Chiedo aiuto per transizione

Qui puoi raccontare, condividere le storie del tuo cammino di transizione Fruttista, dei tuoi successi evolutivi personali, delle tue sperimentazioni con la dieta Fruttaliana, vegan frutto vegetale.
Rispondi
supermarc74
Messaggi:5
Iscritto il:23/01/2013, 22:45
Chiedo aiuto per transizione

Messaggio da supermarc74 » 15/10/2013, 9:24

Buongiorno a tutti,
Ho 39 anni ed è da parecchi mesi che seguo il forum. A giugno ho deciso di acquistare l'estrattore col GAS, grazie al gentilissimo Luca che mi ha dato tutti i contatti mi sono "infilato" all'ultimo nel GAS di giugno. A luglio sono stato in vacanza con mio figlio (sono separato ma mio figlio di 4 anni sta con me) e ad agosto ho iniziato timidamente ad usarlo perchè lavorando non avevo molto tempo, soprattutto nei week-end. Purtroppo sono ancora onnivoro, perchè con mio figlio a casa che mangia di tutto (ama soprattuto la pasta, la frutta di ogni tipo, i pomodori, la carne di pollo, il prosciutto, lo stracchino e il parmiggiano) ho difficoltà a mettermi di fianco a lui e mangiare frutta o verdura cruda (mi prende sempre in giro quando mangio 5 carote e assomiglio a Bugs Bunny). Poi, devo dire la verità, quando vedo, da bolognese, del prosciutto crudo di Parma o del parmiggiano reggiano doc è durissima resistere. Però da giugno ho iniziato a bermi una spremuta di limone tutte le mattine con anche 30 gr. di bacche di Goji, faccio merenda alle 10 con frutta (adesso 5/6 prugne settembrine in attesa dei mandarini e delle arance), pranzo con 3 mele. Da un mese ho anche sospeso il caffè e mi dedico al thè verde o alle tisane. Poi, purtroppo arrivo a cena e mi "sfondo" di ogni cosa, compreso il dolcetto serale che non mi faccio mai mancare. I week-end poi ancora peggio, mangio di tutto.
Fino al 2008 facevo nuoto a buon livello e mi mantenevo su un peso di 70 kg circa per 174 cm, ma da quando è nato mio figlio ho ridotto drasticamente e sono arrivato al peso record per me di 87. Sono molto giù ultimamente, anche per il fatto della separazione, e ho bisogno di un cambio di passo.
Potreste aiutarmi verso il percorso di transizione? Non so come impostare l'intera giornata a livello alimentare. Quanti pasti fare, con cosa, ecc.. Onestamente amo l'insalata, le carote, i pomodori ed i finocchi, mi dispiacerebbe abbandonarli.
In attesa delle vostre gentilissime indicazioni, vi saluto con grande stima.
Marco da Bologna

arbor
Messaggi:121
Iscritto il:14/09/2012, 14:35

Re: Chiedo aiuto per transizione

Messaggio da arbor » 15/10/2013, 15:48

Direi che è piuttosto normale avere crisi di fame da urlo la sera, quando si mangia così poco nel corso della giornata. Per evitare le abbuffate serali (tieni presente che la cena è un momento critico per il crudista, quindi conviene attrezzarsi al riguardo) non c’è che un sistema: mangiare tanta tanta tanta frutta durante il giorno, tanta da non poterne più la sera ma solo desiderare una bella insalata.
Ora ti sei cacciato un po’ nei pasticci con questo forte aumento di peso. Normalmente, iniziando a mangiare frutta e verdura anche in quantità adeguata, si perde peso fino a trovare il giusto equilibrio. Nel tuo caso invece questo potrebbe non avvenire nei primi tempi (sei mesi?) o comunque stentare, a causa del tuo metabolismo rallentato. Per ripristinare il metabolismo corretto ci vorrà del tempo e frutta in quantità. Attento a non ridurre la frutta per timore d’ingrassare o di non perdere peso: se non perdi peso infatti non è per la frutta ma è colpa del tuo metabolismo sballato.

