L'inverno frugivoro nelle isole Canarie

Qui puoi raccontare, condividere le storie del tuo cammino di transizione Fruttista, dei tuoi successi evolutivi personali, delle tue sperimentazioni con la dieta Fruttaliana, vegan frutto vegetale.
Rispondi
Davor
Messaggi: 10
Iscritto il: 18/09/2014, 16:46

L'inverno frugivoro nelle isole Canarie

Messaggio da Davor » 23/03/2015, 12:59

Buon giorno a tutti...

...dalla piccola, accogliente biblioteca del villaggio di Tazacorte, nell'isola più occidentale dell'arcipelago Canario, La Palma. Fuori soffia un vivace vento fresco, dense nuvole in tutte le tonalità del grigio si alternano al azzurro, ed il bianco dell'intenso, raggiante sole.
Faccio qualche pausa tra un paragrafo e l'altro, per scaldare le mani. L'inverno all'aria aperta alla Palma è stato bellissimo, e senz'altro molto fresco per le mie mani ed i piedi: loro vorrebbero vivere nella fascia tropicale (cosí interpreto liberamente il loro frequente rafreddamento).
Dall'altra parte, da quando mi alimento di cibo crudo (da quasi due anni), e soli frutti (da 8-9 mesi) non ho avuto un'influenza e nemmeno un raffreddore, nonostante notti e giorni freschi: a volte, nel vento, qualche goccia dal naso, questo è tutto!
Nell'insieme mi sento molto molto bene... qui pratico una variante - adattata ai tempi e le circostanze - della "scimmietta frugivora, raccoglitorice di frutta". Dormo nelle grotte o sotto gli alberi di pino (ma ben avvolto nei necessari involucri plastici e di origine vegetale), e di giorno, quando il sole e l'assenza di sguardi lo permettono, mi tolgo i vestiti. Frequento gli alberi liberi (qui sono molto diffusi i "nisperi", nespoli, maturi in questo periodo, arance; fichi e fichi d'india in autunno) e ricevo con sorriso e gioia le generose offerte dei contadini, di "aprovechar" la frutta dei loro orti (loro sono prevalentemente disinteressati, nelle forme più divertenti: "queste chirimoye non le mangiamo, sono troppo dolci e ci viene il colesterolo" - per poi riempirsi di pasta, pane, dolci di supermercato, carne, carne, carne; d'accordo), in cambio di qualche aiuto nell'orto, oppure, nella maggior parte dei casi, rifiutata l'offerta di aiuto, regalati in quantità abbondanti.
Ok, lo ammetto, non manca qualche azione della "Pantera Rosa", quando è il caso - com'era il caso a dicembre, di una piantagione di manghi tapezzata di frutti maturi nel suolo - non perché sia necessario, ma perché è divertente, e saltare una parete od occultarsi a quattro zampe sotto le chiome, è un buon esercizio fisico "fruttaliano", una buona variante al tranquillo passeggiare).
Ci sono banane e avocadi in quantità sufficiente ad alimentare cinque isole di soli fruttivori, ma dal mio punto di vista non sono così interessanti per distinte ragioni: le banane sono prevalentemente di "cultivo tradizionale" (è una barzelletta chiamarlo così, perché significa un cultivo a base di taniche e taniche di prodotti chimici, pesticidi, antidoti di antidoti, etc.), mentre gli avocadi li trovo semplicemente troppo "pesanti" al momento, per il mio gusto. Finché ci sono buone alternative, li evito entrambi.
In questo momento dunque la mia dieta consiste di tante arance, nespole, pompelmi e mandarini, e frutti della passione (a volte combinati in un'insalata di frutta "della vita!"... è da provare, per capire perché si chiama così: insalata, o "succo della vita" ;)), qualche papaya, anona (che si è sostituita ora alle abbondanti chirimoye di novembre e dicembre), banane ecologiche e altri frutti in minore quantità (alla Palma, si trova almeno un albero di quasi tutto, dai sapote, ai mamey, chirimoye, carambole, pitaye, noni, kumquat, etc.).
Come il tempo disponibile di internet è breve - per nuovo regolamento della biblioteca!? - dovrò continuare il mio racconto in un altro momento.
Nel frattempo, una domanda: ho ricevuto un invito ad visitare l'Italia in primavera, e volevo chiedervi quali frutti sono in stagione, od abbondanti?, nei mesi di maggio e giugno?
Quando iniziano a maturare i fichi, la vita della scimmietta frugivora è facile, e nel frattempo...? Ciliegie, prugne, albicocche?

