Diario di Andrea

Qui puoi raccontare, condividere le storie del tuo cammino di transizione Fruttista, dei tuoi successi evolutivi personali, delle tue sperimentazioni con la dieta Fruttaliana, vegan frutto vegetale.
Rispondi
AndreaT
Messaggi:14
Iscritto il:17/10/2013, 8:19
Diario di Andrea

Messaggio da AndreaT » 21/10/2013, 10:51

Salve a tutti! :D

Come ho avuto già modo di raccontare nel mio post di presentazione, sono fruttariano da circa tre mesi...
Dopo varie conversazioni con Luca e altri membri del forum, ho deciso di acquistare e leggere il libro Fruttalia.
Mi è piaciuto, mi ha convinto. Ora, dopo aver inizialmente snobbato il digiuno (eccezion fatta per i giorni che ho seguito in commemorazione dell'anniversario della morte del Mahatma), voglio seguire questo stile di transizione consigliato dal libro!
Ho cominciato oggi una fase di preparazione al digiuno, che inizierà più o meno tra una settimana.
La cosa che mi ha spinto a condividere la mia esperienza con voi è che apporterò una modifica ai consigli ricevuti...
Assolutamente non perché credo possa essere meglio questa via, piuttosto che quella già tracciata, ma semplicemente e puramente per una questione etica. Quindi, è consigliato il consumo di verdura (cruda, per come la vedo io), nei giorni di preparazione al digiuno. Tempo fa non mi sarei fatto alcun problema, ma adesso, dopo aver iniziato a considerare anche le piante esseri viventi con pieno diritto di vita e non sofferenza, non me la sento.
Dunque, nella mia preparazione, consumerò sole mele per una settimana! Sicuramente tra la frutta è quella più facilmente digeribile, la più "leggera". Inoltre (correggetemi se sbaglio) credo sia anche ottima per la stimolazione della peristalsi intestinale, dunque congeniale per un'iniziale pulizia dell'apparato digerente.
Ugualmente, interromperò il digiuno con piccole quantità di mela, sia fresca che centrifugata, in quantità sempre crescente, a seconda della risposta del mio organismo. Penso che, tra i vari frutti, essendo quello più velocemente digeribile, sia anche quello che meno esponga al rischio di fermentazione a contatto con muchi e scarti prodotti durante il digiuno.
Dunque, spero di poter essere utile nella mia testimonianza, per aggiungere un altro piccolo tassello nella comprensione del nostro organismo e dei nostri meccanismi di pulizia!
Ho davvero voglia di disintossicarmi in modo più profondo!

Vi terrò aggiornati :D

(ovviamente, qualunque consiglio è ben accetto!)

Rispondi