Igienismo e dieta senza muco?

Uno spazio dedicato alla figura e il personaggio del maestro Arnold Ehret, per il suo lavoro di sviluppo, ricerca e sperimentazione su benessere e salute.
monte79
Messaggi: 17
Iscritto il: 27/07/2011, 6:55
Località: Bologna
Contatta:

Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da monte79 » 29/03/2012, 6:56

Ciao a tutti,
volevo chiedere chi mi sa spiegare quali sono le differenze tra Igienismo e la dieta senza muco?
Da quello che ho visto e letto mi sembrano molto simili.
Grazie

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2624
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Luca » 04/04/2012, 13:21

Forse sarebbe meglio dire fra igienismo ed ehretismo...
in quanto l'igienismo è un... diciamo.....sistema di vita ,
mentre la dieta senza muco è praticamente una dieta vegetale,... quella che noi chiamiamo dieta fruttaliana(frutta e verdura).

Ci sono molte similitudini e di base hanno in comune molte impostazioni e punti di vista come quello della pulizia interna e dei digiuni.
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

monte79
Messaggi: 17
Iscritto il: 27/07/2011, 6:55
Località: Bologna
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da monte79 » 05/04/2012, 12:08

Ciao Luca,
ma allora perchè creare due filosofie diverse, perchè dobbiamo sempre frammentare e mai unire?
Mi sembra sempre che uno deve far vedere di essere meglio dell'altro.
Mi sembra una cosa talmente ovvia e naturale, che sembra spaventare!

Luca Siqur Salute

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Luca Siqur Salute » 05/04/2012, 14:03

Ciao Monte79,

c'è molto di sensato in quello che dici e in linea di principio condivido pienamente, ma così va il mondo e tant'è...

Sicuramente, se penso a quale potente impatto avrebbe tutto l'universo vegetariano-vegano-fruttista-crudista-ehretista-igienista-mangiaqualsiasicosapurchèsiasananaturaledetica/ista...se fosse unito in un intento comune senza settarismi e sterili prese di posizione, definisco il tuo ragionamento è inattaccabile.

Alla fine penso anche che è nella natura umana cercare appartenenza ad un gruppo, ad una tribù, a un partito, a un movimento alimentare.

Personalmente, da onnivoro fino all'altro ieri, pur ragionando da tempo sulla opzione di cambiare dieta, mi sono convinto al grande passo dopo avere avuto a che fare con Silver e Luca per banalissime questioni di lavoro...cordiali, simpatici, alla mano, senza alcuna pretesa di essere gli unici a sto mondo che hanno capito come bisogna alimentarsi!

Con Luca ci siamo pure conosciuti di persona, io veneto e lui romano...che devo dirti...ci siamo divertiti alla grande in mezza giornata passata insieme e non si è mai sognato di tentare di convincermi che dovevo mangiare frutta o che i vegani sbagliano e che i vegetariani non capiscono un tubo!

Voglio dire che, se tutti abbandonassero posizioni preconcette e fossero un po' più easy, probabilmente sarebbe tutto più facile, ma dubito fortemente che ciò accada!

Da parte mia mi limito a mangiare frutta senza tentare di convincere chi mi mangia (giustamente) lo spiedo in faccia che dovrebbe cambiare dieta.

Un caro saluto.

Avatar utente
Varda
Messaggi: 287
Iscritto il: 23/04/2011, 21:36
Località: Carmignano (PO)

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Varda » 05/04/2012, 15:46

Si potrebbe essere uniti nella diversità... 8-)

E' giustissimo ciò che dici, LucaSS. E' pure sacrosanto che ognuno scelga il suo stile unico e personale, per rispondere a Monte79, ma sarebbe anche intelligente portare avanti in ogni modo possibile progetti etico-salutistici comuni con chi ci assomiglia e condivide in larga parte ciò che siamo e come agiamo. Ce la faremo ?
"Ci sono solo due modi di vivere la vita: uno è il modo giusto, l'altro è quello sbagliato.
Il modo giusto consiste nel dare, nel dividere quello che si ha, nell'amare.
Il modo sbagliato è quello di prendere, di sfruttare, di accumulare"

Osho

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2624
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Luca » 05/04/2012, 15:52

Fruttalia vuole essere un punto di aggregazione flessibile ed elastica... :D
Una filosofia tollerante che possa essere di esempio armonioso di divulgazione di un pensiero sano e naturale che accomuna, tante persone e filosofie, ma come dice saggiamente Lucass non si vuole convincere nessuno , ma solo vivere il sogno di quello che potrebbe essere un nuovo mondo, in cui si possa cooperare un po di più ;) :D

Ovvio che esistono delle prese di posizione e dei punti di vista....ma si accetta e promuove il dialogo costruttivo...abbiamo tutti molto da imparare chi in un modo chi in un altro
Pensarla tutti uguali non è il massimo quindi ben vengano le diversità..... :D
L'importante come dice giustamente Andrea è essere uniti anche nelle diversità 8-)
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

monte79
Messaggi: 17
Iscritto il: 27/07/2011, 6:55
Località: Bologna
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da monte79 » 06/04/2012, 6:43

La mia non voleva essere una critica a questo forum, era più una mia riflessione, perchè ponendo la stessa domanda in altri forum ho notato una chiusura, mentre in questo forum noto una notevole apertura.
Grazie :D

flib
Messaggi: 11
Iscritto il: 18/03/2011, 14:10

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da flib » 06/04/2012, 8:47

monte79 ha scritto:Ciao a tutti,
volevo chiedere chi mi sa spiegare quali sono le differenze tra Igienismo e la dieta senza muco?
Da quello che ho visto e letto mi sembrano molto simili.
Grazie
La risposta ti potrebbe arrivare facilmente leggendo i libri di Ehret (in particolare Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco), quelli di Silvio e Luca (Fruttalia), quelli di Shelton e magari anche quelli di un igienista attualmente vivente e molto attivo come Valdo Vaccaro. :)

Ma la risposta potrebbe non essere qualla che cerchi tu... :shock:

Di solito queste domande le pone chi cerca di animare discussioni normalmente inutili. Si parte da una domandina apparentemente banale e ci si costruisce sopra una discussione senza fine, uno risponde che la dieta senza muco è verde mentre quella igienistica è rossa e l'altro dice che non è d'accordo perchè secondo lui è il contrario. Uno dice che sono uguali e l'altro che sono completamente diverse, e così via...

Mi piacerebbe sapere da te cosa hai letto sull'igienismo e/o sulla dieta senza muco, quali testi e la motivazione per la quale le reputi "molto simili".

Per darti la mia opinione considero una dieta igienista una valida "dieta di transizione".

monte79
Messaggi: 17
Iscritto il: 27/07/2011, 6:55
Località: Bologna
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da monte79 » 06/04/2012, 11:46

Ciao Flib,
è proprio perchè ho letto i libri di Ehret e quello di Fruttalia e ora sto leggendo dei libri sull'Igenismo che mi pongo queste domande. E' circa 1 anno e 1/2 che seguo l'alimentazione di Ehret e nell'ultimo mese sto cercando di passare al crudo e alla sola frutta nel pasto di mezzogiorno, inoltre ho iniziato a fare brevi digiuni.

Luca Siqur Salute

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Luca Siqur Salute » 06/04/2012, 12:16

Varda ha scritto:Si potrebbe essere uniti nella diversità... 8-)
Ce la faremo ?
No.

E questo è pacifico.

Non è cinismo ma realismo.

Il mondo non si cambia, peró puoi provare col tuo vicino di casa.

Quando mi chiedono cosa vorrei facesse mio figlio da grande rispondo: la brava persona. Perché figli di p*****a c'è n'è già troppi.

ecoarmonie
Messaggi: 26
Iscritto il: 28/12/2011, 10:30

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da ecoarmonie » 17/04/2012, 16:31

monte79 ha scritto:Ciao Luca,
ma allora perchè creare due filosofie diverse, perchè dobbiamo sempre frammentare e mai unire?
Mi sembra sempre che uno deve far vedere di essere meglio dell'altro.
Mi sembra una cosa talmente ovvia e naturale, che sembra spaventare!

I fisici quantistici hanno rilevato che nel momento in cui sono "maturi i tempi", molte persone in diversi luoghi nel mondo giungono alle stesse conclusioni o a qualcosa di molto simile.

Ehret e Shelton, seppur non esattamente contemporanei, in quel particolare momento storico della prima metà del 900 hanno studiato e applicato degli stili alimentari (e di vita) abbastanza simili.

Quello che dovremmo fare noi, a distanza di così tanti anni, è per l'appunto sommare le esperienze dei due studiosi e quelle di tanti altri venuti dopo di loro senza etichettarci in comodi e sicuri angolini, ma tenere la mente e il cuore aperti.

stefanotorcellan
Messaggi: 204
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da stefanotorcellan » 11/07/2012, 13:53

Ciao a tutti,
Questa è una lettera critica sull' Ehretismo, di un mio amico igienista, DANIELE BRICCHI, dalla quale si possono capire alcune differenze tra Ehretismo ed Igienismo.

Questa lettera è andata a finire anche nel " Arnold Ehret Italia: Forum", ed è stata oggetto di parecchie critiche.

ANALISI CRITICA DEI LAVORI DEL PROF. ARNOLD EHRET.
OSSERVAZIONI E CONTESTAZIONI DI PARTI E CONTENUTI DEI LIBRI: “IL SISTEMA DI GUARIGIONE DELLA DIETA SENZA MUCO” E “DIGIUNO RAZIONALE”. di Daniele Bricchi.


Ho più volte sentito parlare di Arnold Ehret come di un autore igienista naturale.
Io, invece, sono convinto che egli non possa essere rappresentativo del sistema Igienista Naturale e che tale fraintendimento e confusione non sia nemmeno esente da rischi per il lettore profano.
E' indubbio che tra il sistema di Ehret e quello igienista vi siano similitudini e che i suoi scritti siano interessanti e utili, tuttavia mi preme sottolineare l'importanza di saper distinguere, discernere, quando siamo alle prese con i sui scritti. Dipende molto dalla preparazione del lettore, perché vi sono, fra i concetti che Ehret esprime, molte posizioni discutibili, spesso in netto contrasto con l'igienismo naturale e in alcuni aspetti, certe posizioni, sono a mio parere anche marcatamente pericolose.

RIGUARDO AL DIGIUNO


Salvo prove contrarie, gli igienisti hanno una esperienza tale sul digiuno che altre correnti non avvicinano. Esperienza ottenuta semplicemente per averne fatto lunghissima e corposissima esperienza in moltissime cliniche sia negli U.S.A. che altrove durante moltissimi anni. Notevoli e documentati sono gli incidenti e i danni anche seri causati da pratiche di digiuno meno sicure e collaudate. Sono morti anche dei medici a causa della loro scarsa esperienza. Si suppone che gli igienisti abbiano sviluppato il modo per trarre i massimi benefici col minimo di rischio nel condurre e interrompere il digiuno idrico (solo acqua).
L'interruzione del digiuno è la parte più delicata di questa pratica.

Alcuni anni fa un uomo di 57 anni mi contattò per avere una anamnesi igienista personalizzata. Venne accompagnato dalla moglie, erano in ansia e abbastanza preoccupati. Egli, mi raccontò, che era affetto da problemi cardiaci che da alcuni anni fronteggiava con graduali e costanti miglioramenti dovuti a scelte di campo apprese da libri e siti dell'area di medicina alternativa. Era riuscito a eliminare con successo e soddisfazione anche tutti i farmaci che i cardiologi avrebbero voluto che lui assumesse per tutta la vita. Il suo percorso, appassionato e fiducioso grazie ai molteplici vantaggi ottenuti, continuava con la convinzione di avere ancora risultati da raggiungere. Un giorno volle sperimentare il digiuno breve e autogestito seguendo il metodo di Ehret. A quel punto accadde l'imprevisto perché la sua salute ebbe un contraccolpo col manifestarsi di un serio scompenso cardiaco, il ricorso degli specialisti in cardiologia, molta paura e la riutilizzazione di farmaci chimici. Ricadde nella dipendenza dai farmaci che aveva da tempo con successo abbandonato. Da rilevare è anche il fatto che non fu più in grado di riconquistare quel gradino di indipendenza dal farmaco. Di fatto, le sue condizioni di salute erano peggiorate. Il morale non era alto.
Nella mia esperienza personale ho seguito il digiuno igienista di varie persone con problemi cardiaci, ex infartuati, incluso un portatore di "stent" e non ho mai avuto casi di peggioramenti di sorta, ma evidenti miglioramenti. Cercai di capire che cosa era accaduto a questo signore. Quando arrivai ad esaminare il modo in cui aveva digiunato leggendo i libri di Ehret mi misi le mani nei capelli e capii cosa era accaduto. Aveva interrotto il digiuno in maniera impropria e le sue condizioni non lo potevano permettere. Sapevo che errori nel percorso di digiuni brevi non rappresentavano grossi rischi, ma con l'esperienza mi accorgo sempre di più che questo vale solo per persone di salute ed energia media e buona, mentre per le persone che vivono situazioni più delicate, anche l'errore commesso in un digiuno breve può arrecare dei danni anche seri.

