Diario di Nino: tentativo di transizione

Qui puoi raccontare, condividere le storie del tuo cammino di transizione Fruttista, dei tuoi successi evolutivi personali, delle tue sperimentazioni con la dieta Fruttaliana, vegan frutto vegetale.
Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 18/10/2016, 8:10

Luca ha scritto:
nino# ha scritto:Stamattina primo giorno senza caffè: per ora non ne sento la mancanza.
Nino , in transizione potresti provare ad abituarti anche a nuovi sapori che tamponerebbero la richiesta psicologica del caffè...
come per esempio il caffè di orzo , o il caffè di carruba ;)
Basta scaldare acqua e aggiungerci un cucchiaino di queste polveri.
invece per l'effetto stimolante del caffè potresti passare al the verde che è a mio avviso molto più leggero ;)
Sì, ho usato tanto l'orzo quanto la farina di carruba.
Il sapore dell'orzo non mi fa impazzire.
La farina di carruba mi piace: l'importante è non esagerare con le dosi, altrimenti il sapore è troppo forte e può sdingare (termine calabrese, anzi propriamente reggino, credo intraducibile: si applica a cibi gustosi, ma per cui non bisogna esagerare, altrimenti il gusto può trasformarsi in disgusto; qualcuno lo traduce con "sdegnare", ma non ha lo stesso significato). La usavo come sostituto del cacao nel cappuccino (latte di riso o di avena - il latte vaccino sono circa trent'anni che non lo bevo...) o per spolverare il tiramisù crudista...
Ho anche un mix bio di cereali solubili (più gustoso dell'orzo), ma è da un po' che non lo uso...
Il the verde mi piace: ne ho uno squisito al melograno. Proverò con quello.

Intanto l'esperimento no caffè ha avuto successo fino alle 11 circa: poi m'è venuta una sonnolenza che non vi dico! Ho però resistito.
Stamattina però l'ho preso. :oops: Magari per un po' farò a giorni alterni...

Comunque, vi racconto la giornata di ieri:
- 7.30: bicchierone di succo tropical 100%;
- mattina (tra le 10.30 e le 12.30): sei piccole mele bio locali; sono mele aspromontane di vario tipo che mi hanno regalato, più piccole di quelle trentine, ma profumate e gustosissime; essendo veramente genuine, bisogna aprirle per togliere le parti marce... ;
- 13.00: una bustina di 30g di bacche di goji (avevo ancora fame; lo so che già quelle sono un pranzo... :roll: );
- 17.30: un grappolo di uva rossa (circa 500g);
- 18.30: una carruba e due fichi secchi;
- 20.00: cena con melenzane genuine (prodotte nell'orto di mia sorella) piastrate, condite con aglio, origano, menta ed un filino d'olio evo (questo prodotto in casa da mio suocero con le sue olive); ho messo anche un pizzico di sale, ma solo per non dividerle da quelle di mia moglie.
- 21.00: tisana rilassante (camomilla, finocchio, etc...).

Tutto sommato, a parte l'olio e il sale, sono soddisfatto della giornata. Personalmente, penso che non rinuncerò a qualche vegetale cotto ogni tanto, anche quando (se riuscirò) entrerò a pieno regime nell'alimentazione crudista: l'importante è evitare le fritture, il sale e i condimenti grassi, secondo me... :roll:
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Luca » 18/10/2016, 10:46

nino# ha scritto:Intanto l'esperimento no caffè ha avuto successo fino alle 11 circa: poi m'è venuta una sonnolenza che non vi dico! Ho però resistito.
Stamattina però l'ho preso. :oops: Magari per un po' farò a giorni alterni...
Prova il the verde Nino..... ha un effetto stimolante diverso , ma sempre molto forte e non ha i residui tossici e la dipendenza che ha il caffè nero.
Al''inizio lo fai più concentrato poi lo diluisci .
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Lilliana
Messaggi: 8
Iscritto il: 18/10/2016, 7:27

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Lilliana » 19/10/2016, 8:27

Ciao Nino, grazie x I consigli! Da noi I fichi neri li chiamano "Bastarduni". Molti li sbucciano, a me mio padre insegno'a mangiarli con tutta la buccia....

