Biocentrismo

27
0

 

fiore-13Il Biocentrismo è una filosofia di vita che permette di raggiungere la salute e l’armonia nostra, dei nostri fratelli animali, delle nostre sorelle piante e del nostro pianeta Terra.
A differenza dell’Antropocentrismo, in cui l’uomo è al cento d’ogni scelta quindi: animali, piante, terra, acqua, aria, l’intero pianeta terra, sono a sua disposizione e possono essere depredati, uccisi e devastati, il Biocentrismo considera l’uomo un elemento della natura fatto per convivere con lei in perfetta armonia e simbiosi.
In questi ultimi anni si è fatta strada, anche se faticosamente, la concezione Biocentrica, nonostante non sia mai stata applicata una circolare dell’ex Ministro della Pubblica Istruzione Galloni che, da oltre venticinque anni, prevede nell’istruzione scolastica un cambio radicale d’insegnamento improntando tutti gli studi secondo una visione Biocentrica anziché Antropocentrica.
I danni prodotti alla popolazione dei paesi industrializzati da quest’ultima concezione sono sotto gli occhi di tutti:

– facciamo sempre meno esercizio fisico,
– respiriamo aria sempre più inquinata,
– beviamo acqua sempre più avvelenata
– mangiamo sempre più “junk food – cibo spazzatura”
– viviamo in modo sempre più stressante
– siamo sempre più dipendenti da farmaci e chirurghi
– abbiamo sempre meno rispetto per l’ambiente che ci circonda
– siamo sempre meno rispettosi dei diritti altrui ed in particolare nei confronti degli esseri più indifesi
.