Mi ripromisi di tentate di contattare il curatore delle opere di Ehret per parlare della cosa, suggerire, per le eventuali ristampe una postilla, una nota introduttiva, qualcosa che aiutasse il lettore a discernere, in modo di poter prendere dal libro tutto il buono e andare invece cauti nella parte sul digiuno o rimandare addirittura gli interessati ad opere di comprovata autorevolezza nel campo del digiuno igienista. L'opera di questo autore è meritevole, ma penso che nella sicurezza del digiuno e su altri aspetti di carattere generale, era meno preparato di altri suoi contemporanei. Morì giovane e mi piace pensare che se avesse potuto fare più esperienza forse avrebbe modificato alcune tesi riguardanti sia l'interruzione del digiuno che di altre cose.
Per confrontare i metodi di digiuno proposto da Ehret con quello degli autori igienisti vedi i libri:
"Il Digiuno può Salvarvi la Vita"
"Il digiuno per rinnovare la vita",
"Il digiuno per la salute" di Shelton,
"Il Digiuno Terapeutico"
"Il_segreto di Igea - guida pratica al digiuno autogestito" del dr Magnano, edizioni M. Manca.
Qui di seguito, espongo una serie di posizioni che sono espresse nelle opere “Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco” e “Digiuno Razionale” del Prof. Arnold Ehret.
(1) = tratto dal libro: “Il sistema di guarigione della dieta senza muco”.
(2) = tratto dal libro: “Digiuno razionale”

Ehret nei suoi libri scrive:
-(1) pag.130.”gli alimenti per interrompere il digiuno per alcuni giorni devono avere funzione lassativa e non nutritiva”.
-(2) pag.48 se il digiuno è correttamente interrotto, la persona passerà più tempo sul water che sul letto la notte successiva, adducendo che in questo modo ci si pulisce. Per gli igienisti ciò dimostra invece una errata interruzione del dig., la diarrea in quel caso denota un immediato e disperato tentativo di difendersi da un insulto fisiologico, una azione difensiva di emergenza resasi necessaria dopo avere subito una azione invasiva. Il sistema digestivo, la disponibilità enzimantica, i succhi gastrici non sono disponibili "a comando" né per improvvise e massicce dosi di cibo, né per alimenti inadeguati, di compromesso, devitalizzati ecc..

- (1) pag. 19. Ehret suggerisce ad un amico l'interruzione di un digiuno di 18 giorni con una quantità abnorme di frutta, (un kilo e mezzo di fichi). Il fatto che l'amico da quel momento non balbettò più, venne riportato come la prova dell'efficacia del digiuno e di quel tipo di interruzione. Io penserei piuttosto all'effetto di un trauma (causato da una brusca interruzione del dig) conclusosi in modo fortunoso. In ogni modo, per interrompere il digiuno, gli igienisti concedono poche centinaia di grammi di frutta poco concentrata come gli agrumi...mai kg di frutta né cibo cotto, né cereali, specie nei primi pasti.


-(1) pag 162 – 163 Ehret descrive gli “effetti” spiacevolissimi e il rischio che ha corso a causa di una interruzione di un digiuno con 1 kg d'uva e 2 litri di succo d'uva e come fortunatamente il vomito e la diarrea scongiurarono un nefasto esito. Ehret scrive: “ho mangiato un kilo d'uva dolcissima e bevuto due litri di succo d'uva fresco e dolce, fatto con l'uva migliore e più meravigliosa.....quasi immediatamente mi sono sentito come se stessi per morire! Sono stato sopraffatto da sensazioni terribili—palpitazioni al cuore—forti vertigini, che mi costringevano a stare sdraiato e in preda a forti dolori allo stonaco e agli intestini. Dopo dieci minuti, avvenne il grande evento---una diarrea schiumosa e vomito mucosi e schiumosi di succo d'uva con muco dall'odore acido, e poi l'evento più grande di tutti! Mi sono sentito così meravigliosamente bene e forte che immediatamente ho fatto esercizi per 326 volte consecutivi. Tutte le ostruzioni erano state rimosse”. Evidentemente egli confuse gli effetti provati dopo l'evacuazione d'urgenza effettuata dal suo corpo. Per noi igienisti è una comune sensazione di euforia e eccitamento accidentale spiegabile dall'effetto stimolante resosi necessario (vomito e diarrea acuti) per uscire da una emergenza (unita al sollievo di averla scampata bella). Crisi di eliminazione acuta iniziata dal corpo grazie alla sua intelligenza somatica. Poco a che fare con le ostruzioni rimosse. Ehret non conosceva la fisiologia del digiuno.


-(2) pag. 48 Da notare che due anni dopo Ehret scisse il suo libro “Digiuno razionale” e descrisse la stessa situazione della sua interruzione del digiuno con due litri di succo d'uva, omettendo però di riferire delle spiacevoli sensazioni, dei forti dolori e quindi dei rischi corsi.

-(1) pag. 129. (2) pag. 47 e 48. Ehret propone di interrompere il digiuno con cibo cotto, spinaci stufati, cereali cotti, pane tostato, crauti in salamoia, purganti, lassativi e clisteri
Sostiene anche che la frutta non è indicata nella ripresa del digiuno e che nessun frutto dovrebbe esser assunto per un lungo periodo dopo aver interrotto un digiuno
Tutti questi elementi sono in netta contrapposizione con quanto risulta dalla esperienza igienista.
-(2) pag:22 Ehert sostiene l'uso di lassativi e fa pubblicità ad “un purgante innocuo” (innerclean) di propria ideazione e creazione.
-(1) pag. 102 Ehret dice che: “un buon aiuto per l'eliminazione è “innerclean” un innocuo composto vegetale, perfezionato da me, il più efficiente regolatore intestinale conosciuto”.
In realtà gli igienisti considerano invasivi e innaturali le pratiche delle purghe e dei clisteri che sono usati solo in circostanze particolari e assai rare. Nella maggior parte dei casi queste pratiche non rimuovono le vere cause e non sono nemmeno esenti da effetti indesiderati.
-(2) pag. 44 (1) pag. 132. Ehret critica chi digiuna bevendo solo acqua e dichiara di aver somministrato a tutti i suoi digiunatori limonata, dolcificata con un po di miele o zucchero di canna grezzo o succhi di frutta. Definisce “digiuno” anche l'assunzione di vegetali cotti. Nel digiuno igienista non vi è alcuno spazio per gli zuccheri di estrazione e consideriamo il digiuno idrico (solo acqua) spesso opportuno se assistito da persone competenti, mentre l'assunzione di piccole quantità di cibo è una pratica che prende il nome di “semidigiuno” opp. “digiuno mitigato” opp. “dieta depurativa”.
-(1) pag. 131. Sempre riguardo all'interruzione del digiuno Ehret dice:”se il primo pasto non causa nulla di spiacevole, potete mangiare finché volete”. In realtà gli igienisti raccomandano cautela e moderazione per un periodo adeguato alla lunghezza del digiuno e SEMPRE con la raccomandazione di non avere fretta.
-(1) pag. 132 Ehret suggerisce di fare un clistere e se necessario di interrompere il digiuno nel caso qualsiasi sensazione strana dovesse sopraggiungere. Per gli igienisti interrompere il digiuno durante una “crisi eliminativa” non è quasi mai indicato perché essa tenderebbe a bloccarsi, mentre sono proprio tali reazioni che noi auspichiamo avvengano e che si concludano spontaneamente.
-(1) pag 128. “Ogni paziente può fare 2 o 3 giorni di digiuno senza alcun danno, senza riguardo a quanto gravemente ammalato possa essere”. Consigliare a tutti un digiuno autogestito, indipendentemente dalla preparazione e dalle condizioni di salute del soggetto, è a mio avviso pericoloso e avventato.
-(1) pag.125 Ehret non è contrario all'attività fisica durante il digiuno e cita l'esperienza di un suo digiunante che percorre 45 miglia tra le montagne durante il suo ventiquattresimo giorno di digiuno. Gli igienisti naturali associano il digiuno al riposo assoluto.
-(1) pag.123 e 125 In sostanza Ehret ci mostra il corpo umano solo come un impianto idraulico i cui condotti possono essere puliti o sporchi. L'effetto del digiuno secondo Ehret, sarebbe spiegabile come l'effetto di una “spremitura” che butta fuori il muco e l'effetto di una interruzione del digiuno con abbondante cibo, un altro modo per produrre una raschiatura interna come quando si butta un acido per sturare un lavandino. Una versione oltremodo meccanicistica che non considera i molteplici meccanismi biochimici, fisiologici e psicologici dell'organismo umano.
Il digiuno è uno strumento formidabile e potente, ma purtroppo se mal fatto può arrecare più danni che benefici. Ogni volta che capita un incidente, la notizia viene usata per discreditare il metodo nel suo insieme perché le persone, i giornalisti, la classe medica sono ignoranti in materia e fanno di tutta un erba un fascio. Quindi, ogni incidente, fosse anche uno su mille, (mi risulta purtroppo che il numero di incidenti nel digiuno sia maggiore) oltre a creare un danno alla persona vittima di informazione non corretta, arreca pure un danno alla collettività per il pessimo effetto mediatico ponendo ulteriori ombre su questo grande metodo salva-vita.
ARNOLD EHRET SOSTIENE CHE LA VITA E LA SALUTE DIPENDANO QUASI ESCLUSIVAMENTE DAL CIBO, DANDO POCO PESO AGLI ALTRI ASPETTI SU CUI LA VITA SI FONDA.
Il titolo del suo libro “il sistema di guarigione della dieta senza muco” è già abbastanza indicativo che si tratta di un approccio esclusivamente nutrizionale.
-(1) pag 26 Ehret dice: “questa dieta può guarire ogni caso di malattia senza digiuno, tuttavia ci vorrà più tempo”.
Noi igienisti sosteniamo che il digiuno salva molte vite sia perché a volte non ci sarebbe neppure il tempo di fare null'altro, ma anche perché certe cose si possono sbloccare solo con un programma che comprende il digiuno.
-(2) pag. 34 Ehret dice: “ sono guarito da grave malattia con un trattamento dietetico”.
-(1) pag. 123 e (2) pag. 41 Ehret dice: “la natura dimostra e insegna che esiste una sola malattia e che è causata dal modo in cui ci si alimenta.
-(2) pag 39 Ehret dice: “La quasi totalità delle malattie sono dovute ad abitudini alimentari sbagliate.
-(1) pag.69 Ehret dice: “Salute e malattia dipendono quasi esclusivamente dalla dieta.
-(1) pag.77 Ehret dice: “ Nel cibo (dieta) risiede il 99,99% delle cause di tutte le malattie e di ogni tipo di salute imperfetta.
Gli igienisti invece insistono nel dire che la salute e la malattia dipendono dall'osservanza o meno di tutti quei fattori o agenti naturali sulla quale la salute si fonda quali: il tipo di nutrizione più adatto alla nostra specie, un adeguato rapporto con aria, luce, sole, calore, esercizio, riposo, influssi psicologici, emozionali, spirituali, gli aspetti abitativi, lavorativi, ecc., una ricerca e consapevolezza delle cause a 360 gradi, insomma, una visione globale della vita. Personalmente mi sono convinto da molti anni che all'interno dell'area igienofila, si sia ampiamente diffusa l'idea che l'igienismo sia “alimentazione” e che il cibo sia il centro della vita. IO INSISTO NELLO SPIEGARE CHE QUESTO E' IL FRAINTENDIMENTO PIU' ENORMEMENTE DIFFUSO E CHE CAUSI UNA LUNGA SERIE DI DELUSIONI E FALLIMENTI ECLATANTI. E' ovvio che vi sono casi di guarigioni portentose tra coloro che riformano sopratutto l'alimentazione, ma i risultati potrebbero essere decisamente migliori e molto più frequenti se vi fosse una consapevolezza più equilibrata dei concetti che influenzano il corso della vita.
ARNOLD EHRET ATRIBUISCE AL CIBO PROPRIETA TERAPEUTICHE.
-(1) pag. 143 Ehret dice: “La frutta guarisce”: pag 77 pag 108 e pag. 111, si asserisce a effetti terapeutici attribuiti al cibo. Gli igienisti precisano che anche il miglior cibo non “cura” le malattie, ma è semplicemente il miglior carburante. Noi igienisti sosteniamo che rimuovendo le cause di una cattiva nutrizione diamo maggiore possibilità all'organismo di autoripararsi e che la capacità di guarire sia prerogativa esclusiva dell'organismo.
-(1) pag. 110 Ehret attribuisce al sale (cloruro di sodio) proprietà benefiche, mentre gli igienisti lo considerano un veleno da evitare o da usare con la massima moderazione.
-(2) pag 35. Ehret sostiene che sarebbe l'ideale alimentarsi sin da bambini di frutta e null'altro per esser certi di non sviluppare alcuna malattia, ne sintomi di vecchiaia. La tesi secondo cui l'uomo dovrebbe nutrirsi esclusivamente di frutta è nettamente rigettata dalla stragrande maggioranza degli igienisti e personalmente ritengo che il solo insinuare che si possa tentare di crescere un neonato con una alimentazione STRETTAMENTE vegana/fruttariana, escludendo anche ogni supplemento o integrazione è piuttosto azzardato e poco responsabile. Non ci risulta che ne' Ehret ne' altri, abbiano mai cresciuto bimbi in questo modo e chi ci ha provato è andato incontro a problemi di piccola o grande entità prima di abbandonare tale metodica. Per gli igienisti il programma nutrizionale, oltre alla frutta deve includere i vegetali, la frutta essiccata, i semi oleosi e la gamma delle noci. Nel menu di “transizione igienista” o di “compromesso”, sono ammessi anche alimenti non propriamente adatti all'uomo. A seconda dell'orientamento e condizioni del soggetto questi alimenti “di compromesso” da usare comunque con moderazione e possibilmente nel rispetto delle combinazioni alimentari sono: sottoprodotti di origine animale (se la persona non ha fatto la scelta vegan), vegetali cotti, legumi, cereali.
Da notare che nei suoi scritti il Prof. Ehret non scrive mai la parola “igienismo” ne fa alcun riferimento al movimento igienista americano che pure doveva conoscere considerato il fatto che tale movimento si era diffuso molti anni prima della stesura dei suoi libri. Non dichiara mai di aver imparato qualcosa dagli igienisti. Non sapiamo se ciò sia dovuto ad una sua precisa volontà di ignorare o di distinguersi da tale scienza di salute, tuttavia Ehret cita in (2) pag. 13 e in altri punti, il Dr. Sylvester Graham. (eminente igienista e riformatore americano operativo dal 1829) senza fare nessun accenno al suo lavoro di riforma igienistica, ma ricordandolo solamente come colui che inventò il cosiddetto “pane di Graham” considerato meno nocivo e meno produttore di muco dei comuni pani dell'epoca.
Altre affermazioni che contrastano nettamente con l'igienismo e col buon senso sono:
-(1) pag.153 Ehret dice: “Quando nasce un genio è sempre maschio.
-(1) pag.153 Ehret dice che la conoscenza è contenuta solo nel suo libro: “Il sistema di guarigione della dieta senza muco”.
-(2) pag. 13 Ehret dice: “la carne, l'alcool, il caffè, ed il tabacco sono a lungo termine relativamente inoffensivi, FINCHE' CONSUMATI CON MODERAZIONE.
Per concludere voglio aggiungere che lo stesso concetto di una teoria fondata sul muco è già di per sé fuorviante e privo di visione d'insieme. La presenza di muco è una delle tante reazioni osservabili che conseguono a uno stile di vita sbagliato, ma nulla di più. Sono convinto che la teoria della TOSSIEMIA ED ENERVAZIONE sia una teoria molto più globale sensata e matura. Teoria formulata dal Dr. H. Tilden spiegata nella sua opera “Tossiemia”. Al Dr. Tilden va il merito di aver messo in chiaro in ambito igienista il concetto di Tossiemia che per gli igienisti naturali, è la “causa primaria di malattia”.
Oltre ai testi già citati nell'articolo aggiungo i seguenti titoli classici basici sul sistema igienista:
“Introduzione all'Igiene Naturale” H.M.Shelton
“Il Sistema Igienistico” H.M Shelton
“Assistenza igienica ai bambini” H.M.Shelton
“Nutrizione Superiore” H.M.shelton
“Esercizio” H.M.Shelton
“La facile combinazione degli alimenti” H.M.Shelton
“Danni causati da vaccini e sieri” H.M.Shelton
“Le compatibilità alimentari” D.Meiren
“A tutta Salute” H.M.Diamond

