“Dust-19” il virus delle case.

160
2

“Dust-19”
di Dario Morandi

Diversi milioni di anni luce lontano da qui, in una direzione verso la quale nessuno ha mai voluto guardare, si trova uno strano pianeta abitato da case. Si, avete letto bene, da case… come da noi, anche in questo curioso pianeta, ci sono gli oceani, i laghi, i fiumi e le montagne, i boschi e le foreste, piante e frutti di ogni tipo e una varietà incredibilmente vasta di specie animali, solo che invece degli esseri umani, le società più tecnologicamente avanzate e progredite, sono formate da case. E ce ne sono di tutti i tipi e di tutte le classi sociali. Ci sono case sfarzose e riccamente arredate, villette a schiera, baite di montagna e ville in riva al mare. Come da noi, le case più povere si trovano alle periferie delle città e sono divise in appartamenti, ma ci sono anche appartamenti in centro, molto grandi e con terrazze bellissime. Insomma, ognuna di queste case cerca il suo posto nel mondo e vive la vita al meglio delle sue possibilità.

Certo, se potessimo tornare indietro nel tempo e osservare gli abitanti/casa di questo strano pianeta, poche centinaia di anni fa, non avremmo visto così tanto cemento come oggi, all’epoca qui le case “nascevano” fatte di legno e l’inquinamento non aveva ancora raggiunto i livelli preoccupanti che purtroppo conosciamo anche noi sul pianeta Terra. E siccome anche qui, molte case chiamate “Banche”, sono interessate solo al profitto, la qualità della vita della maggior parte delle case – soprattutto quelle delle classi più povere – è parecchio difficile e complicata. Queste case si devono accontentare di prodotti scadenti per la loro manutenzione, prodotti che non gli fanno bene e che alla lunga danneggiano tutta la loro struttura. Purtroppo però, sono pochissime le case che si rendono conto di questa situazione, gli è stato insegnato che è giusto così e quasi nessuno si fa troppe domande, la vita è spesso difficile di per sé, chi ha voglia di andarsi a cercare altri guai?

Quasi ogni casa ha un televisore grazie al quale tutti possono vedere cosa succede nel mondo e spesso è proprio dal televisore che la maggior parte di loro, sa come comportarsi in caso di emergenza ed è dal televisore che apprende quali sono le decisioni del governo. Nel governo ci sono tanti esperti che hanno la sapienza e la credibilità per dire alle altre case in cosa credere e cosa è giusto sapere. Ci sono case/scuola di ingegneria, case/scuola di edilizia (l’equivalente dei nostri medici ostetrici), ci sono case/scuola di economia domestica. Qualcuno sostiene persino che da qualche parte ci sia la Grande Casa del Grande Architetto, ma di solito queste entità abitative vengono tacciate di complottismo e derise dalla maggior parte delle altre case che preferiscono ascoltare quello che gli racconta la TV.

Insomma, in questo pianeta la vita scorre più o meno come da noi, tra gioie e difficoltà, ci sono appartamenti anonimi e case molto famose e invidiate, ci sono case che si mantengono bene e in forma per molto tempo mentre altre fanno un po’ più fatica e dopo poche decine di anni crollano e si disfano. Qualche casa più saggia delle altre, ci prova di quando in quando a dire che quello che ogni casa mette dentro di sé è di vitale importanza per mantenersi sani e in buona salute fino all’età più avanzata: aria fresca ogni giorno, tanto sole e una ripitturata ogni tanto, sarebbero sufficienti per restare giovani a lungo, ma molti appartamenti preferiscono le feste smodate e allora fumano, non aprono mai le finestre, anzi si proteggono dal sole con ogni genere di prodotto chimico e fanno poche pulizie interne. “Ma goditi la vita!” dicono molte di loro per giustificare un comportamento tanto sconsiderato. Purtroppo però molte di loro alla lunga si ammalano delle più svariate malattie e a poco servono i rimedi delle case/farmacie perché gli effetti collaterali dei loro prodotti sono sempre deleteri. Qualcuna di queste case/farmacia ha persino cercato di costringere i governi a imporre per legge delle iniezioni obbligatorie di materiali chimici nelle intercapedini, “per rafforzare le strutture portanti”, dicono loro, ma molti già sospettano che quando una casa è sana e si tratta bene non ha bisogno di quei trattamenti, che anzi sono dannosi e spesso portano a gravi conseguenze.

