Pagina 1 di 1

Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 13/05/2013, 16:52
da Mark
"Bisogna riconoscere le differenze esistenti tra digiunare e morire d'inedia.
Digiunare significa astenersi dal cibo possedendo però le riserve adatte a nutrire i tessuti vitali; morire di fame significa astenersi dal cibo quando tali riserve sono già state esaurite, danneggiando, in tal modo, i tessuti vitali.
Vi sono dei segnali precisi che avvertono quando le riserve stanno per esaurirsi: la fame ritorna ad un'intensità tale da spingere la persona alla ricerca del cibo, mentre durante un digiuno appropriato non esiste desiderio per il cibo.
Tale differenza, tra digiunare e morire di fame, deve servire al lettore per dissipare il concetto che l'inedia si sviluppa quando si saltano i pasti."
- Dr. Herbert Shelton

L'interruzione del digiuno
Il ritorno dell'appetito, una lingua di nuovo pulita, l'alito fresco e l'urina chiara sono segni sicuri che avete completato il digiuno e che è il momento di ricominciare a mangiare.
Queste caratteristiche si manifestano di solito verso il 25° giorno, ma possono anche presentarsi prima.
L'interruzione e la ripresa alimentare sono fondamentali per non vanificare il tutto.
Si può riprendere mangiando cibi leggeri come frutta e verdura di stagione...E POI CONTINUARE CON QUELLI, O COMUNQUE CHE DIVENTINO IL CIBO PRINCIPALE.

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 16/09/2015, 11:33
da Akira
Ma allora perché io ho sempre voglia di cibo?

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 16/09/2015, 14:49
da Luca
Akira ha scritto:Ma allora perché io ho sempre voglia di cibo?
Sono vari fattori...
probabilmente si deve andare molto per gradi nel tuo caso

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 17/09/2015, 12:09
da Akira
Ok, grazie!

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 19/09/2015, 22:13
da Mark
Akira ha scritto:Ma allora perché io ho sempre voglia di cibo?
Per esperienza, una delle cose che ho notato, un ruolo fondamentale lo gioca l'intestino. Più è pulito e meno si è schiavi.
Le tossine sono in collegamento con le cellule del corpo, è questa secondo me parte dell'anatomia dei pensieri, emozioni e desideri. Tutto ciò che non è pienamente sotto il controllo dell'uomo, è sotto il controllo di qualcos'altro e cioè: le tossine.

L'intestino è il covo delle tossine.

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 21/09/2015, 10:14
da Akira
Dopo 5 anni di crudismo secondo te il mio intestino è ancora pieno di tossine??
Ma allora quanto tempo ci vorrà ancora?

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 21/09/2015, 10:17
da Mark
Non lo so, è una cosa che sai tu, da come funziona, se è gonfio, ecc.

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 21/09/2015, 22:18
da Luca
Akira ha scritto:Dopo 5 anni di crudismo secondo te il mio intestino è ancora pieno di tossine??
Ma allora quanto tempo ci vorrà ancora?
Certo che i cibi hanno il loro valore, ma non sottovalutare l'aspetto emozionale....
Potresti curare anche il respiro lento sopratutto apprendendo a usare in modo corretto il diaframma

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 23/09/2015, 9:22
da Akira
Quindi secondo te sono le tossine EMOTIVE a farmi venire una fame pazzesca?

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 23/09/2015, 16:39
da Luca
Akira ha scritto:Quindi secondo te sono le tossine EMOTIVE a farmi venire una fame pazzesca?
Quello potrebbe essere un tuo metabolismo alto , che però si scontra con delle tensioni interne che scompensano in modo non ottimale la digestione ed elaborazione della corretta assimilazione

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 23/09/2015, 16:51
da Mark
Akira ha scritto:Quindi secondo te sono le tossine EMOTIVE a farmi venire una fame pazzesca?
Tossine chiamano tossine. Le emozioni si registrano a livello cellulare, quando mangi un cibo, questo trasporta alle cellule le emozioni contenute nel cibo stesso, es. dell'animale sofferente ucciso, oltre alle emozioni che hai tu in quel momento che stai mangiando, es. solitudine, gioia, nervosismo, ecc. Tutte queste, le tue + quelle contenute nel cibo, si installano nelle tue cellule, vengono attivate dal flusso sanguineo, vanno al cervello ecc. è tutto un continuo richiamo: quell'emozione = quel cibo = quell'emozione = quel cibo, ecc. ecc. è un ciclo senza fine fino a quando non si inizia a disintossicare il corpo con la fase di transizione.

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 28/09/2015, 10:52
da Akira
La soluzione quindi sarebbe non mangiare....

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 28/09/2015, 15:48
da Luca
Akira ha scritto:La soluzione quindi sarebbe non mangiare....
Oppure mangiare poco in modo frugale e sopratutto con emozioni positive ;)

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 03/10/2015, 12:27
da Akira
Il brutto è che una volta che comincio a mangiare raramente poi riesco a fermarmi.
Il più delle volte mangio troppo.

Re: Differenza fra "Digiunare" e "Morire d'inedia"

Inviato: 06/10/2015, 20:14
da Luca
Domenica scorsa abbiamo fatto un incontro sull'alimentazione pranica....
Molto interessante...
Li non mangi nulla bevi soltanto, ma non è un digiuno...