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Silver » 24/07/2012, 20:40

stefanotorcellan ha scritto:Questa lettera è andata a finire anche nel " Arnold Ehret Italia: Forum", ed è stata oggetto di parecchie critiche.
Critiche da parte di chi? e perché poi visto che è una dichiarazione di differenza tra il pensiero di ehret e l'igienismo?

Per quanto io non sia sempre in linea con i dettami igienisti riconosco che hanno molto da insegnare a tanti.
Questa lettera, che io trovo intelligente, corretta e precisa, descrive molto bene la differenza tra i due sistemi e, ancora una volta e anche da altri punti di vista, si denota quanto Ehret abbia avuto ancora da definire meglio i suoi studi, e specialmente su alcuni punti e completare riferimenti ad altri aspetti importanti per la salute (mente, spirito, ambiente).

Chi pretende di trovare in Ehret la verità assoluta che non dev'essere modificata è, a mio avviso, schiavo di una linea di pensiero che ormai sappiamo da dove deriva.

Fruttalia è nata dagli studi di Ehret, e gliene siamo virtualmente grati, ma è evoluta (non mi stancherò mai di usare questa parola in questo contesto) proprio in virtù di evidenze moderne non opinabili. Chiudere gli occhi a tali scoperte e non adeguarsi è un atteggiamento infantile.

Per quanto i libri di Ehret siano più famosi e ricercati di Fruttalia, non è possibile negare l'evidente completezza di quest'ultimo rispetto ai primi.

Più in generale, chiunque smette di approfondire lo studio della vita, chi usa il pregiudizio verso chi la pensa diversamente e si arrocca in posizioni distanti, è destinato ad essere superato dalla storia.

Abbiamo sempre dichiarato che Fruttalia è un metodo in evoluzione e crescerà quanto la comunità stessa di fruttaliani lo farà diventare grande.

Ci tengo a precisare che Ehret rimane lodevole nella sua linea comunicativa molto schietta e semplice. E' bella la scelta di scrivere un libro come se fossimo dei suoi allievi, per esempio.
Lodo Ehret anche per il suo spirito pragmatico che ha sempre voluto provare di persona ciò che diceva.
E lo apprezzo come uomo che ha voluto rendere concreto il suo aiuto aprendo una clinica ed aiutare le persone.
Fruttalia ha preso tutto il buono che Ehret ha mostrato e dimostrato.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

stefanotorcellan
Messaggi: 204
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da stefanotorcellan » 01/08/2012, 23:54

Ciao Silver, le critiche alla lettera di Daniele Bricchi, le hanno fatte chiaramente gli adepti nel forum del suo sito.

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Silver » 03/08/2012, 9:38

stefanotorcellan ha scritto:Ciao Silver, le critiche alla lettera di Daniele Bricchi, le hanno fatte chiaramente gli adepti nel forum del suo sito.
Solo gli adepti o anche il gestore del sito?
E' curioso notare che tu, che scegli sempre con cura le parole, abbia proprio utilizzato "adepti".
Considerato che la maggior parte sono persone che cercano il meglio per se stessi e gli altri, mi spiace che rimangano incagliati su uno scoglio.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

stefanotorcellan
Messaggi: 204
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da stefanotorcellan » 04/08/2012, 1:21

Ciao Silver, tratto dal forum:
***********
RIMOSSO
***********
Tutti i commenti che mi pare di leggere qua dentro contro Bricchi sono tutte cose che noi ci lamentiamo di sentire da altri contro il nostro modo di alimentarci.

Che Bricchi abbia fatto quell'articolo perchè vuole fare guerra, che voglia creare religioni, che si sente minacciato, che lo faccia per guadagno, sono solo interpretazioni, valutazioni.

La rete è molto disumanizzante, più del reale.

Proprio come è successo a lui, se da me viene una persona che mi dice di essersi sentita male con un digiuno, io con la mia ottica Ehretista li chiedo in che modo l'abbia fatto, poi sentendo come l'ha fatto trovo che sia sbagliato.

Allora sempre con la mia ottica Ehretista leggo il libro igienista e trovo le cose che posson aver fatto star male quella persona, allora mi preoccupo e contatto l'autore del libro.

Successivamente essendo estremamente convinto nelle teorie Ehretiste e quindi molto preoccupato decido di pubblicare nel mio blog un'articolo, può anche essere che questo porti pubblicità e clienti, ma il motivo resta la preoccupazione e la sensazione di dover mettere in guardia gli altri in quanto io sono pienamente convinto nelle teorie di Ehret.

Ma così anche chi sostiene altre diete, è pienamente convinto, quanto noi che sia giusta la loro e hanno paura per gli altri e vorrebbero che tutti si alimentassero nel modo giusto, come noi.

La solita storia di quando si ha un nemico e poi quando lo uccidiamo ci accorgiamo che anche lui aveva una famiglia come noi, dei figli come noi, lottava per le stesse cose e tutto questo lo fa di nuovo diventare una persona ai nostri occhi.

Avatar utente
Silver
Messaggi: 743
Iscritto il: 16/02/2011, 10:27
Località: TORINO
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Silver » 04/08/2012, 11:10

Per quanto non apprezzo vedere pubblicato su Fruttalia parte di quel forum, devo dire che la lettura è alquanto aneddotica.
Alle richieste di Arco, non c'è stata, di fatto, una risposta.
La scusante è sempre la stessa: Ehret è superiore e le persone sono contente quindi squadra che vince non si tocca.
A questo porta a testimonianza il fatto che alcuni igienisti si rifugiano in Ehret, dimenticando che:

- vi sono almeno altrettanti ehretisti, se nn di più, che fuggono dal sistema di Ehret (ne conosco personalmente perché, ricordo a chi non lo sapesse, io sono stato iscritto a quel forum dal 15 febbraio 2006 all'ottobre 2010 ovvero fino a che non ha eliminato la mia utenza);
- quando io scrivevo dell'importanza della mente, della psicologia per il benessere, ho sempre rischiato il ban, mentre lui ora è il primo che vende il "-------------" (non potete più leggere i miei messaggi perché ha pensato bene di cancellare tutto quando ha scoperto che avevamo scritto il libro "Ehretismo");
- se il forum ti chiede qualcosa, dovresti avere la compiacenza di rispondere e di spiegare le tue posizioni;
- che solo il dialogo costruttivo e propositivo fa migliorare la vita di tutti;
- che l'atteggiamento di chi sfugge alle cose mostrando finta indifferenza è, per qualcuno, sinonimo di malafede;
- di dire che Bricchi, nel cercare un dialogo in forma privata con lui, si è visto alzare un muro di gomma, che è il classico atteggiamento "piratesco".

Insomma, nulla di nuovo sotto il sole.

Posso dirvi però che la sorte ha giocato a favore di Arco, colui che ha postato la discussione, poiché qualche tempo dopo questo post di fine marzo, io e Arco ci siamo conosciuti di persona, abbiamo potuto chiarire le domande di Bricchi ed attualmente sono lieto di dire che è diventato un collaboratore di Fruttalia (e un amico), visto che abbiamo già tenuto delle conferenze insieme e ha relazionato anche al primo incontro "Un Veg* in più!" del 17 Giugno 2012.

Probabilmente quando qualcuno scriverà Dieta senza muco Vs Fruttalia o Igienismo Vs Fruttalia o DSM Vs Igienismo Vs Fruttalia, si potranno leggere le risposte perché noi sicuramente le daremo e saremo aperti a dialogare con tutti i Bricchi.

Spero che le persone interessate alla discussione siano rimasti soddisfatti.
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

stefanotorcellan
Messaggi: 204
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da stefanotorcellan » 09/10/2012, 13:39

Ciao Silver, effettivamente il gestore del sito avrebbe dovuto dare una risposta, ed il fatto che non ha risposto, fa pensare che non era in grado di rispondere.

Il gestore del sito HA SCRITTO:
Oggetto: Herbert Shelton incapace di guarire sé stesso
Questo a mio parere è il risultato del consumo dei CEREALI:

Nel 1972, all'età di 77 anni, Shelton è costretto a stare sempre a letto a causa di una malattia neuromuscolare degenerativa (forse morbo di Parkinson. Morirà tredici anni più tardi, senza essere stato capace di migliorare la sua stessa salute. I suoi contemporanei rimasero molto impressionati nel vederlo incapace di camminare, parlare o scrivere normalmente, come era solito fare un tempo.