Simone
Messaggi:202
Iscritto il:01/09/2011, 8:29

Re: Chiedo aiuto per transizione

Messaggio da Simone » 17/10/2013, 14:58

arbor ha scritto:Direi che è piuttosto normale avere crisi di fame da urlo la sera, quando si mangia così poco nel corso della giornata. Per evitare le abbuffate serali (tieni presente che la cena è un momento critico per il crudista, quindi conviene attrezzarsi al riguardo) non c’è che un sistema: mangiare tanta tanta tanta frutta durante il giorno, tanta da non poterne più la sera ma solo desiderare una bella insalata.
Ora ti sei cacciato un po’ nei pasticci con questo forte aumento di peso. Normalmente, iniziando a mangiare frutta e verdura anche in quantità adeguata, si perde peso fino a trovare il giusto equilibrio. Nel tuo caso invece questo potrebbe non avvenire nei primi tempi (sei mesi?) o comunque stentare, a causa del tuo metabolismo rallentato. Per ripristinare il metabolismo corretto ci vorrà del tempo e frutta in quantità. Attento a non ridurre la frutta per timore d’ingrassare o di non perdere peso: se non perdi peso infatti non è per la frutta ma è colpa del tuo metabolismo sballato.
Commento sulla frase evidenziata: è necessario mangiare quando si ha fame, non mangiare tutte le volte che si vuole, altrimenti non si può ottenere la salute perfetta. Senza contare che se di giorno si mangia troppo, poi alla sera non ti va più nulla e così ti devi sforzare per mangiare l'insalata, il che è ancora non rispettare la vera fame.

supermarc74
Messaggi:5
Iscritto il:23/01/2013, 22:45

Re: Chiedo aiuto per transizione

Messaggio da supermarc74 » 18/10/2013, 12:23

Grazie ragazzi, mi siete sicuramente d'aiuto.
Più che a cena, è arrivare alle 17 che è dura, nel senso che, per esempio, questa settimana sto mangiando per colazione la spremuta di limone e le bacche di goji. Alle 10 mangio 10 prugne settembrine. Alle 13 mangio 2 mandarini clementini e 3 mele (piccoline data la stagione). Poi mi viene un vuoto galattico circa alle 17 in cui mi lancerei su ogni cosa. A cena, se non ho mangiato nulla alle 17, allora si che è dura non mangiarmi almeno una pagnotta di pane integrale con la verdura.
So che devo resistere, ma ho anche letto nel sito che per la transazione occorre comunque introdurre un poco di muco per non avere crisi e scompensazioni. E' giusto?
Grazie, Marco

arbor
Messaggi:121
Iscritto il:14/09/2012, 14:35

Re: Chiedo aiuto per transizione

Messaggio da arbor » 18/10/2013, 13:42

E ti credo che ti viene un vuoto galattico alle 17: mangi troppo poco, fatti un bel pasto saziante a base, che so, di uva, o di cachi, o di banane, dopo aver fatto una bella colazione saziante a base di agrumi; e se alle 17 hai ancora fame sgranocchiati due o tre mele. Vedrai che arrivi a cena con una fame normale e non compulsiva con relativa tentazione di pagnotte o peggio. Le bacche di Goji van bene, ma come spuntino intermedio del tutto ininfluente in termini di apporto di zuccheri.

arbor
Messaggi:121
Iscritto il:14/09/2012, 14:35

Re: Chiedo aiuto per transizione

Messaggio da arbor » 18/10/2013, 20:00

E’ solo un suggerimento per affrontare meglio le tentazioni che spesso si scatenano col pasto serale. Il discorso è che noi abbiamo un certo fabbisogno di zuccheri (che sono il carburante del nostro organismo, che non è altro che una macchina per produrre proteine e che funziona appunto con l’energia ricavata dagli zuccheri): l’assunzione di zuccheri la si può distribuire nei modi più disparati nel corso della giornata, e quindi c’è anche chi li concentra nel pasto serale, come ad esempio chi cena principalmente con un piatto di cereali. Secondo me però relegare alla sera una quota rilevante di zuccheri può essere molto rischioso, appunto perché si arriva a sera con una fame da lupo e quindi è facile sbracare con ogni genere di cibo (in genere concentrato). Per aggirare il pericolo meglio quindi consumare gli zuccheri nel corso della giornata, in modo da arrivare al pasto serale senza desiderio di zuccheri (o con un desiderio minimo). Questa è la mia esperienza e di tanti altri, che in genere a sera ci facciamo un’insalatona di verdure crude (dopo la quale, se resta della fame residua, si può sempre ricorrere a della verdura cotta possibilmente non amidacea) .
Naturalmente la qualità migliore di zuccheri è quella della frutta, cioè i carboidrati semplici, molto ma molto più facilmente digeribili dei carboidrati complessi (gli amidi dei cereali), senza poi contare che la frutta contiene in proporzione perfetta tutti i restanti nutrienti, il tutto perfettamente diluito con l’acqua della frutta, che è molto importante perché ci evita tra l’altro picchi glicemici.

Rispondi