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 19/10/2016, 9:25

Ma forse quelli grandi (da noi i "mulingiani" o fichi-melanzana). :D
I "nireddhi" sono piccolini (due o tre cm di diametro)...

Stamattina ho provato col the verde, come consigliato da Luca. Per ora è ok, niente sonnolenza! :)

Giornata di ieri:

- 6.30: oil pulling
- 7.00: succo tropical + una tazzinina di caffè arabica (che poi i due gusti stridono :x )
- 10.30: una carruba ed una mela stark
- 13.00: cinque belle banane
- 17.30: due melette aspromontane
- 18.30: cinque fichi secchi
- 20.00: 500 g circa di zucca cotta al vapore e condita con origano, paprika e menta
- 21.00: tisana (alle tre camomille)

La zucca, però, ho l'impressione che mi abbia fatto un po' male... :roll:
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 20/10/2016, 8:06

Ieri qualche sgarro:

6.30: oil-pulling
7.00: succo tropical - the verde al melograno
[poi, seguendo i consigli ho voluto resistere fino alle 12 senza mangiare]
12.00: un succo 100% mix mela/fragola/mirtillo + una manciata di uvetta
13.00: (sono tornato a casa per pranzo) lenticchie rosse - due bei piatti
16.30: mezza anona e due banane
17.30: una carruba e 5/6 fichi secchi
20.00: cena con piadina vegana farcita a crudo con pesto (basilico, noci, aglio ed olio, senza formaggio), pomodoro cuore di bue e pera coscia
Il ripieno della piadina l'ho inventato sul momento: devo dire che non era affatto male: mi piace il contrasto della pera...

Elementi di sgarro: le lenticchie, la piadina, le noci, l'olio. Troppa roba. :roll:
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
Akira
Messaggi: 789
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Akira » 20/10/2016, 8:14

Che gusto ha l'anona?
Mai assaggiato e sono curiosa.

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 20/10/2016, 8:56

Molto dolce e profumato. Non lo so paragonare ad un altro frutto.
Ce ne sono di diverse varietà: qualcuna ha pure un vago sentore di ananas.
Si mangiano quando cominciano ad ammorbidirsi; non bisogna farle maturare troppo perché prendono un tocco di acido.
Questo è il periodo giusto.
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 23/10/2016, 10:58

Allora, senza entrare nel particolare, adesso le mie giornate sono alimentarmente così strutturate (e penso che sia uno schema che durerà per un po'):

6.30 oil-pulling (non si tratta di alimentazione, ma è strettamente correlato)
7.00 alterno con the verde e caffè (sì, unica tazzina, ogni tanto... :roll: )
12.30 - 13.00 pranzo a base di frutta
16.30 - 17.00 merenda a base di frutta (fresca e/o secca)
20.00 cena cotta ma rigorosamente vegana
21.00 tisana

Come variante, a volte (specie nei weekend), il pasto cotto lo sposto a pranzo.
Oggi, tra le altre cose, sto preparando l'insalata russa, con patate, carote e piselli cotti al vapore e la maionese veg fatta da me.
Ma quanto è buona la maionese veg!? Di sicuro è più buona di quella normale! L'ha ammesso anche mia moglie. :)

E mi sento bene! Ho energia da vendere! :)
Ancora ho qualche problemino in fase... di espulsione, ma si tratta solo di consistenza... Forse si tratta di un normale meccanismo di disintossicazione del mio organismo?
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Luca » 23/10/2016, 20:24

nino# ha scritto: 6.30 oil-pulling (non si tratta di alimentazione, ma è strettamente correlato)
Utilissimo e importantissimo, sopratutto in transizione e in fase di disintossicazione
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Walter_73 » 23/10/2016, 22:47

Akira ha scritto:Che gusto ha l'anona?
Mai assaggiato e sono curiosa.
L'anona o cherimoia a mio avviso ha un gusto molto dolce che ricorda vagamente il dolce della pera.

Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Walter_73 » 23/10/2016, 22:58

nino# ha scritto:Ieri qualche sgarro:

6.30: oil-pulling
7.00: succo tropical - the verde al melograno
[poi, seguendo i consigli ho voluto resistere fino alle 12 senza mangiare]
12.00: un succo 100% mix mela/fragola/mirtillo + una manciata di uvetta
13.00: (sono tornato a casa per pranzo) lenticchie rosse - due bei piatti
16.30: mezza anona e due banane
17.30: una carruba e 5/6 fichi secchi
20.00: cena con piadina vegana farcita a crudo con pesto (basilico, noci, aglio ed olio, senza formaggio), pomodoro cuore di bue e pera coscia
Il ripieno della piadina l'ho inventato sul momento: devo dire che non era affatto male: mi piace il contrasto della pera...

Elementi di sgarro: le lenticchie, la piadina, le noci, l'olio. Troppa roba. :roll:
Non esistono sgarri ricorda, stiamo tutti cercando di alimentarci in modo sano, più naturale possibile e che sia meno dannoso possibile nei confronti degli animali e del pianeta.

Se la piadina se è stata fatta con farina di frumento e grassi vari non è molto salutare anzi niete affatto, avrei evitato la pera che non va bene con cibo proteico come le noci e acido come i pomodori.
Io oggi per accompagnare il chana masala ho fatto una piadina con farina di ceci e farina di canapa, molto buona prova! Se vuoi un condimento piu forte, frulla dei lupini con un po di miso ed un pomodoro secco, mia figlia ha detto che ha il sapore del pecorino :D
Nel mix che hai fatto la mattina non avrei messo l'uvetta che è frutta dolce, mentre fragole e mirtilli sono frutti acidi e l'accoppiamento non va bene.

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 24/10/2016, 7:05

Walter_73 ha scritto:
Akira ha scritto:Che gusto ha l'anona?
Mai assaggiato e sono curiosa.
L'anona o cherimoia a mio avviso ha un gusto molto dolce che ricorda vagamente il dolce della pera.
Sì, ma come dicevo prima, ci sono tante varietà, anche se spesso visivamente sembrano uguali: in questi giorni me ne hanno dato alcune che hanno una puntina di agro, tipo limone.

Interessante quel mix di lupini, ma non ho mai provato il miso: mi documenterò...

Ieri sera ho esagerato: ho cominciato a mangiare frutta dalle 19 ed ho smesso alle 21, mescolando di tutto un po' (pere, anone, fichi neri, fichi secchi, albicocche secche...). Ero un po' nervoso e sfogavo mangiando. Ma l'ho pagata stanotte... :oops:
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 28/10/2016, 20:12

Dopo una giornata interamente fruttariana, stasera ho cenato con una patata dolce da un kg circa cotta al vapore. :lol:
Niente a che vedere con le patate dolci dell'orto del mio povero papà, ma tutto sommato accettabile.

Cosa ne pensate delle patate dolci? Certo, crude non si possono mangiare. Avranno un'alta percentuale di amidi... :roll:
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Luca » 29/10/2016, 10:30

nino# ha scritto:Cosa ne pensate delle patate dolci? Certo, crude non si possono mangiare. Avranno un'alta percentuale di amidi... :roll:
Le patate Inserite in transizione vanno benissimo e la sera sopratutto sono ottime, danno quel volume a cui l'intestino è abituato pe ri molti anni di cibi amidi.
Le patate vanno cotte appunto e la cottura ne migliora anche l'assorbimento degli amidi ;)
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 29/10/2016, 12:24

Grazie Luca, ma le dolci in particolare?
Sono ben diverse dalle patate, anzi leggo che si tratta di ortaggi completamente diversi: https://it.wikipedia.org/wiki/Ipomoea_batatas
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Luca » 29/10/2016, 22:31

nino# ha scritto:Grazie Luca, ma le dolci in particolare?
Sono ben diverse dalle patate, anzi leggo che si tratta di ortaggi completamente diversi: https://it.wikipedia.org/wiki/Ipomoea_batatas
Io forse semplifico troppo, ma per me le patate di qualsiasi tipo sono cibo non adatto all'alimentazione umana, solanaceee o meno che siano .