Un abbraccio e un saluto a tutti, a presto!
:D
Davor

Gigi
Messaggi: 10
Iscritto il: 07/02/2015, 17:03

Re: L'inverno frugivoro nelle isole Canarie

Messaggio da Gigi » 23/03/2015, 14:12

Che bel report!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Complimenti!

Emozionante, poetico e con squarci di vita da sogno per molti di noi!

A risentirTI presto!
:D

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2643
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: L'inverno frugivoro nelle isole Canarie

Messaggio da Luca » 24/03/2015, 12:02

Davor ha scritto:................................
Nel frattempo, una domanda: ho ricevuto un invito ad visitare l'Italia in primavera, e volevo chiedervi quali frutti sono in stagione, od abbondanti?, nei mesi di maggio e giugno?
Quando iniziano a maturare i fichi, la vita della scimmietta frugivora è facile, e nel frattempo...? Ciliegie, prugne, albicocche?

Ciao Davor, si condivido anche io...un bellissimo racconto . mi è piaciuto.
Condivido anche il pensiero sugli avocadi (troppo pesanti per me) e ovviamente sulle banane.

Per i fichi dipende in quale regione andrai ....In Puglia li ho trovati anche in Luglio ...(sono i primi fichi e li chiamano Fioroni)
Ma di solito li trovi più verso agosto e settembre
Ciliegie variabili ..ma fino a meta giugno li trovi quasi sicuri dappertutto...
Da maggio in poi trovi tantissima altra bella frutta ..

Se vieni per fine maggio vieni a trovarci al Rome fruit fest
http://www.fruttalia.it/blog/2015/03/01 ... vera-2015/

Grazie
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Davor
Messaggi: 10
Iscritto il: 18/09/2014, 16:46

Re: L'inverno frugivoro nelle isole Canarie

Messaggio da Davor » 17/04/2015, 12:51

Grazie Gigi e Luca delle vostre risposte!
È così bello, le parole permettono solo una bozza della bellissima, esuberante realtà natura di questa Terra... il Più Bel Pianeta della Galassia, su questo non ho nessun dubbio!
Nel frattempo, mi sto convertendo da "fruttariano", a "nespoliano"... potrei lodare questo frutto a non finire! Incredibile: succoso e dolce, abbondante alla Palma, ogni frutto di differente sapore, alberi inarrestabili che continuano a produrre "giri" di frutta! Nient'altro mi è necessario... mentre il canto dei merli mi intrattiene e invita a minuscole spirali di follia, con i suoi fraseggi e arzigogoli sonori... :D
Vorrei aprofittare per farvi una domanda su incontri o festival fruttariani (anche se forse non è la sezione appropriata del forum): conoscete qualcuno in Europa, qualche comunità, o altri luogi di incontro di amanti della frutta in Europa?
A volte mi sento ispirato a cercare altri umani che condividono il mio attuale percorso, ma qui alle Canarie, nonostante le condizioni ideali, non ho incontrato molti...
paradossalmente, è più facile in una grande città come Roma!
Moltissime grazie per l'invito a Roma, mi è piaciuto molto partecipare al festival dell'anno scorso, ma in maggio non sarò ancora lì.
Ho trovato qualche informazione su un Fruktfest, organizzato in Europa negli ultimi anni, con addirittura una carovana fruttariana fino al Kenya...!?
Ne sapete qualcosa?

Un abbraccio!!!

Avatar utente
Akira
Messaggi: 788
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: L'inverno frugivoro nelle isole Canarie

Messaggio da Akira » 28/04/2015, 11:53

Veramente bello grazie!

Rispondi