Resistere al terremoto con le case di legno e paglia

377
0

In questi giorni purtroppo si parla molto di terremoto, ma pochissimo si discute riguardo una vera prevenzione antisismica di sicurezza per le case

Gli amici che ci seguono da più anni sanno del nostro progetto di comunità fruttaliana, ecologica autosufficiente Ubuntu fruit che si occupa anche di costruzioni naturali o con materiali di riciclo o del posto a km 0 come le case in terra cruda . In questo nostro percorso di ricerca ed applicazione ci direzioniamo verso case fatte in legno e mattoni di paglia compressa,  resistenti, elastiche, flessibili, economiche e facili da costruire, ma sopratutto antisismiche.

Sono soluzioni abitative che resistono molto meglio di pietra e cemento a terremoti anche di alta magnitudo come potete vedere qui di seguito in alcuni video di test verificati su costruzioni in legno, o misti con paglia (fibre vegetali compresse) .

Il prossimo video è su una casa costruita con sistema X-lam Questa Casa di legno di sette piani, realizzata nei laboratori Ivalsa Cnr di San Michele all’Adige (Trento) grazie ad un progetto di ricerca finanziato dalla Provincia autonoma di Trento, ha resistito con successo al test antisismico considerato dai giapponesi il più distruttivo per le opere civili: la simulazione del terremoto di Kobe (magnitudo 6,8)

Questo invece il video di una struttura in cemento armato, osservate le conseguenze e rapportatele alla casa di legno

Qui un altro video su strutture di concezione diversa costruita in legno:

Nel video seguente, invece potrete vedere un test presso l’università del Nevada per definire la capacità di resistenza alle scosse di un’abitazione di paglia: soluzione economica e sicura.
Il modello di immobile (Pakistan Straw Bale and Appropriate Building, PAKSBAB) è frutto di studi per la ricostruzione noprofit dopo i terremoti e il test ha sottoposto il prototipo a un’intensità sismica simulata, superiore a quella registrata in Pakistan nel 2005. Nel 2005 infatti il Pakistan ha subito un terremoto che ha causato più di 128.000 persone e distrutto 600.000 abitazioni.

E con questo speriamo di aver sensibilizzato a riguardo costruzione di casa di paglia e legno, stimolandone maggiormente l’uso in futuro.

Grazie

 


Ubuntu Fruit

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here