3 carote e 2 cipolle.....ovviamente senza nessun condimento..

i benefici ottenuti sono tantissimi..si ringiovanisce e il corpo riprende a vivere nel modo corretto..
dai 76 kg negli 8 anni di veganesimo sono passato agli attuali 62/63 stabili ormai da tanti mesi..da notare che dopo ogni strappo con il cotto immediatamente arrivo a 64 /65 kg...ritornando poi ai 62 nel giro di 2 o 3 giorni di frutta..

La conferma che la medicina classica è errata, sta nel fatto che con la frutta persino i miei attacchi di panico sono scomparsi dopo 23 anni.direi non male….altro che medicine!!..
Si smette quasi totalmente di bere..vantaggio non indifferente..anche sotto il sole cocente della torrida estate..solo tanta buona frutta..
il corpo si pulisce dal muco e ormai da mesi e mesi la doccia la faccio solo con acqua..nessun tipo di detergente.

Insomma credo sia inutile fare l' elenco completo dei vantaggi che si ottengono.
Provare per credere! Questa mia testimonianza spero possa servire a tutti quelli che pensano che cambiare per migliorare è possibile...a volte la soluzione è tanto vicina e tanto semplice da non accorgersene..

ps..ho 41 anni e insegno tennis ..sono in campo per circa 6 ore continue e sto provando a farle tutte completamente a digiuno dalla sera prima ..nessun problema..anzi..tutt' altro..nessun calo energetico..oserei dire che il miglior rendimento fisico lo avverto nelle ultime ore..è magnifico..ho dimenticato cosa sia un affaticamento muscolare..non faccio più nemmeno il riscaldamento e nessun massaggio dopo...troppo bello..

ciao a tutti

Marco loc

Avatar utente
Silver
Messaggi:743
Iscritto il:16/02/2011, 10:27
Località:TORINO
Contatta:

Re: esperienza con la frutta

Messaggio da Silver » 14/03/2011, 14:11

Grazie Marco per la tua esperienza.
Hai voglia di postare qualche foto di te mentre ti alleni?

Complimenti per i risultati ottenuti e per aver ottenuto conferme così importanti.

A presto!
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi:2643
Iscritto il:01/02/2011, 14:44
Località:ROMA
Contatta:

Re: esperienza con la frutta

Messaggio da Luca » 14/03/2011, 23:26

Marco, grazie per aver scritto e condiviso il tuo percorso, :D
Sono felice di esserti amico.
Ci organizzeremo presto per incontrarci e spero di imparare trucchetti nel tennis come ho imparato leggendo i tuoi "incoraggianti " e luminosi successi. ;)
Continua sempre così. 8-)
Un abbraccio
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

robyvac
Messaggi:56
Iscritto il:24/03/2011, 19:15

Re: esperienza con la frutta

Messaggio da robyvac » 25/03/2011, 21:10

Complimenti Marco, anch' io insegno tennis :D , che coincidenza, e condivido pienamente quello che hai scritto, doccia solo con acqua, niente più detergenti e deodoranti,e aggiungo che i dolori da acido lattico che in precedenza mi opprimevano il giorno seguente agli allenamenti sono ormai un lontano ricordo. Performance migliorate, lucidità mentale alle stelle, recupero indolore ecc. E conta che io alla sera mangio un'insalatona, ma durante il giorno pasteggio anche più volte a frutta.
Vabbè, che dire, continuiamo così :lol:

marco loconte
Messaggi:2
Iscritto il:14/03/2011, 9:36

Re: esperienza con la frutta

Messaggio da marco loconte » 13/06/2011, 17:58

che pigrizia..non mi collego mai..che sorpresa..un altro tennista fruttariano...di dove sei??
sto facendo il centro estivo a cisternino,,in inverno sono al cto di ostuni...e che meraviglia..sotto il sole..sudare pochissimo e solo acqua..oggi mi sono dimenticato di fare la doccia..pensa te...allievi e gli altri istruttori che boccheggiano e a fine ora stanchi e inzuppati di sudore bevono tanta acqua..e io me la godo..tutta la sessione del corso senza bere e mangiare nulla..che meraviglia ...niente defaticamento post allenamento..muscoli sempre rilassati e cosa assurda..si può continuare per tante ore cosi...ciaooo a tutti..

ps..devo collegarmi più spesso..questo sito è una gran cosa..grazie a Luca e a tutti voi..

robyvac
Messaggi:56
Iscritto il:24/03/2011, 19:15

Re: esperienza con la frutta

Messaggio da robyvac » 13/06/2011, 20:16

Io vivo a Genova, e ultimamente sto avvicinandomi al fruttarismo totale, ma sempre più pasti al giorno. Però mi hai fatto ricordare che quando mangiavo di meno avevo ancora più energia... chissà...forse paura di sentirsi dire: sei ancora dimagrito?? Non sto più giocando a tennis, ho sentito l'esigenza di recuperare un pò di energia tramite l'inattività e sono fermo da qualche mese. Comunque coplimenti.

Rispondi