Verso la fine la maggior parte dei successivi suoi libri venivano dettati a voce bisbigliata. Continuò nonostante tutto ad essere coinvolto nella Shelton's Health School (adesso la settima organizzazione con questo nome).

LUCIACA POI HA SCRITTO: non ho capito... è perchè per shelton era ok il consumo di cereali ?


A PAG. 174 Nel suo libro" Nutrizione Superiore" il Dr. SHELTON SCRIVE:
Tra tutti gli amidi consumati dall'uomo, I CEREALI ED I LEGUMI sono I MENO ADATTABILI alle capacità digestive del suo organismo e sono anche I MENO INDICATI per soddisfare i suoi bisogni nutritivi.
I BAMBINI ALIMENTATI CON TALI CIBI MANIFESTANO diarrea, indigestione, coliche, costipazione, raffreddori, problemi alle tonsille e alle adenoidi, orticaria, ed anche difficoltà più gravi.
SVILUPPANO DENTI DEBOLI e presto nella vita saranno CLIENTI FISSI DEL DENTISTA.

Vedi anche il libro" La scienza e la raffinata arte del cibo e della nutrizione" del Dr. Shelton, XII capitolo :" I CEREALI" da pag. 166 a pag,174.

Nel 1993, ad un convegno internazionale igienista al centro igienista "EVVIVA DIO" di Lidia Gasparini a Potenza Picena, ho avuto la fortuna di incontrare la Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano che è stata la collaboratrice più importante e famosa del Dr. Shelton (morto 8 anni prima, nel 1985).
Alla Dottoressa Vetrano io chiesi se il Dr. Shelton era crudista, lei mi rispose che il Dr. Shelton non era completamente crudista, e che qualche volta, RARAMENTE, accompagnava i pasti di verdure con qualche fetta di PANE INTEGRALE.

Il gestore del sito era presente al convegno ?
Qualcuno presente al convegno, gli ha riportato questo notizia ?
O, ha immaginato o inventato di sana pianta che Shelton mangiava i cereali ?

Comunque, il fatto che Shelton mangiasse raramente del pane integrale, non significa che secondo Shelton i cereali erano ok, nè smentisce tutto quello che di negativo pensava ed ha scritto Shelton sui cereali nei suoi libri.

GESU' aveva detto: "CHI E' SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA"


Per quanto riguarda IL MORBO DI PARKINSON, non avevo mai sentito dire da nessun medico, Igienista, Ehretista, ecc. che questa malattia è causata dai CEREALI.
Non so come IL GESTORE DEL SITO abbia potuto dire una cosa del genere.
Forse il gestore del sito ha dimenticato che la maggior parte delle persone che abitano il nostro pianeta, a parte pochi indigeni che vivono ancora di caccia e raccolta, basano la propria alimentazione proprio sui cereali, e quindi se fosse vero quello che egli ha detto, il Morbo di Parkinson dovrebbe essere una delle più importanti o principali malattie che colpisce gli esseri umani del pianeta Terra.
Ma questo sappiamo tutti che non è vero.

Bisogna dire comunque, che il gestore del sito si è comportato da perfetto Ehretista, visto che per quanto riguarda la malattia del Dr. Shelton, ha pensato ad un' unica causa: il cibo.

Infatti:
A pag. 69 EHERE SCRIVE:
“Salute e malattia dipendono quasi esclusivamente dalla dieta.

A PAG. 77 EHRET SCRIVE:
“ Nel CIBO (DIETA) risiede il 99,99% della CAUSA DI TUTTE LE MALATTIE e di ogni tipo di salute imperfetta.

A PAG. 78 EHERET SCRIVE:
SALUTE E MALATTIA del corpo umano ed animale DIPENDONO AL 99,99% DAL CIBO .

A PAG. 123 EHRET SCRIVE:
“la natura dimostra e insegna che esiste una sola malattia e che è causata dal modo in cui ci si alimenta.

A PAG. 75 EHRET SCRIVE:
Non si può negare che la condizione della MENTE abbia un' INFLUENZA su OGNI GENERE di MALATTIA.

100% - 99,99% = 0,01% = INFLUENZA DELLA MENTE SU OGNI GENERE DI MALATTIA SECONDO EHRET.


IL gestore del sito, COME EHERT, HA DIMENTICATO, che IL CIBO E' SOLO UNO DEI BISOGNI FONDAMENTALI DEL CORPO.


SECONDO GLI IGIENISTI la salute e la malattia non dipendono solo dal cibo.
Il cibo infatti, è solo uno degli aspetti, o dei bisogni fondamentali della vita.
Uno degli ELEMENTI IMPORTANTI dell' Igienismo, è il RIPOSO, che comprende il SONNO.
I PRIMI IGIENISTI avevano per MOTTO: LA SALUTE CON LA VITA SANA.
Ciò includeva tutto lo STILE DI VITA.
Dal tempo di Graham ad oggi, si è realizzato che "OGNI ASPETTO DELLA VITA, E' IMPORTANTE, TANTO QUANTO OGNI ALTRO," se si vuole mantenere una buona salute.
OGNI ASPETTO DELLA VITA, E' SOLAMENTE UNA PARTE DI UN TUTTO UNIFICATO.
E' soddisfacendo BISOGNI FONDAMENTALI O ESSENZIALI DELLA VITA, ed EVITANDO GLI ECCESSI, LE CARENZE, LE EMOZIONI NEGATIVE, E GLI ABUSI DI OGNI GENERE che si ottiene la salute e si evita la malattia.
GLI ECCESSI, LE CARENZE, LE EMOZIONI NEGATIVE, E GLI ABUSI DI OGNI GENERE, CONSUMANO L' ENERGIA NERVOSA.
E quando l' ENERGIA FORNITA E'' INFERIORE A QUELLA RICHIESTA, la funzionalità organica si degrada, cosa che porta alla ritenzione delle scorie, o TOSSIEMIA ( o Auto-Tossiemia), LA CAUSA FONDAMENTALE DI TUTTE LE MALATTIE.


A PAG. 342 Nel libro " Assistenza igienica ai bambini " Il Dr. SHELTON SCRIVE:
NESSUNA MALATTIA E' IL RISULTATO DI UN SINGOLO FATTORE, anche la più semplice non dipende che da un INSIEME DI FATTORI.


Molti IGIENISTI infatti, SOSTENGONO che IL SUPERLAVORO INCESSANTE NON COMPENSATO DALL' ADEGUATO RIPOSO E SONNO a cui il Dr. SHELTON si è sottoposto NELL' AMBITO DELL' IGIENISMO, sia stata una delle cause se non la LA CAUSA PRINCIPALE O PIU' IMPORTANTE dell' INDEBOLIMENTO del suo ORGANISMO e quindi MORBO DI PARKINSON che l' ha accompagnato fino alla morte.


A PAG. 20, nel suo libro " Il digiuno per la propria Salute " NICOLE BOUDREAU SCRIVE:
SHELTON lavorò moltissimo per insegnare e diffondere la scienza dell'igiene naturale dedicandovi tutti i suoi beni e le sue energie.
Esse inghiottirono anche la sua salute, perché IL SOVRAFFATICAMENTO FU' LA PRIMA CAUSA DEL MORBO DI PARKINSON che devastò i suoi ultimi anni di vita.


---------------------------"TIMELINE PER LA VITA E TEMPI DURI DI DR. ! SHELTON " di Victoria Bidwell.---

La dipendenza dal lavoro della sua vita, si prende finalmente il suo pedaggio.
Il Dr. SHELTON, con ogni grammo di ENERGIA NERVOSA che aveva, ha lavorato per l' igiene naturale, per il suo disprezzo per gli industriali della malattia, per voi, per me, per tutte le persone, e contro di lui.
Cosa deve aver pensato?
Certo, sapeva dove tutto ciò l' avrebbe portato.
Sapeva che la mancanza degli ELEMENTI FONDAMENTALI che ricaricano L'ENERGIA NERVOSA ovvero il RIPOSO E IL SONNO, nel corso dei decenni, stavano per "prenderlo"!
Perché avrebbe dovuto guidare se stesso in questo modo, QUANDO SAPEVA, MEGLIO DI TUTTI I RICERCATORI DELLA SALUTE DEL MONDO, dove questa strada l' avrebbe portato?!?!?
Solo se si dispone di una personalità compulsivo/dipendente si può cominciare a capire un disco come questo!
Come ha detto T.C. Fry, il dottor Shelton certamente non stava praticando la "PROVERBIALE SAGGEZZA."
DOLCE SONNO, IN GRANDI DOSI avrebbe potuto salvare il Dr. Shelton dal dover passare la sua vita nel suo letto per altri 13 anni.
Indietro nei suoi anni '30 e '40 e '50 e '60, il Dr. Shelton avrebbe dovuto RIPOSARE E DORMIRE TUTTI I GIORNI dalle 4 alle 6 ORE IN PIU', di quello che riposava e dormiva in quegli anni.
Quanti libri non sarebbero mai stati scritti ?
Quante lezioni non avrebbe tenuto?
A quante telefonate non avrebbe risposto?
Quante recensioni igieniste non avrebbe pubblicato ?
Quanti pazienti non avrebbe controllato?
La ragnatela si è intrecciata intorno a lui, quando si è ingannato in tutti questi anni e ha finito per formare un bozzolo, ovvero un letto di morte da cui non è riuscito a rialzarsi.
Il Dr. Shelton era rimasto con le gambe che non poteva camminare, con le mani che non poteva scrivere, con le corde vocali che non poteva parlare.
Tutto per il bene della Causa.
Dove, di grazia, Cari amici, vi è la saggezza in tutto questo?


Qui di seguito 4 articoli:
1) ENERVAZIONE E TOSSIEMIA"
2)LE FORZE VITALI
3) IL MORBO DI PARKINSON ( eziologia )
4) BIOGRAFIA DEL Dr. SHELTON



---------------------------- " ENERVAZIONE E TOSSIEMIA" ( DR. J.H.TILDEN )--------------

Per definire ciò che intendo per AUTO-TOSSIEMIA, dirò che: AUTO-TOSSIEMIA significa essere AVVELENATI DALLE PROPRIE SECREZIONI, cosa che deriva da un' ELIMINAZIONE INSUFFICIENTE E DIFETTOSA causata dall' ENERVAZIONE - stato di DEBOLEZZA dell'organismo.
Il CORPO PUO' ESSERE FORTE O DEBOLE, questo dipende interamente dalla forza o dalla debolezza dell' energia nervosa.
Bisogna ricordare, che il corpo svolge le sue FUNZIONI meglio o peggio in base alla quantita' di energia generata.
Si dovrebbe sapere che SENZA ENERGIA nessun organo del corpo, nè ghiandola, nè muscolo, può compiere la sua funzione.
Stando così le cose, la logica ci porta a pensare che deve pur esserci un LIMITE ALLA CAPACITA' DI GENERARE ENERGIA e che OGNI ORGANISMO HA BISOGNO DI UNA QUANTITA' SPECIFICA DELLA STESSA.
In condizioni normali, questa quantità è, suppongo, proprio QUELLA CHE OCCORRE PER EFFETTUARE IL LAVORO DELL' ORGANISMO CON IL MINIMO DISPENDIO.
Come ho detto spesso nei miei scritti nel corso di qualche decina di anni, l' abuso del cibo, troppi abiti, GLI ABUSI DI OGNI GENERE, CONSUMANO LA FORZA NERVOSA.
E QUANDO l' ENERGIA FORNITA E' INFERIORE A QUELLA RICHIESTA, la funzionalità organica si degrada, cosa che porta alla ritenzione delle scorie, o AUTO-TOSSIEMIA.
Il NOSTRO STILE DI VITA MODERNO, sottrae molto alle provviste di energia nervosa e non è strano che TUTTE LE PERSONE ATTIVE siano più o meno SNERVATE.
Ora, questa ENERVAZIONE non può essere tollerata senza sviluppare un AUTO-AVVELENAMENTO, visto che un corpo snervato non può eliminare le scorie come si deve.
Che cosa porta all' AUTO-TOSSIEMIA ?
Qualsiasi ABITUDINE O COMPORTAMENTO SOCIALE che consumi l' energia nervosa produce l' ENERVAZIONE.
Ora l' ENERVAZIONE deve agire sempre in un solo modo, vale a dire BLOCCANDO L' ELIMINAZIONE.
Questa provoca la RITENZIONE DEI RIFIUTI NELL' ORGANISMO e quando ciò accade, abbiamo subito e sempre, L' AUTO-TOSSIEMIA.
Ovviamente a questo punto si è soggetti "all'attacco" di OGNI TIPO DI MALATTIA.