Purtroppo qualche anno fa, la televisione ha detto che per un lungo periodo, tutte le case dovevano rimanere serrate perché c’era in giro una pericolosa epidemia. Non era consentito aprire nemmeno una finestra, se non per motivi di comprovata esigenza e in quei casi ogni abitazione doveva essere provvista di autocertificazione edilizia e spesso scattavano delle multe che mettevano in difficoltà anche gli appartamenti più poveri che non avevano i mezzi per sopportare a lungo quello stato di cose.

Si sono raggiunti livelli di psicosi di massa inconcepibili, qualcuno dice che sono state multate persino delle case galleggianti solitarie in mezzo al mare !! Insomma, ci sono stati momenti dove sembrava che ognuno avesse perso la ragione e spesso anche le regole imposte sembravano non avere nessuna spiegazione logica… però la TV diceva che tante case erano crollate a causa di questa epidemia e allora bisognava crederci.

Tutti gli anni succedeva che il virus della polvere mettesse a rischio la salute di molte case, soprattutto le più anziane, ma era solo polvere, era sempre bastato coprirsi bene, un po’ di pulizia e passava tutto. Ma quell’anno alla TV dissero che era arrivato un nuovo tipo di virus/polvere. Lo chiamarono Dust-19 ed era terribile.
L’allarme in tutti i notiziari era sempre al massimo e la paura molta. Molte case denunciavano gli appartamenti più indisciplinati quando si azzardavano ad aprire le finestre senza permesso, anche solo per sgranchirsi un po’ gli infissi e per molti giorni la tensione era palpabile.

Dopo un po’ di tempo però, qualcuno ha iniziato a sospettare che i numeri delle demolizioni, non tornasse con i numeri che ci si sarebbe aspettato di vedere di fronte a una vera epidemia. Addirittura gli anni precedenti erano cadute più case, e nella maggior parte dei casi si trattava sempre di case con più di 70 anni. In troppe occasioni si è persino visto che anche le cure erano sbagliate, ma molte case/ospedali non lo vollero ammettere e quelle poche che proposero trattamenti alternativi non vennero ascoltate.
I danni sanitari, psicologici ed economici di questa strana epidemia furono devastanti, molte case persero il loro valore catastale e un gran numero di appartamenti che facevano parte dello stesso condominio senza potersi opporre. Molte case/fabbriche in preda allo sconforto, spensero per sempre le luci.

Purtroppo solo tanti anni più tardi si scoprì il tragico errore/orrore; per gli interessi economici di poche case/farmaceutiche e di alcune casate/politiche disoneste, le tv avevano spaventato tutti con una finta epidemia per un po’ di polvere che non avrebbe fatto del male a nessuno. Il test col panno diceva che tutte le case crollate avevano il Dust-19, ma era logico che si trovasse, quale casa non ha dentro di sé un po’ di polvere? I falsi positivi erano più dell’80%.

La polvere diventa pericolosa solo se la si lascia accumulare negli anni senza mai pulire. Si è scoperto che nessuna casa crolla o è mai crollata per colpa della polvere, non si crolla né “con”, né “per” la polvere, le cause di un crollo sono sempre altre e spesso ce ne vuole più d’una concomitante prima che la situazione si faccia seria. Si è scoperto che non esiste nessun virus/polvere Dust-19, tutte le case hanno un po di polvere da fare di quando in quando, col senno di poi era logico supporre che qualsiasi test al panno ne avrebbe trovata un po’, ma non è mai stata quella la casa…. cioè volevo dire la causa.

Oggi, in quel lontano pianeta, ci sono case più felici e da quando le case/farmaceutiche non impongono più i loro prodotti chimici e la corruzione è stata debellata dalle case/parlamento, nessuno ha più paura della polvere perché tutti sanno di cosa si tratta in realtà e le TV non cercano più di spaventare i poveri appartamenti che non hanno molto spazio per le librerie, per leggere e arricchire la propria cultura.
Certo, ci sono ancora troppe case/capannoni pieni di cose inutili… ma questa è un’altra storia.

FINE

Flat
€ 14,00

Qui una delle live con Dario:

 


Macrolibrarsi
Bio Movimento
Raw Food

2 COMMENTI

  1. Ciao Nino Ermes…. grazie per il commento, sono lieto che questo piccolo, semplice racconto ti sia piaciuto. Mi auguro che possa servire a far comprendere a molti, l’inganno del quale siamo vittime.
    Buona vita =)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here