Nel settore specifico dell’alimentazione, pur rimanendo in una visione Antropocentrica, un primo passo in avanti può essere fatto iniziando a scegliere cibi naturali, possibilmente integrali, privi quindi di conservanti, coloranti ,pesticidi e il più freschi possibili (cercando di evitare cibi conservati in scatola, precotti, surgelati, ecc.)
Un secondo miglioramento può essere la scelta della dieta MACROBIOTICA che consiste nel rinunciare ai farmaci ottenuti con la chimica di sintesi preferendo i cibi integrali (principalmente cereali molto cotti) ed iniziando a curarsi con una serie di pratiche naturali. I macrobiotici, pur abolendo il latte e i latticini continuano a mangiare carne bianca, carne di pesce, cacciagione, crostacei e molluschi.
Terzo miglioramento della dieta, pur continuando a rimanere in una concezione Antropocentrica, è la scelta DELLE COMBINAZIONI ALIMENTARI, proposta alla fine del 1800 dal dott.William Howard Hay, rilanciata negli anni ’30 dal dott. Herbert MacGolphin Shelton e perfezionata ora con il metodo MRA. Prevedendo un’alimentazione dalla quale non si esclude nulla delle cose ritenute mangiabili, si basa sul principio che alcuni gruppi d’alimenti ingeriti contemporaneamente creino fra loro forti problemi di compatibilità causano di una cattiva digestione e assimilazione. I succhi gastrici preposti per digerire i cibi acidi sono neutralizzati da quelli preposti a digerire quelli alcalini (in particolare evitare l’unione degli amidi con le proteine).
Il vero salto di qualità – passaggio dall’Antropocentrismo al Biocentrismo – è quello della dieta VEGETARIANA (rinuncia ad alimentarsi con qualsiasi tipo di carne: bovini, maiali, pollame, conigli, cacciagione, insaccati, pesci, molluschi, crostacei, ecc., ma continuando a mangiare prodotti di origine animale: uova, latte, formaggi, miele, ecc.). Molto spesso questa scelta è attuata dai cosiddetti “ANIMALISTI” che per motivi etici decidono d’attuate la scelta nonviolenta del quinto comandamento: NON AMMAZZARE.
Seguendo i dettami dell’Igienismo: la Scienza della Salute, un successivo miglioramento della dieta è quello di passare alla scelta VEGETALIANA o VEGANA dovuta sia a motivi etici (le uova servono per far nascere i pulcini, il latte vaccino per nutrire i vitelli, il miele per nutrire le api) sia a motivi salutisti (latticini, miele, ecc., essendo prodotti per nutrire gli animali sono inadatti all’alimentazione umana e portano nel tempo a vati tipi di malattie).
Inoltre l’IGIENISMO attribuisce molta importanza all’esercizio fisico, al modo di respirare, all’atteggiamento mentale, al comportamento verso i nostri simili e verso l’ambiente che ci circonda. Avanzamento molto importante è quello di non demandare il problema della nostra salute ad altri, imparando ad ascoltare il nostro corpo, non avvelenandolo più con medicine e preparati – sia chimici che naturali – ma ricorrendo, in caso d’intossicazione, alla pratica naturale più vecchia del mondo: il digiuno.
Affinando ancor più il tiro vi è la scelta CRUDISTA. Questa scelta è dettata prevalentemente da motivi salutisti, poiché la cottura dei cibi porta ad un impoverimento di tutti quegli elementi fondamentali per una buona e corretta nutrizione (vitamine, sali minerali, ecc.).
In natura non esiste l’albero del cibo cotto e l’uomo è l’unico essere che cuoce i cibi.
Facendo cuocere i cibi, oltre ad ammalare noi stessi, facciamo ammalare anche i nostri amici animali che costringiamo in cattività in uno stato per loro innaturale.
Il trionfo del Biocentrismo avviene praticando una scelta pressoché impossibile da attuare continuando a vivere in questa “società impazzita”. Questa scelta è il FRUTTARISMO SIMBIOTICO.
Consiste nel mangiare solo frutta fresca biologica, colta dall’albero, possibilmente matura, un attimo prima che cada a terra, avendo cura di sputare i semi ad una certa distanza al fine di contribuire alla nascita di nuovi alberi.
Le motivazioni per questa scelta d’altissimo profilo sono sia etiche (non danneggiamo e non facciamo male nemmeno al ciuffo d’insalata, tanto meno agli animali), sia salutiste (la frutta è l’alimento ideale per l’alimentazione umana – basterebbe conoscere l’anatomia e la fisiologia comparata), sia ecologiche (in questo modo contribuiremmo al risanamento del pianeta bloccando il degrado e la distruzione prossima ventura, vivendo in perfetta SIMBIOSI con la natura).
Moltissimi degli “esperti ufficiali” specialisti in scienze dell’alimentazione – i “Baroni in camice bianco” – affermano che questa dieta porterebbe in breve tempo ad una serie di gravissime mancanze di proteine, vitamine e sali minerali.
Peccato che facciano finta di non sapere o non sappiano che il latte umano è il cibo fondamentale, ideale e più completo per la dieta del neonato. Questo cibo porta in solo sei mesi a far raddoppiare il peso del corpo del neonato stesso. Cento grammi di questo tipo di latte hanno un contenuto proteico pari a 0,9 grammi di cui solo 0,7 grammi bio-disponibili. Recenti studi compiuti dai ricercatori americani all’avanguardia sostengono che una persona con la corporatura media attorno ai 70 chili deve consumare giornalmente 15 – 20 grammi di proteine. Una quantità superiore conduce nel tempo a malattie cardiache, degenerative e rischia di compromettere i reni in modo irrimediabile. Riguardo ai sali minerali e alle vitamine assimilabili dal corpo umano anche gli studi più “trogloditi” affermano che la frutta cruda è quella che contiene tutte queste sostanze in gran quantità ed armoniosamente distribuite.
Ancora questi cosiddetti “esperti” non hanno probabilmente mai letto il rapporto redatto dai “medici europei contro il cancro” che afferma che la frutta e la verdura cruda sono il cibo ideale anticancro.
Inoltre si rifiutano di credere che si possa vivere di solo frutta per alcuni anni. Peccato per loro che nell’Australia Nord Orientale esista un gruppo di fruttariani che da oltre trenta anni si nutrano in questo modo continuando ad avere ottima salute e che in Italia vi siano alcune persone che da oltre dieci anni vivano benissimo avendo adottata questa dieta. Io stesso per tre anni ho vissuto benissimo adottando questo modello alimentare e guarendo una serie di malattie che mi portavo dietro da oltre trenta anni.
Sempre in Italia esistono alcune persone alle quali sono state riscontrate malattie degenerative di vario tipo che, dopo un digiuno a sola acqua, sono passate ad un regime fruttariano o vegano-crudista. Dopo alcuni anni di questa dieta e senza fare nessuna delle cure ufficiali stanno benissimo e vivono serenamente. Se questi cosiddetti “esperti” volessero documentare ed approfondire l’argomento resto a loro completa disposizione.
LE DIFFICOLTA’ PER COMPIERE QUESTE SCELTE SONO SOLO DI TIPO SOCIALE perché le sollecitazioni che ora c’inducono a vivere in modo innaturale e nocivo sono continue e le credenze errate che ci condizionano sono moltissime
Non dimentichiamo che tutta l’informazione è sotto il CONTROLLO FERREO delle industrie che producono malattie (alimentari, chimico-farmaceutiche, inquinanti, ecc.) quindi alcune notizie NON DEVONO PASSARE IN ALCUN MODO.
Chi ha provato ad attuare questi modelli alimentari e di vita può testimoniare che la salute è migliorata moltissimo, spiritualità e armonia sono cresciute enormemente.
IL VEGETARISMO E’ UNA SCELTA ETICA.
LA SCELTA VEGANA E CRUDISTA, OLTRE AD ESSERE UNA SCELTA ETICA ED ECOLOGICA,
GUARISCE IL NOSTRO CORPO ED NOSTRO IL PIANETA TERRA.

Estratto da : http://www.vegetarian.it/mra.php?id=biocentrismo&rid=mra

Raw Food

Ubuntu Fruit
CONDIVIDI
Articolo precedenteIl cambiamento! Un esperienza per l’anima
Articolo successivoTorta di mele crudista
Luca Speranza, ricercatore e studioso di vita Naturale, benessere olistico e spiritualità. Sperimento e applico su di me, rimedi e sistemi semplici per ottenere o recuperare salute e benessere. Promuovo il Bio Movimento, alimentazione Fruttaliana (frutta e vegetali), scelte ecologiche e spiritualità attiva. Fondatore del progetto Ubuntu-Fruit, per la Rievoluzione armonica umana. Personal training, istruttore di Atletica leggera, Insegnante di autodifesa e Pancrazio. Master BMR (Bio Movimento Rievolutivo) Gestisco anche i siti www.innerclean.it e www.fruitness.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here