------------------------------" LE FORZE VITALI " ( Dr. CARTON & L. RANCOULE )-----------------------

L' ORGANISMO FUNZIONA COME UNA BATTERIA ELETTRICA.
L'organismo è un centro di FORZE che vive di una provvista potenziale promossa alla NASCITA, e anche di energie attuali prese dall'ESTERNO per incorporazioni alimentari, respiratorie, cutanee, nervose.
Questo genere di batteria si regola come un bilancio.
BISOGNA FARE DEGLI INCASSI BEN SCELTI, in qualità e quantità.
Bisogna dosare e ripartire le spese.
OGNI DISARMONIA e OGNI VIZIO nella regolazione degli apporti, della ripartizione interna e delle spese esterne producono stanchezza , consumo, spreco, e sbilancio (ENERVAZIONE, indebolimento dell'organismo) che conducono alle malattie, al logorio precipitoso, alla MORTE PREMATURA.
NELLA VITA FEBBRILE DI OGGI, il buon impiego delle forze organiche è cosa ardua.
AD OGNI ISTANTE, si rischia l' ESAURIMENTO.
UN SEGRETO INFALLIBILE, che permette il ristabilimento delle forze e della salute è: L'ECONOMIA.
(IL RIPOSO RICARICA LE BATTERIE NERVOSE.)
Si diventa capitalista solamente economizzando, mettendo ogni giorno una certa somma da parte, evitando le spese superflue, lo spreco continuo, i prestiti costosi.
Il buon senso e la saggezza comandano di agire per IL CAPITALE VITA come per IL CAPITALE DENARO.
Le persone possono diventare FORTI E RICCHE RISPARMIANDO LE ENERGIE potenzialmente IN DOTAZIONE ALLA NASCITA e CAPITALIZZANDO LE ENERGIE ATTINTE DALL' ESTERNO nel presente.
E questa economia deve riguardare il lavoro di APPROVVIGIONAMENTO ALIMENTARE e il DISPENDIO DI ENERGIA DI OGNI GENERE.
BISOGNA SAPER RECUPERARE senza che le SPESE DI RECUPERO, superino IL GUADAGNO DI INCORPORAZIONE.
Mettersi a tavola alla fine di un esercizio, che ha appena accaparrato molta corrente energetica, è la certezza di disporre solamente di una corrente indebolita, inadeguata ai lavori di assimilazione digestiva.
UN BREVE RIPOSO RICARICA LE BATTERIE NERVOSE.
Segnaliamo anche l' importanza della MINIMA ATTIVITA' INVERNALE, DELL' ECONOMIA DELLE FORZE IN INVERNO.
Per ubbidire alla LEGGE naturale di RIPOSO INVERNALE, che permette slanci facili in primavera e i buoni rendimenti d' estate.


L' articolo che segue è un ESTRATTO (per motivi di spazio) da un articolo della Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano (la collaboratrice più famosa del Dr.Shelton), INTEGRATO da note derivanti dalla medicina ufficiale e da alcuni scritti del Dr. Shelton.
In questo estratto mancano la parte dedicata ai sintomi e la parte dedicata alla guarigione attraverso il digiuno e la dieta.


------------------------------ "IL MORBO DI PARKINSON" ( Dr.SSA VIVIAN VIRGINIA VETRANO )-----

Il Morbo di Parkinson o paralisi agitante è una lenta malattia progressiva del sistema nervoso centrale, caratterizzata da TRE SINTOMI FONDAMENTALI: RIGIDITA', TREMORE, e una POSIZIONE FLESSA DEL CORPO ( i muscoli flessori si tendono più degli estensori).

SHELTON SCRIVE:
Dopo il primo manifestarsi dei sintomi, i pazienti spesso vivono per 20 o più anni, e questo dimostra il lento progredire della malattia).

Continua la Dr.ssa Vetrano:
Il morbo di Parkinson ha accompagnato l' umanità da secoli, ma non con tante manifestazioni come nell'epoca moderna.
Qualche cosa nell' ambiente o nello stile di vita è responsabile di questo aumento.

NOTA:
Una prima descrizione della malattia idiopatica di Parkinson (morbo di Parkinson), sarebbe stata trovata in uno scritto di MEDICINA INDIANA risalente al 5.000 A.C. ed un'altra in un documento CINESE risalente a 2.500 anni fa.
Fu descritta per la prima volta nel 1817 dal medico inglese James Parkinson (1755-1824) nel suo trattato An Essay on the Shaking Palsy.
L'alterazione biochimica che ne causa i sintomi è stata identificata negli anni sessanta.
La malattia di Parkinson è la più comune MALATTIA del SISTEMA EXTRAPIRAMIDALE: Degenerazione cronica e progressiva delle strutture nervose che costituiscono il sistema extrapiramidale.

Continua la Dr.ssa Vetrano:
Il MORBO DI PARKINSON in genere è più diffuso in ETA' AVANZATA, a partire dal quarto o quinto decennio, preferendo gli uomini più che le donne.
Un TEMPO era una malattia che COLPIVA in modo particolare gli ANZIANI, ORA appare ANCHE nei GIOVANI.
Si sviluppò anni fà in un gruppo di BAMBINI che che soffrivano di MORBILLO.
Ciò può essere la CONSEGUENZA di un TRATTAMENTO MEDICO in INDIVIDUI SUSCETTIBILI.

NOTA:
IL PICCO D' INSORGENZA della malattia è attorno ai SESSANT'ANNI, e nell'adulto sano la PERDITA DI CELLULE E PIGMENTO NELLA SOSTANZA NERA è MAGGIORE proprio INTORNO al SESSANTESIMO ANNO D' ETA'.
Viene meno così la protezione delle cellule contenenti DOPAMINA e il CERVELLO DELLE PERSONE ANZIANE è, inevitabilmente, PIU' PREDISPOSTO AL PARKINSON.
Il Parkinson è in ogni caso un disturbo caratterizzato dalla DEGENERAZIONE e dalla MORTE DEI NEURONI PRODUTTORI DI DOPAMINA; quando questi NEURONI SCENDONO SOTTO IL 30% compaiono i PRIMI SINTOMI DELLA MALATTIA.
In definitiva, il MOMENTO PATOGENETICO che caratterizza il morbo di Parkinson è la PERDITA DEI GRUPPI CELLULARI in grado di facilitare il MOVIMENTO attraverso la SECREZIONE DI DOPAMINA.

Continua la Dr.ssa Vetrano:
Il GLOBO PALLIDO e la SOSTANZA NERA sono le parti del CERVELLO di cui L' AUTOPSIA ha mostrato delle LESIONI DI TIPO ATROFICO DEGENERATIVO.
E' vero che anche ALTRE PARTI DEL CERVELLO subiscono delle ALTERAZIONI, in modo particolare nei GANGLI DELLA BASE.

NOTA:
La SOSTANZA NERA o SUBSTANTIA NIGRA, è un nucleo situato a livello del mesencefalo in cui viene PRODOTTA LA DOPAMINA, un NEUROTRASMETTITORE in grado di facilitare il MOVIMENTO agendo su RECETTORI presenti nel NUCLEO STRIATO.


----------------------------------- EZIOLOGIA---------------------------------

J.C. Button, Jr., MD., nel suo libro "SPERANZA E AIUTO NEL MORBO DI PARKINSON", scrive che il 30% su 3.775 pazienti con problemi mentali che vengono "curati" con TRANQUILLANTI, manifestano tale malattia.
Altre SOSTANZE CHIMICHE che provocano i sintomi del morbo di Parkinson, sono i barbiturici, l' ossido di carbonio, il bisolfuro di carbonio e il manganese.
L' OSSIDO DI CARBONIO induce una RAPIDA DISTRUZIONE delle CELLULE DEI GANGLI DELLA BASE, situati appunto alla BASE DEL CERVELLO.
UNA VITA TRASCORSA IN UNA GRANDE CITTA', satura di SMOG E INQUINAMENTO, può provocare il MORBO DI PARKINSON per lenta distruzione delle importanti cellule dei gangli della base del cervello.
Ciò può essere LA CAUSALE DELL' INCREMENTO ATTUALE DELLA MALATTIA.
Anche GLI OPERAI che lavorano nelle FABBRICHE sono insidiosamente AVVELENATI.
Il BISOLFURO DI CARBONIO, utilizzato nella LAVORAZIONE della SETA e del RAYON provoca anch' esso i sintomi del MORBO DI PARKINSON.
In uno STUDIO condotto da ALPER E LEWY, su 120 OPERAI della VISCOSA il 16% aveva manifestato i SINTOMI DELLA MALATTIA.
MOLTI dei VELENOSI SOTTOPRODOTTI INDUSTRIALI, che un tempo venivano eliminati, ora sono letteralmente propinati alle persone quali sostanze indispensabili alla vita.
Anche IL MANGANESE utilizzato in alcune INDUSTRIE, produce i sintomi tipici della malattia.

SHELTON SCRIVE:
L' intossicazione da MANGANESE provoca tremori e sembra che l' irritazione spinale, osservata nelle curvature spinali, faccia parte di quei casi.

Continua la Dr.ssa Vetrano
I TRATTAMENTI MEDICI contro l' ENCEFALITE, CAUSANO anch' essi I SINTOMI DEL MORBO DI PARKINSON.
I trattamenti medici contro il Morbo di Parkinson ( ANTISTAMINICI E ANFETAMINE, OPERAZIONI CHIRURGICHE per distruggere alcuni centri nervosi del cervello), non hanno alcun valore e sono anche più pericolosi.
ALTRE FORME PERICOLOSE DI TRATTAMENTO sono l' ipnosi, l' iniezione di varie sostanze nel fluido spinale, la febbre artificiale, l' alta tensione e le correnti di raggi X nei GANGLI DELLA BASE, ecc.
E' UNA GUERRA IMPLACABILE E PROGRESSIVA CONTRO L' UOMO.

NOTA:
L' IPOTESI TOSSICA è stata ulteriormente avvalorata dalla scoperta di una PARTICOLARE TOSSINA (MPTP), CHE E' CAUSA di una PATOLOGIA SIMILE AL PARKINSON.
Questa scoperta ha aperto la via alla ricerca di CAUSE TOSSICHE per spiegare la genesi della malattia (il rischio sembra più elevato in AMBIENTE RURALE, forse in relazione all'uso di PESTICIDI (PARAQUAT).
Il suo ruolo emerse alla fine degli anni settanta, quando fu riscontrato che numerosi PAZIENTI IN GIOVENTU' avevano fatto uso di SOSTANZE STUPEFACENTI CONTENENTI MPTP.
Altre tossine responsabili, sono IDROCARBURI-SOLVENTI (TRIELINA) e in ALCUNE PROFESSIONI (SALDATORE) che espongono i lavoratori a METALLI PESANTI ( FERRO, ZINCO, RAME ).
SECONDO I DATI elaborati da uno STUDIO PUBBLICATO NEL 2011, tra le SOSTANZE ORGANICHE CHE AUMENTANO IL RISCHIO DI SVILUPPARE LA PATOLOGIA in caso di prolungata esposizione vi sono il TRICLOROETILENE, il PERCLOROETILENE e il TETRACLORURO DI CARBONIO.

Continua la Dr.ssa Vetrano:
ALTRI presunti FATTORI CAUSALI sono lo SHOCK EMOTIVO, L' ARTERIOSCLEROSI e i TUMORI.
Molti di questi fattori sono anche lo STADIO TERMINALE DELLA PATOLOGIA.
Occorrono molti anni di abitudini di vita errata per provocare l' ARTERIOSCLEROSI.
L'ARTERIOSCLEROSI non è la causa in sè, è un effetto e al massimo non è altro che UN ANELLO NELLA CATENA DELLE CAUSE E DEGLI EFFETTI che conducono all' evoluzione del morbo di Parkinson.
Se l' ARTERIOSCLEROSI è un fattore causale, deve essere prodotto dalla TOSSIEMIA.
Successivamente la SCLEROSI e una perenne SATURAZIONE TOSSIEMICA DEI TESSUTI possono condurre al morbo di Parkinson.

SHELTON SCRIVE:
Sembra che le cause delle FORTI DEBILITAZIONI e dell' INDURIMENTO DEI TESSUTI siano le ragioni che spiegano il Morbo di Parkinson.