Potremmo dire quindi che forse sono migliori si per vari motivi, oppure dire che fanno meno male che altre, è solo un punti di vista ...
in quanto sostengo che tutto è relativo e che fors eper alcuni potrebbero non essere adatte e quindi magari il tuo corpo approfitterebbe più di una che delle altre, rispetto al mio e viceversa
Comunque sia vanno sempre tutte cotte per renderle più adatte e digeribili.
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 03/11/2016, 8:41

Continuo col mio percorso: fruttariano il giorno e cotto-vegano la sera.
Sto riuscendo anche a non mangiare fino a circa le 12 (in verità non è che sia un grande sforzo :) ).

Ieri:
- un bichierone di succo d'ananas la mattina (e un caffettino, se no alle 11 mi viene troppo sonno :oops:; ho provato col the verde, ma...)
- 4 melette annurche e due grossi cachi-mela alle 12/12/30
- verso le 13.30, però avevo ancora fame ed mi sono fatto 6 o 8 fichi secchi farciti con scorzette di mandarino (tipici della mia zona)
- a merenda, un'anona e due banane
- a cena, riso al vapore con verdure miste (peperone, cipolla, patata, sedano, radicchio, carota, pomodorini + curcuma, salvia, rosmarino)

Devo dire, comunque, che il cotto della sera non è un'esigenza personale quanto piuttosto familiare (come avevo spiegato)...

Continuo, però, ad avere problemini in bagno. :(
Mi sarei aspettato difficoltà di evacuazione con una dieta ad alta concentrazione di frutta (spesso mele!!) ed invece mi succede il contrario: il problema è... la consistenza, come avevo già scritto. Per il resto, non è che stia male (solo un po' di gonfiore ogni tanto...).

E allora chiedo: è possibile che si tratti di una fase di disintossicazione? Se sì, quanto durerà? Adesso è circa un mese...
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da Luca » 03/11/2016, 9:57

nino# ha scritto: Mi sarei aspettato difficoltà di evacuazione con una dieta ad alta concentrazione di frutta (spesso mele!!) ed invece mi succede il contrario: il problema è... la consistenza, come avevo già scritto. Per il resto, non è che stia male (solo un po' di gonfiore ogni tanto...).

E allora chiedo: è possibile che si tratti di una fase di disintossicazione? Se sì, quanto durerà? Adesso è circa un mese...
Mi viene possibile anche l'idea che il corpo ha bisogno di pulirsi più a fondo, ma potrebbe anche essere uno squilibrio minerale, tipo qualche minerale che accentui l'eliminazione di liquidi.

Io aumenterei la quantità di fibre di verdure , o proverei anche con frutta cotta per rallentare la detox che a mio avviso è meglio lenta e prolungata che non veloce e tutta assieme che crea squilibri nel corpo
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 03/11/2016, 11:34

Grazie Luca, proverò! :)

Mi rendo conto che, in effetti, di verdure ne sto mangiando poche...
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Avatar utente
nino#
Messaggi: 87
Iscritto il: 24/09/2016, 7:18
Località: Reggio Calabria

Re: Diario di Nino: tentativo di transizione

Messaggio da nino# » 04/11/2016, 10:29

Ieri giornata quasi interamente crudista.

Dopo pranzo e merenda a base di frutta, a cena, munitomi di pelapatate, ho fatto le fettuccine di carote che poi ho condito con salsa verde (capperi, prezzemolo, aglio ed un filino di olio evo); purtroppo non ho trovato i capperi al naturale (si trovano?) e la salsa è venuta decisamente salata.
Però ho anche mangiato delle zucchine cotte alla piastra (condite con la stessa salsa verde), che avevo preparato soprattutto per mia moglie...

Per il problemino che citavo prima, mi pare che le cose siano andate un po' meglio... :)
L'uomo, per essere libero, dovrebbe prima rendersi conto di non esserlo.
Il genere umano, infatti, non solo è schiavo del profitto, ma è anche costantemente plagiato e frastornato da un'immane mole di menzogne, allestita ed alimentata allo scopo preciso di blindare il sistema del mercato.

Rispondi