Aiuto con il digiuno

Digiuno: il mezzo migliore per guarire e riabilitare molte funzioni del corpo. Conosciamolo e usiamolo al meglio. Ecologia interna: pulizia ed equilibrio interna dagli intestini, al sangue, agli alveoli polmonari.
Rispondi
Medha
Messaggi: 55
Iscritto il: 03/03/2016, 19:49

Aiuto con il digiuno

Messaggio da Medha » 28/10/2016, 13:42

Ciao, sono al quarto giorno di digiuno (su sette). Sono a casa da sola, in ferie, i miei amici abitano discretamente lontani e oltretutto non appoggiano questa scelta, la mia famiglia è in un altro paese, se mi succede qualcosa nessuno viene a recuperarmi fino a venerdì prossimo. Non sono spaventata dal digiuno, ma credo fermamente che una piccola supervisione dal medico sia necessaria, in caso di digiuni medi e lunghi.

I primi tre giorni nessun problema. Per non stressarmi ho bevuto anche delle tisane. Non ho niente da dimostrare a nessuno, quindi anche se non è un digiuno ortodosso è comunque un risultato per me.

Le mie regole:
- almeno due litri di acqua alcalina possibilmente temperatura corporea da bere a piccoli sorsi (il 50% delle volte lo rispetto)
-nei due litri di acqua sono comprese le tisane, finora ho bevuto le seguenti tisane: camomilla, menta fresca e anice, mirtilli e ribes, menta piperita, o acqua tiepida e limone. Oggi, poiché mi sentivo veramente stanca e la mia unica paura è che nessuno mi può trovare fino a venerdì prossimo, mi sono fatta una tisana di menta fresca, limone e mela (mela non mangiata).

Non so se nonostante le tisane il corpo può ricostruire i tessuti (questa è la mia necessità), ho troppe infiammazioni dovute al cibo, causate dalla pessima qualità del cibo qui, principalmente - non sto in Italia). Non importa, la prossima volta farò un digiuno senza tisane.

Lo descrivo, anche se questa non è la sezione dei diari, ma del digiuno. Magari potete scrivermi come dovrei comportarmi.

1° giorno. Tipico primo giorno di digiuno: finta fame dovuta al fatto che fino al giorno precedente il corpo era abituato ad accogliere cibo ed oggi, buh, niente. Non sono veramente stanca, ma non riesco a studiare, compresi gli esercizi di canto, non riesco ad essere intonata.
2° giorno. Liscio. Esco, svolgo alcune commissioni e altre faccende di vita quotidiana. Mi sento mooolto rilassata, faccio tutto con calma, ma non con stanchezza. Faccio un giro in centro, ho male alle gambe, ma mi viene in mente successivamente che la notte ho preso freddo alle gambe (non ho infilato i pantaloni del pigiama nei calzettoni, pensa te...) così ho dolore alle gambe tutto il giorno. Ma la mente è tranquilla, non sono stanca, vado in centro, sento odori di cibo. Adoro annusare gli odori naturali e sento una grande repulsione per tutti gli altri odori: cibo che sembra normale a cui ci aggiungono degli ingredienti per farti venire l'acquolina (non so quali siano questi ingredienti, ma so che li mettono nei cibi industriali per farti mangiare ancora di più quei cibi, come droghe. Penso che qui siano sotto la dicitura "flavouring", "sapori", che non significa niente, non vogliono scrivere che diavolo ci mettono!).
3° giorno. Mi sveglio coi giramenti, stanchezza alla gambe ridotta perché ho messo i pantaloni del pigiama dentro i calzettoni :P . Sento che devo andare lenta. Sono le 6.30 del mattino, devo prendere un treno poi un pullman per una gita fuori (3h di viaggio). La giornata scorre tranquillissima, non sono stanca, cammino, visito la città, chiacchiero con la mia amica come sempre, non ho i fastidi del mangiare/digerire, quasi quasi, mi dico, smetto di mangiare per sempre se si sta così bene! Ovviamente dobbiamo mangiare... ma non così tanto, non cibi elaborati,sento che il corpo mi sta dicendo la verità, che il cibo è un dono per il nutrimento. Vado anche in tre negozi che vendono cioccolato artigianale e prelibato. Compro dei regali ma non ho nessuna tentazione. Mi dico: "mangerò la cioccolata quando darò questi regalini, se capita :-)".
4° giorno. Oggi, mi sveglio stanchissima, stanca per riposare, stanca per uscire, ipersensibile a cosa succede nel mondo, la mente è lucida, lo sento, per quello sono ipersensibile, non è una questione di ormoni squilibrati. Preferisco farmi una tisana più corposa e aggiungo la mela, senza mangiarla. Prima di bere vedo che spunta il sole: vado fuori al sole e sono felice! Capisco che il digiuno ci rende ciò che siamo, ci fa sentire ciò che siamo: figli della terra e non di questa società iper-organizzata e finta.
5° giorno. Da aggiornare.
6° giorno. Da aggiornare.
7° giorno. Da aggiornare.

Vorrei chiedervi:
A). I tessuti si ricostruiscono solo se si beve soltanto acqua?
B). Mi sto comunque depurando con questo digiuno, al di là della mia dieta quasi fruttaliana (mangio ancora quantità di riso, legumi, cioccolata, ma sto pur sempre sotto un regime disintossicante)?
C). Con una tisana si interrompe il digiuno? E' come se non stessi facendo digiuno in realtà? Come un ricominciare da capo ad ogni tisana?
D). Sono totalmente confusa sul riprendere a mangiare: frutta o verdura? cruda o cotta?

Rispondi