Continua la Dr.ssa Vetrano:
I PROBLEMI EMOTIVI sono senza dubbio una CAUSA REMOTA.
Un improvviso STUPORE o un PROFONDO SHOCK EMOTIVO, nella persona debilitata e Tossiemica, POSSONO INIBIRE L' ELIMINAZIONE al punto che le TOSSINE SATURANO IL CORPO OLTRE OGNI LIMITE e quindi DANNEGGIANO le parti vulnerabili del SISTEMA NERVOSO CENTRALE.
I TUMORI raramente sono un fattore causale e quando lo sono ciò è dovuto solo alla PRESSIONE ESERCITATA SULLE PARTI VITALI DEL CERVELLO.

NOTA:
Il Parkinson può comparire dopo TRAUMI ALLA TESTA.
I PUGILI PROFESSIONISTI, a seguito dei VIOLENTI COLPI AL CAPO cui sono soggetti, possono sviluppare una sindrome di Parkinson di carattere progressivo (il caso di CASSIUS CLAY ne è triste dimostrazione).

SHELTON SCRIVE:
I casi provocati da DANNI ALLA TESTA ( CASI TRAUMATICI e da ENCEFALITE LETARGICA sono MENO FAVOREVOLI.

Continua la Dr.ssa Vetrano:
LA CAUSA FONDAMENTALE DEL MORBO DI PARKINSON E' LA TOSSIEMIA.
La TOSSIEMIA, come viene da noi definita, è una CONDIZIONE DEL SANGUE E DEI TESSUTI che ha origine da VELENI AUTO-GENERATI, a cui si affiancano le TOSSINE che provengono DALL' AMBIENTE ESTERNO.
Evidentemente, LA BARRIERA SANGUE/CERVELLO che dovrebbe mantenere alcuni VELENI lontani dal cervello NON FUNZIONA COME DOVREBBE.
Inoltre LE SCORIE CELLULARI non dovrebbero oltrepassare la BARRIERA SANGUE/CERVELLO.
La MANCANZA DI DRENAGGIO ADEGUATO determinerà un ACCUMULO ECCESSIVO di SCORIE METABOLICHE.
Il GLOBO PALLIDO, LA SOSTANZA NERA E LE CELLULE DEI GANGLI DELLA BASE sono danneggiati per un motivo ben preciso.
Fanno parte del corpo e quindi risentono della limpidezza o della impurità dei suoi fluidi.
Queste cellule, in una persona suscettibile, si deteriorano quando non vengono drenate dei prodotti finali del metabolismo.
LE PERSONE CON UN SISTEMA NERVOSO DEBOLE, svilupperanno la malattia e potranno essere colpite anche precocemente.
Può darsi che abbiano FREQUENTI CRAMPI MUSCOLARI o altri sintomi minori che indicano chiaramente una DIATESI verso i DISTURBI NERVOSI.
Se questo tipo di persone si DEBILITA mangiando in eccesso, bevendo, fumando lavorando troppo, o per mancanza di sole, o di riposo adeguato o perchè è costantemente agitata, certamente soffrirà di una AUTO-INTOSSICAZIONE.
All'inizio sarà l' ANELLO PIU' DEBOLE DELLA CATENA a venire meno e lentamente si manifesteranno dei sintomi lievi.
Senza sapere o sospettare che tale malattia è alle soglie, questa persona continuerà con il solito stile di vita che la indirizza verso la malattia, FINO A QUANDO LA PATOLOGIA COINVOLGE LE ZONE VITALI DEL CERVELLO E NON E' PIU' POSSIBILE GUARIRE.
Se si cerca aiuto agli stadi iniziali, affidandosi all' ASSISTENZA MEDICA, verrà incoraggiato lo stile di vita che ha prodotto la patologia fino a quando si diventa SENZA SPERANZA.


A questo punto è chiaro che non sono i cereali la causa del Morbo di Parkinson.

Attraverso la biografia del Dr. Shelton si potrà capire a quale sforzo Il Dr. Shelton si è sottoposto per far risorgere la corrente igienista, ed averla diffusa a livello internazionale.




------------------------------IL DR. HERBERT M. SHELTON ( biografia)-----------------------------

Il Dr. Herbert MacGolphin Shelton, è nato a Wylie nel Texas il 6 ottobre 1895, e passa la sua infanzia nella fattoria paterna.
Alla sua nascita, prematura, da una gravidanza durata solo sette mesi, Shelton pesava appena 1,4 kg.
Si racconta che il parto avvenne durante un temporale in una fattoria in rovina e il neonato fu tenuto al caldo all'interno di una scatola di sigari in legno posta vicino a una stufa in acciaio.
I suoi genitori, Thomas Mitchell Shelton e Mary Frances Gutherie Shelton, ferventi religiosi cristiani, lo invogliarono a studiare le sacre scritture.
Già da bambino Shelton nutriva interesse per gli animali, osservandone in special modo le attitudini comportamentali durante la malattia e il loro ristabilimento.
Quello che lo intrigava in modo particolare era il digiuno praticato dagli animali della fattoria in cui viveva, allorché cadevano ammalati.

1901. La famiglia si trasferisce a Greenville nel Texas.

1911. Viene influenzato dagli scritti del naturopata Bernarr MacFadden pubblicati sulla rivista Physical Culture, per cui inizia a interessarsi della ricerca sulla salute.
Conosce così tramite articoli di giornale la pratica del DIGIUNO e la DIETA CRUDISTA, iniziando a DIMINUIRE il consumo di CIBI COTTI a favore di noci, frutta e verdura fresca.
La sua corporatura è quella di un giovane atletico e robusto che inizia a praticare il sollevamento pesi.
Mentre sua MADRE era consenziente alle scelte del figlio, IL PADRE è nettamente contrario e cerca in tutti i modi di dissuaderlo.
Tuttavia, più tardi a causa dell'ASMA che lo aveva colpito, IL PADRE sarà TUTT' ALTRO CHE OSTILE agli interessi per l'igiene naturale del figlio.
Tramite Macfadden, Shelton ha modo di conoscere e studiare l'opera di Russell Thacher Trall ( The True Healing Art) e quella di Sylvester Graham.

1913. L'ultimo anno di scuola secondaria, Shelton, conosce al Century Medical and Hygiene dottori e insegnanti dediti alla ricerca sulla "guarigione senza medicamenti": Robert Walker, Felix Oswald, Charles Page, Isaac Jennings e Thomas Low.
Lo stesso Shelton SPERIMENTA positivamente su sè stesso TRE GIORNI DI DIGIUNO descrivendo questa esperienza come "ENERGETICA e RINGIOVANENTE".

1917. Durante la prima guerra mondiale Shelton, in quanto pacifista, viene ARRESTATO E IMPRIGIONATO per avere pubblicamente manifestato contro la guerra e la NON VIOLENZA.
Nel 1918, Viene comunque ARRUOLATO NELL' ESERCITO dove svolge la mansione di "sorvegliante delle cucine" (KP duty) e meccanico.
Continua da autodidatta a studiare Igiene Naturale a interessarsi ai lavori di William Alcott, James Jackson, Mary Grove, Harriet Austin e John Henry Tilden (cercando anche minuziosamente nella BIBBIA tutti i riferimenti al DIGIUNO).
La conclusione a cui perviene è che "il SISTEMA MEDICO E' IL PIU' PERICOLOSO DI TUTTI".

1919., STUDIA all'international College of Drugless Physicians di Chicago, noto allora come MacFadden College of Physcultopathy, dove EGLI RICEVE L' ESPERIENZA CLINICA DEL DIGIUNO e dove sono praticati anche la dieta e l' idroterapia, e durante i CORSI DI SPECIALIZZAZIONE COME INTERNO al Sanatorio Crane a Elmhurst (Illinois), UNO DEGLI OTTO ISTITUTI DI DIGIUNO in America, NESSUNO DEI QUALI E' IGIENISTA, TUTTI OTTO seguono i PRINCIPI della NATUROPATIA, oltre che ai sanatori di Lindlahr e Sahler.
SUCCESSIVAMENTE proseguirà il suo CORSO DI PERFEZIONAMENTO al Peerless College di Chiropratica nell'Illinois e come internato alla Crandall Health School della Pennsylvania (di tendenza TILDENISTA).

1920. Consegue il DOTTORATO in FISIOLOGIA TERAPEUTICA all' International College of Drugless Physicians di Chicago (noto come MacFadden College of Physcultopathy).

1921. All'età di 25 anni Shelton sposa Ida Pape (allora ventunenne) e si trasferisce nella città di New York per STUDIARE alla scuole americane di Chiropratica e di Naturopatia dove consegue la LAUREA IN NATUROPATIA ND, E LETTERATURA NATUROPATICA ND Litt.

1922. Dr. Shelton, ND, ND Litt., Prende anche un altro DC laurea presso l'American School of Chiropractic
PUBBLICA in proprio il suo PRIMO LIBRO, Fundamentals of Nature Cure ma, osservando con attenzione il Movimento d'Igiene Naturale lanciato nel 1832 da Isaac Jennings e Sylvester Graham, egli ne MUTO' IL TITOLO DOPO AVERLO ULTERIORMENTE RIVISTO in An Introduction to Natural Hygiene, CHE SEGNA LA RINASCITA della CORRENTE IGIENISTA e la ROTTURA CON TUTTE LE "CURE", ANCHE NATURALI.
Il libro non venne gradito dai naturopati d'allora, a causa dell'ampia trattazione dell'"igiene naturale" a scapito della cura naturale tout court.
Il ventisettenne Shelton si rende conto che il Movimento d'Igiene Naturale, promosso da Isaac Jennings nel 1822 e Sylvester Graham nel 1932 costituiva un SISTEMA DISTINTO che ha solo la necessità di essere messo a punto e tenuto separato dalla altre discipline naturopatiche.
Shelton CONTINUA il suo corso di perfezionamento al Peerless College of Chiropractic (Illinois) e come internato alla Crandall Health School (Pennsylvania).

Il 29 giugno del 1924 nasce il PRIMO FIGLIO di Shelton Bernarr Herbert, (Bernarr dal nome del primo mentore di Shelton Bernarr MacFadden).

1925. Shelton comincia a scrivere sul periodico Physical Culture pubblicato da McFadden con la tirata di 1 milione di copie.
Insieme a G. R. Clements fonda la rivista How to Live che chiude quasi subito.
Scrive per il quotidiano New York Evening Graphic dove critica decisamente i trattamenti medici suscitando scalpore nell'opinione pubblica e reazioni contrastanti.
IN UNO DEI SUOI ARTICOLI Shelton spiega che LA MORTE PREMATURA di RODOLFO VALENTINO era stata CAUSATA DAI MEDICAMENTI.

1927. In questo periodo Shelton è continuamente perseguitato nella sua attività di igienista dai sostenitori della "dottrina medica" e dalla polizia.
Viene TRE VOLTE ARRESTATO e IMPRIGIONATO e TRE VOLTE MULTATO per aver svolto la professione medica senza autorizzazione IN OCCASIONE DEL SECONDO ARRESTO, il governatore ROOSEVELT, futuro presidente degli Stati Uniti, dice:
" Shelton può starsene in galera per il resto della sua vita".
Gli arresti continuarono periodicamente nel corso dei tre decenni successivi, mentre continua instancabile a fare conferenze e campagne propagandistiche per far valere le sue idee.
DURANTE LA SUA VITA SHELTON FINI' 30 VOLTE IN PRIGIONE.
Privo di mezzi economici, PER IL SUO SECONDO RILASCIO è costretto a chiedere DENARO IN PRESTITO.
Shelton LASCIA il NEW YORK EVENING GRAPH in quanto non ama cooperare con la politica pubblicitaria del giornale.
Tra le varie vicissitudini legali e penali la sua attività non cessa, anzi ha un certo RISCONTRO POPOLARE.
Il 16 aprile del 1927 nasce il SECONDO FIGLIO Walden Elwood,

1928. Shelton e famiglia si trasferiscono a San Antonio nel Texas e apre in luglio la PRIMA SCUOLA DELLA SALUTE, L' UNICA COMPLETAMENTE IGIENISTA esistente allora, non solo negli Stati Uniti, ma NEL MONDO INTERO.
La Scuola della Salute, la Dr. Shelton's Health School ebbe 7 SEDI DIVERSE tutte con lo stesso nome, e sempre a San Antonio nel Texas dal 1928 al 1981 dove LE PERSONE SEGUONO IL CORSO RELATIVO AI LORO DIGIUNI.
Nel 1928, c' erano NEGLI USA OTTO CENTRI PER IL DIGIUNO, ma NESSUNO ERA VERAMENTE IGIENISTA.

Dal luglio 1928 all' aprile del 1981, in 53 anni, nella sua scuola della Salute a San Antonio nel Texas ha SUPERVISIONATO più di 30.000 o 40.000 digiuni.
Nel suo libro "Il digiuno può salvarvi la vita" nel quale riporta le sue esperienze e casistiche nel suo studio sul digiuno fra i suoi pazienti nell'arco di numerosi anni, è riportato che il Dr. Shelton ha assistito a circa 100.000 digiuni.
Gente di tutto il mondo, di ogni condizione sociale e in ogni condizione di salute si è recata da lui per digiunare e per imparare a mantenersi in salute.
Il Dr. Shelton, ospitava nella sua Scuola della Salute anche PAZIENTI DI CARITA', ad essi non chiedeva neanche un nichelino.
ALLA SCUOLA DI SHELTON non vi è NESSUNA MISURA FORZATA, NE' CLISTERI, NE' LASSATIVI, NE' MASSAGGI, NE' BAGNI, CONTA L' EDUCAZIONE E NON IL TRATTAMENTO, LA SALUTE E NON LA MALATTIA.
E' una Scuola della Salute non un ospedale.
L' IGIENISMO SI DISTINGUE DA TUTTI GLI ALTRI SISTEMI DI GUARIGIONE perché RIGETTA TUTTI I RIMEDI E TUTTI I VELENI, e utilizza solamente le sostanze e le condizioni benefiche per aiutare i processi curativi del corpo.
ESSO METTE L' ACCENTO, SUL FANTASTICO POTERE DI AUTO-GUARIGIONE DELL' ORGANISMO UMANO, quasi del tutto ignorato ai nostri giorni.
DUE sono I PRINCIPI O I PROCESSI VITALMENTE IMPORTANTI della Scuola della Salute del Dr. Shelton: " trovare ed eliminare la causa del danneggiamento della salute e fornire al corpo tutti i requisiti o bisogni fondamentali dell' esistenza organica".

Sempre nel 1928 Pubblica il LIBRO IMMORTALE "HUMAN LIFE, ITS PHILOSOFY AND LAWS", con il quale il Dr. SHELTON è diventato la VOCE RICONOSCIUTA DELL' IGIENISMO. rifacendosi a Sylvester Graham, Trall, Jennings, Walker, Page e altri pionieri dell'igiene naturale.

1929. Il 10 dicembre nasce Willowdeen La Verne, figlia di Shelton
LA CRISI ECONOMICA DEL 1929, crea grosse difficoltà anche alla Scuola della Salute di Shelton.
Il Dr. Shelton si trovava spesso SENZA AIUTO nella sua Scuola della Salute, rendendo il lavoro della rivista doppiamente difficoltoso.
Lo stesso Shelton raccontò, che doveva fare i letti, spazzare i pavimenti, servire i pasti, lavare i piatti, ecc.
Spesso, dopo aver sbrigato i piatti di mezzogiorno, si lavava le mani, le asciugava, saltava in macchina e dava una mano al suo tipografo....

1931. La pubblicazione del nono libro (The Hygienic Care of Children), tratto da conferenze fatte in varie università nel giro di oltre vent'anni, lo fa diventare molto popolare.
Sempre nel 1931.La cura naturale del cancro e la sua vera prevenzione per mezzo di semplici metodi naturali (The natural cure of cancer and its positive prevention by simple natural methods

1932. Shelton viene ancora imprigionato e rilasciato ripetutamente per la pratica illegale della professione medica.
Infine trovato colpevole dell'accusa di violazione del Medical Practice Act, sconta 30 giorni di carcere al Rikers Island, in quest' occasione Shelton digiuna 29 giorni.
Shelton ha un suo PROGRAMMA RADIOFONICO che tratta di salute intitolato "IGIENISMO E DIGIUNO".
Si racconta che Shelton RIFIUTASSE LA PROPOSTA di un'AZIENDA produttrice di LASSATIVI che gli chiedeva di far PUBBLICITA' RADIOFONICA ai suoi prodotti, nonostante gli venisse offerta una somma in denaro piuttosto consistente.
Per mantenersi Shelton e sua moglie si adattano a fare i LAVORI PIU' UMILI.
LO STACCANOVISTA Shelton allo stesso tempo fa conferenze a livello internazionale che proseguiranno nei due decenni avvenire, ma che alla fine INTACCHERANNO IL SUO SISTEMA NERVOSO E IL SUO INTERO ORGANISMO.
In questo anno il giovane ESSER inizia la sua pratica con Shelton.

1933. Apre sempre a San Antonio la seconda e la terza Scuola della Salute.

1934. Pubblica The Hygienic System" ("il sistema igienista"), un'opera divisa in sette volumi con i seguenti titoli:
- Ortobionomica (economia del vivere corretto)
- Ortotropia (Nutrizione e combinazione degli alimenti)
- Digiuno
- Ortocinesiologia (esercizio correttivo)
- Ortogenetica (correzione sessuale)
- Mallatie
- Ortopatia (correzione di malattie specifiche)

1935. Sono pubblicati altri suoi libri:
- Syphilis: Werewolf of Medicine ("SIFILIDE: LUPO MANNARO DELLA MEDICINA")
- The Exploitation of Human Suffering ("lo sfruttamento della sofferenza umana")
Durante una conferenza di Shelton a Milwaukee UN PROVOCATORE sale sul palco, finge di essere malato e chiede a Shelton un parere sulla sua malattia, subito dei poliziotti salgono sul palco, Shelton viene arrestato e portato in carcere, è IL QUARTO ARRESTO, sempre per pratica illegale della medicina.
Egli rimane in CARCERE SOLO TRE GIORNI, poichè per sua fortuna il GIUDICE del suo caso è UN DOTTORE NATUROPATA.
DURANTE LA SUA VITA SHELTON FINI' 30 VOLTE IN PRIGIONE.
Privo di mezzi economici, per il suo secondo rilascio è costretto a chiedere denaro in prestito.
Generalmente Shelton faceva DIGIUNI DI 10 GIORNI a scopo di RIGENERAZIONE ORGANICA.

1939. Lanciò la Dr. SHELTON' S HYGIENIC REVIEW, che si rifà ai precetti di TILDEN, come PARTE DELLO SFORZO PER FAR RIVIVERE IL MOVIMENTO IGIENISTA.
Il giornale ha come obiettivo quello di informare con continuità sui vari aspetti dell'Igienismo (i sette stadi della malattia, la salute messa a rischio dall'assunzione di farmaci, le pratiche pericolose realizzate dagli uomini di medicina), fornendo loro per intero i "i requisiti fondamentali della vita".
La rivista ottiene un enorme successo (benché scarsi profitti) e gli articoli inizialmente sono quasi esclusivamente scritti Shelton.
Al suo apogeo la rivista conta circa 1900 ricercatori sulla salute.
GRAZIE ALLA RIVISTA sono sorti gruppi di igienisti anche in Canada, Messico, Inghilterra, Francia, Egitto, Israele, Turchia, India, Australia, Grecia, Italia e in altri paesi.
La Dr. SHELTON' S HYGIENIC REVIEW, uscì ininterrottamente ogni mese (anche durante la seconda guerra mondiale, quando la carta era razionata dal settembre del 1939 all' agosto del 1980) in 41 anni sono state stampate più di 750.000 copie.
Sulla sua copertina era spesso riprodotta IGEA, la DEA GUARDIANA DELLA SALUTE degli ANTICHI ATENIESI.
IL MOTTO scritto sulla Dr. Shelton' s Hygienic Review era " Sosteniamo la verità, dovessero cadere i cieli".
Shelton, HA SCRITTO PIU' DI 40 LIBRI E LIBRETTI.
Il Dr. Shelton, NON CHIEDEVA MAI la percentuale sulle vendite delle sue opere, cioè i cosiddetti DIRITTI D' AUTORE, e questo dimostrava la sua nobiltà d' animo.

Nel 1940 muore John Henry Tilden autore del libro "LA TOSSIEMIA: causa primaria di malattia".
Shelton viene a rappresentare di fatto l'ultimo collegamento ai pionieri igienisti del XIX secolo. Il lavoro di rivisitazione e divulgazione di principi igienisti graverà tutto sulle spalle di Shelton, Claunch, Esser e Gian-Cursio.
Claunch morirà nel 1946 e Gian-Cursio pochi anni più tardi.

1941. BENESH passò dalla chiropratica all'IGIENE NATURALE.
OGGI RESTANO pochi degli anziani dottori del XX secolo a praticare l'igiene naturale, tra cui: Vetrano, Benesh, Esser e Scott.

1942. Nella scuola della Salute del Dr. Shelton a San Antonio MUORE UN DIGIUNATORE, Mrs. JOHN GILLIS.
Il Dr. Shelton viene PROCESSATO con L' ACCUSA DI OMICIDIO COLPOSO" per " aver curato" un essere umano senza licenza medica".
IL CASO, PERO', NON E' MAI STATO PROVATO.
LE ACCUSE SONO CADUTE.
Esce Health for All, un libro che avrà per molti anni un grande successo commerciale e diverse ristampe.

1943. MAHATMA GANDHI, entusiasta dopo aver letto le opere di Shelton sul digiuno e sull' alimentazione, invitò Shelton per 6 anni ad insegnare L' Igiene Naturale nelle università indiane.
La seconda guerra mondiale impedisce a Shelton e a Gandhi di incontrarsi.
GANDHI venne molto influenzato dal Volume III of The Hygienic System The Science and Fine Art of Fasting, uno dei libri di Shelton che di frequente consultava prima di intraprendere digiuni pubblici, ne fece 17 nell' arco della sua vita per protesta contro l' occupazione britannica.
Con la fine della seconda guerra mondiale, viene aperta la SESTA SCUOLA DELLA SALUTE sempre a San Antonio.
CONTINUANO LE PERSECUZIONI ANTI-IGIENISTE, arresto di Gian-Cursio.
L' AUTO DI SHELTON viene MANOMESSA allo SCOPO di PROVOCARE UN INCIDENTE.

Nel 1945 In uno sfortunato INCIDENTE, a CAUSA di un CALCIO SFERRATOGLI DA UN CAVALLO PERDE DIVERSI DENTI nel giro di un periodo di tempo abbastanza lungo, che gli causerà PROBLEMI ALLA MASTICAZIONE.
Nel corso di quest'anno il nome di Shelton lo troviamo sotto diversi SOPRANNOMI tra i quali: "Sandbur of the Rio Grande", "The Diamond in the Rough", "The Quack" e "The Workaholic".

1947. Shelton e sua moglie sovrintendono a dei digiunanti alla "Scuola della Salute".
Nel decennio 1940-1950 Shelton viene sovente ARRESTATO, INCARCERATO E TORMENTATO dalla MEDICINA UFFICIALE STATUNITENSE.
Nonostante tutto, persevera nel suo intento assistendo a migliaia di digiuni, con conseguente iperattività e responsabilità crescenti.
La "Scuola della Salute" Sheltoniana cambia per la sesta volta residenza.

1948. Il 28 giugno, Viene formata a New York una società a livello federale costituita da otto membri, chiamata American Physiological and Hygienic Society.
VIVIAN VIRGINIA VETRANO una donna giovane e bella, frequenta la "Scuola della Salute" di Shelton.
A cominciare dalla META' DEGLI ANNI 50 LA VETRANO si unirà alla CAUSA IGIENISTA, facendo conferenze insieme a Shelton, studiando intensamente e scrivendo articoli.

1949. Il 30 aprile L' American Physiological and Hygienic Society, in occasione della PRIMA CONVENTION IGIENISTA VIENE RIBATTEZZATA in AMERICAN NATURAL HYGIENE SOCIETY (associazione ancora in vita), di cui facevano parte 400 membri con Shelton come PRESIDENTE.
Shelton è il PRESIDENTE di numerose CASE DI SOGGIORNO PER DIGIUNATORI che sorgono un po' dovunque negli STATI UNITI.

Sempre nel 1949. Pubblica Principi di base dell'igiene naturale (Basic principles of natural hygiene) in cui egli integra le sue teorie con quelle di TRALL.

1950. Gli inizi degli anni 50, vedono ancora PERSECUZIONI ANTI-IGIENISTE con gli ARRESTI DI BENESH E DI GIAN-CURSIO.

1955. MUORE MacFADDEN il primo MENTORE DI SHELTON.

1956. Shelton viene NOMINATO MEMBRO per conto terzi al convegno del "PARTITO VEGETARIANO" tenutosi a New York.
Shelton fu NOMINATO dall'American Vegetarian Party per concorrere come CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DEGLI STATI UNITI.

1958. Shelton Pubblica The Road to Health Via Natural Hygiene e Human Beauty: Its Culture & Hygiene.

1959. Un'azienda produttrice di mais fa una donazione di 50.000 dollari (somma importante consistente all'epoca) per la costruzione di una nuova "Scuola della Salute" con la possibilità di accogliere 40 posti per digiunanti.
La Health School si trovava su una collina chiamata da Shelton Monte Hygeia dal nome greco della dea della salute.
QUESTA INGENTE SOMMA era stata concessa in quanto IL FONDATORE della SOCIETA' FRITO rimase incredibilmente IMPRESSIONATO DAI BENEFICI OTTENUTI durante la sua permanenza alla Scuola della Salute, dove fece un DIGIUNO DI 30 GIORNI.
Herbert M. Shelton ha adesso 64 anni, con alle spalle 30.000 DIGIUNI SUPERVISIONATI ( dall'inizio della sua carriera ) e 30 PUBBLICAZIONI CARTACEE.
Viene in questo momento RICONOSCIUTO A LIVELO MONDIALE PER I SUOI LAVORI RIVOLUZIONARI NEL CAMPO DELLA SALUTE.
Alla fine degli anni 50 comincia L' ACCETTAZIONE INTERNAZIONALE dello SHELTONISMO e cominciano a sbocciare MOVIMENTI IN TUTTO IL MONDO:
Svezia, Spagna, Italia (con Michele Manca), Grecia (Coumentakis), Australia (Burton),Israele, Canada, Messico, India, Francia (Mosserì, Nizet) e Gran Bretagna (Sidhwa).


1961. Shelton pubblica Rubies in the Sand ("Rubini nella sabbia").

1964. Il digiuno può salvarvi la vita (Fasting can save your life).
(Nella presentazione del libro è riportato che il Dr. Shelton ha assistito a circa 100.000 digiuni).
Il periodico Hygienic Review fondato da Shelton compie 25 anni.

1965. VIRGINIA VETRANO già collaboratrice di Shelton, ottenuto il DOTTORATO IN MEDICINA, decide di lavorare a tempo pieno alla Health School di Shelton.

1972. All'età di 77 anni, si manifesta la MALATTIA degenerativa neuro-muscolare di SHELTON (MORBO DI PARKINSON), CAUSATA DA ECCESSIVA ATTIVITA'.
TUTTO PER IL BENE DELLA CAUSA.
Egli NON RIESCE PIU' A SCRIVERE manualmente, allora DETTA i suoi scritti a TOSCA, figlia della Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano; ma poi PERDE anche UN PO' LA VOCE.
Fino alla fine la maggior parte dei successivi suoi libri venivano dettati a VOCE BISBIGLIATA.
CONTINUO' nonostante tutto ad essere COINVOLTO nella Shelton's Health School (adesso la settima organizzazione con questo nome).
Una BIOGRAFIA SU SHELTON venne Pubblicata nel 1989 (Jean A. Oswald, Franklin Books, Franklin, Wisconsin, Yours for Health: The Life and Times of Herbert M. Shelton.

1974. Scrive il suo ultimo libro sul digiuno Fasting for Renewal of Life (Digiunare per rinnovare la vita) ma continua comunque a scrivere fino al 1980 per la rivista igienista.

1975. FALLISCE IL PROGETTO fatto in collaborazione con la Vetrano di varare un' UNIVERSITÀ' IGIENISTA a causa di DISSESTO FINANZIARIO.

1978. MUORE UN ALTRO PAZIENTE della scuola della Salute del Dr. Shelton a San Antonio, questa volta apparentemente per ATTACCO CARDIACO, non nella scuola, ma IN OSPEDALE.
Si trattava di HAL CONRAD un uomo di 49 anni, che per una COLITE ULCEROSA, era stato CONDANNATO dalla diagnosi medica a subire una COLOSTOMIA e una ILEOSTOMIA (e a portare un sacchetto per le feci), DECIDE quindi DI DIGIUNARE nella scuola della salute del Dr. Shelton.
Nel libro" Distinti per la Salute"JEAN OSWALD SCRIVE:
He dies of a heart attack when rushed to the hospital,..
"Wikipedia traduce:
Venne fatta una richiesta affinché l'uomo potesse essere TRASFERITO ALL' OSPEDALE all'ospedale dove vi muore per un attacco cardiaco.
Nel libretto " Centenario del Dr.Herbert Shelton"' MICHELE MANCA SCRIVE:
"Nel 1978 alla Scuola della Salute a San Antonio muore un digiunatore che non aveva voluto interrompere il suo digiuno, come consigliatogli dalla Vetrano".
LA MOGLIE DEL DECEDUTO, esige come risarcimento, da Shelton e dalla sua collaboratrice la Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano, la somma di 890.000 dollari PER NEGLIGENZA.

1980 MARZO. La Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano, dopo 17 anni, DECIDE DI APRIRE una PROPRIA SCUOLA DELLA SALUTE a Brownsville, sempre nel Texas.
Shelton, trova altri due collaboratori, e apre una nuova scuola, che si chiama Hygieia Natural Hygiene Institute, che però non dura a lungo.

1981. Il 30 aprile la nuova scuola della salute del Dr. Shelton chiude definitivamente.
L' ULTIMO NUMERO DELLA RIVISTA, Dr. Shelton' s Hygienic Review, era uscito nell' AGOSTO
1980.

Dopo due lunghi anni di battaglia legale, Shelton perse la precedente causa.
Il verdetto, che lo vedeva condannato per accusa di omicidio colposo e al versamento della somma stabilita di 890.000 dollari, fu per Shelton la rovina.
Shelton e la Vetrano sono in bancarotta.
Shelton è COSTRETTO A VENDERE la sua preziosa BIBLIOTECA costituita da tutte le OPERE DI TUTTI I PIONIERI DELL' IGIENE NATURALE.

LE OPERE DEI PIONIERI DALL' IGIENE NATURALE sono CUSTODITE nella BIBLIOTECA AMERICANA NATURAL HYGIENE SOCIETY, e sono aperti ai membri per in-house di visualizzazione.
Shelton VA A VIVERE ad Alamo Heights nella residenza famigliare.
Molti visitatori vanno a trovarlo, altri gli scrivono.

1982. INTERVISTANDOLO per "HEALTH SCIENCE ", MARK HUBERMAN chiese a Shelton come avrebbe voluto essere ricordato.
EGLI RISPOSE: Come l' uomo che fece uscire l' ORDINE dal CAOS, e che fece RISORGERE un MOVIMENTO MORIBONDO.

Sempre nel 1982 SHELTON scrive il suo ULTIMO LIBRO, che USCIRA' POSTUMO nel 1986.
Ha lavorato su diversi altri progetti fino alla fine.

1985. Il 1° GENNAIO SHELTON MUORE.
I funerali si svolgono il 3 gennaio.
A Shelton sono sopravvissuti la moglie Ida, la figlia Willowdeen e i due figli Walden e Bernarr.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

MYRTLE E. MATERA, collaboratrice del Dr. Shelton negli anni 1951-1952, SCRIVE:
Moltissime furono le GUARIGIONI VERAMENTE MIRACOLOSE che osservai e a cui diedi assistenza.
"UNA DELLE GUARIGIONI ECCEZIONALI CHE NON DIMENTICHERO' MAI fu quella di Mr. S. che arrivò alla scuola della salute del Dr. Shelton trasportato in barella.
Aveva una CANCRENA AD UNA GAMBA che era malamente gonfia.
La cancrena era ad uno stadio così avanzato che IL PUS FUORIUSCIVA DA TRE POSTI.
ALL' OSPEDALE gli era stato detto che LA GAMBA DOVEVA ESSERE AMPUTATA.
Egli aveva sentito parlare del Dr. Shelton, così LASCIO' L' OSPEDALE per venire alla scuola della salute.
VENNE MESSO SUBITO A DIGIUNO, e per le PRIME DUE SETTIMANE venne IMMERSO fino alla cintola IN UNA VASCA DA BAGNO, PER VENTI MINUTI AL GIORNO.
Furono necessarie per lui DUE INFERMIERE, IO ED ELEANOR KITTNEDGE, per aiutarlo dentro e fuori della vasca.
IL SUO DIGIUNO DURO' 44 GIORNI.
NEL 44° GIORNO DEL SUO DIGIUNO, LA SUA LINGUA SI ERA PARZIALMENTE CHIARIFICATA E LA SUA GAMBA ERA GUARITA; così il digiuno venne interrotto.
DIECI GIORNI DOPO camminava con DUE GAMBE PERFETTE.
Deve essere ricordato a eterno credito di SHELTON, il fatto che NON RICEVETTE UN SOLO NICHELINO per LE OTTO SETTIMANE DI ASSISTENZA ( compresa la rialimentazione) data a Mr. S., che era un PAZIENTE DI CARITA', e non aveva denaro".


T.C.FRY SCRIVE:
Sebbene ci siano stati alcuni igienisti celebri durante la prima parte di questo secolo, HAREWARD CARRINGTON, OTTO CARQUE, JOHN TILDEN, E LINDA BURFIELD HAZZARD, IL DR. SHELTON è diventato LA VOCE RICONOSCIUTA DELL' IGIENISMO con la pubblicazione del suo LIBRO IMMORTALE "HUMAN LIFE, ITS PHILOSOFY AND LAWS " NEL 1928.
E benché abbia costruito sulle spalle dei suoi predecessori, HA PRODOTTO UN TALE TESORO DI LETTERATURA con le NUOVE SCOPERTE e le NUOVE IDEE, che HA AGGIUNTO ALL' ARTE E ALLA SCIENZA DELLA VITA SANA PIU' DI QUALSIASI ALTRA PERSONA.
EGLI ha tratto beneficio dalle NUOVE SCOPERTE e il suo SPIRITO FERTILE HA GENERATO UN NUOVO CORPO DI CONOSCENZE basate su di esse.


MICHELE MANCA (presidente dell' associazione igienista italiana, colui che ha diffuso l' igienismo in Italia) SCRIVE:
NELLA MIA ESISTENZA HO ACCETTATO solo DUE MAESTRI: GESU' CRISTO ed HERBERT SHELTON.
Shelton è stato colui che più ha fatto in questo secolo per la salute di uomini e donne.
Egli non solo ha fatto risorgere la corrente igienista, ma le ha dato sia un fondamento duraturo che una diffusione a livello internazionale.


Il Dr, D.J. SCOTT di Strongville, Ohio scrive:
"Nessuno è più qualificato di Herbert M. Shelton per scrivere un libro sul DIGIUNO.
Ha condotto più digiuni di ogni altro uomo sulla terra, è stato L' AUTORITA' PRINCIPALE NEL CAMPO.
Shelton è stato colui che più ha fatto in questo secolo per la salute di uomini e donne.
Egli non solo ha fatto risorgere la corrente igienista, ma le ha dato sia un fondamento duraturo che una diffusione a livello internazionale.


Il Dr. RALPH CINQUE scrive:
Forse un giorno il Dr. Shelton riceverà il riconoscimento che merita, come IL PIU' GRANDE EDUCATORE DELLA SALUTE DI TUTTI I TEMPI.
Comunque, anche coloro che leggono e studiano le sue opere comprenderanno che egli E' STATO UNA DELLE MENTI PIU' ACUTE CHE SIANO MAI VISSUTE.


JACK DUNN TROP ( fondatore dell' American Natural Hygiene Society) SCRIVE:
Herbert M. Shelton sarà considerato un giorno come uno degli esseri umani più grandi che siano
mai vissuti.
Ultima modifica di stefanotorcellan il 09/10/2012, 14:06, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Mark
Messaggi: 393
Iscritto il: 01/05/2012, 10:56
Località: Brescia
Contatta:

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Mark » 09/10/2012, 14:00

Ma tu ascolti ancora il gestore del sito? Quello è un opportunista, con le proprie leggi dittatoriali...ho avuto a che dire anche io con lui, non è proprio il tipo di persona che vorrei come amico.

Poi, non mi sembra che applichi molto "i risultati", fisicamente non ha proprio un corpo asciutto degno di un ehretista.

Lui da un po ha abbracciato il -------------, anche se dice che non lo pratica come disciplina, cosa che sarebbe fortemente disapprovata dalle scritture della filosofia che lui segue da molti anni: Scientology.

Sta difatto però che lui ne cura anche il forum di questo -------------.

PS: Stefanotorcellan, i post rendili più concisi, in quanto si potrebbero leggere in modo più piacevole senza quella lunghezza.

Simone
Messaggi: 202
Iscritto il: 01/09/2011, 8:29

Re: Igienismo e dieta senza muco?

Messaggio da Simone » 09/10/2012, 20:00

Se scrivi su google "(nome del gestore del sito di A. E.) + scientology" ti uscirà un primo risultato, tuttavia come tutti sappiamo, il gestore del sitoo odia quando gli aggiungono una n al cognome, quindi mi sembra un pò strano che appartenga a scientology...

Rispondi