Posso davvero tornare a sorridere?

Qui puoi raccontare, condividere le storie del tuo cammino di transizione Fruttista, dei tuoi successi evolutivi personali, delle tue sperimentazioni con la dieta Fruttaliana, vegan frutto vegetale.
Rispondi
Hazariel
Messaggi: 4
Iscritto il: 27/02/2014, 7:30

Posso davvero tornare a sorridere?

Messaggio da Hazariel » 05/03/2014, 6:59

Buongiorno a tutti, mi chiamo Alessandra, ho 38 anni
La mia storia è lunga potrei annoiare, per quanto possibile, cercherò di essere breve, ma voglio spiegare, il motivo per cui credo di aver bisogno, una volta per tutte, di risolvere i miei conflitti di salute e alimentazione.
Da piccolissima, 4 ai 9 anni, problemi di depressione, e reumatismi, non mangiavo e mi riempivano di punture e medicine di ogni tipo, 16-20anni depressione, al contrario problemi bulimici, infatti ero ingrassata moltissimo, poi ferma a letto per mesi, ovviamente medicine, su medicine! Verso i 20 ho deciso di fare a modo mio, un giorno presi tutti gli psicofarmaci e li buttai nel cestino! da sempre odiavo masticare la carne, ricordo che non riuscivo a mandarla giù era una cosa innaturale, quindi, decisi senza fatica di eliminarla, diventai vegetariana! sentivo che l'alimentazione poteva aiutarmi per i miei stati umorali! A 23 anni ricoverata d'urgenza per asportare la cistifellea piena di calcoli, mi sento dire: ma quanta carne mangi? Cosa?
Da li in poi ho capito che spesso i medici non ti vedono come singolo individuo! Chissà perché pur senza colecisti continuavo ad avere dolori allo stomaco e intestino, e mi sono sentita dire: è la tua mente, un impressione ora stai bene! Sarà! Negli anni a seguire sono stata ricoverata per broncopolmonite, poi diagnosticata una menopausa precoce a 33 anni, per un anno ho girato vari reparti oncologici, per i dolori che accusavo all'intestino, perdite ematiche, con esami del sangue preoccupanti, eosinofili a livelli mai visti! Scongiurato il linfoma, dicevano che probabilmente poteva trattarsi di celiachia, anche con esiti negativi... Poi morbo di crohn poi gastroenterite eosinofila, insomma dopo un altro anno in giro per ospedali, ho smesso di farmi prendere in giro e ho mollato tutti!
Nel vero senso della parola, perché sono ricaduta in profonda depressione.
Ora sono disperata, gonfia e sovrappeso non di molto, ma non mi riconosco, ho sempre lottato, ma ora sono stanca. Onestamente mi riesce difficile credere che questa alimentazione possa aiutarmi, forse per paura, per delusioni continue, ma è l'unica che non ho provato, e anche l'unica che si avvicina al mio modo di essere, semplice!
ho visto decine di dietologi allergologi ematologi gastronterologi, e tutti avevano le loro versioni, mangia questo mangia quello, prendi il cortisone... Ora sono solo confusa, l'unico medico che continuo a vedere e la mia psichiatra, perché è stata l'unica a rispettare la mia scelta di smettere di prendere i farmaci.
Mi conosce da sempre! Se ha accettato questa mia condizione, con tutta la sua esperienza, allora sa e riconosce che forse, il mio intestino è per la maggiore il responsabile del mio stato!
Certo non pretendo di svegliarmi felice della vita così da un giorno all'altro, ma almeno alzarmi al mattino e smettere di sentire la morte dentro! Parafrasando una bellissima citazione:
Non voglio aumentare gli anni alla mia vita, voglio aumentare la vita ai miei anni.
Scusate il mio sfogo... Forse ho bisogno di sostegno per iniziare, indicazioni. Ho comprato i libri fruttalia e fruttismo & crudismo, e già solo sapere che è giusto ascoltare il proprio corpo e non ciò che ti impongono, mi ha fatto sentire meglio!
ho solo paura paura di sbagliare ancora. Ho bisogno che sia giusto!
Grazie
Alessandra

Avatar utente
Varda
Messaggi: 288
Iscritto il: 23/04/2011, 21:36
Località: Carmignano (PO)

Re: Posso davvero tornare a sorridere?

Messaggio da Varda » 05/03/2014, 21:39

Ciao Alessandra

Difficile risponderti. Difficile darti certezze.
Semplice e naturale invece solidarizzare con te e aprirti il mio cuore.

Posso solo raccontarti la mia esperienza, certamente fisicamente molto meno dolorosa, ma forse psicologicamente anche più dura.
E dirti che ho davvero provato di tutto, ogni volta con il massimo impegno, tuffandomi al 100% in ogni nuova avventura e uscendone ogni volta più ricco, con un po' di esperienza e di armi in più a mia disposizione.
E di salute anche !

Ogni volta ho fatto quello che sentivo giusto e probabilmente per me in quel momento lo era.
Quindi segui il tuo cuore e buttati anche tu in quello che senti giusto per te. Se lo senti lo è !!
Forse una cosa l'ho capita in questi anni: la vita vuole che tu cresca, ti evolva, guarisca e ciò che ti pone di fronte è quello di cui hai bisogno. Basta ascoltare quella flebile voce dentro di te e seguirla.

Adesso sono "contento" di quello che ho passato, perchè sono più forte.
E non sarei così senza quel vissuto

Tienici informati

Un abbraccione

Andrea :D
"Ci sono solo due modi di vivere la vita: uno è il modo giusto, l'altro è quello sbagliato.
Il modo giusto consiste nel dare, nel dividere quello che si ha, nell'amare.
Il modo sbagliato è quello di prendere, di sfruttare, di accumulare"

Osho

Hazariel
Messaggi: 4
Iscritto il: 27/02/2014, 7:30

Re: Posso davvero tornare a sorridere?

Messaggio da Hazariel » 06/03/2014, 6:49

Grazie di cuore Andrea,
Sai il dolore genera solitudine, non so davvero cosa sia peggio! ...mi hai fatto sentire meno sola!
Grazie.

Tento la transizione, istintivamente, da quanto sono satura, vorrei stravolgere subito la mia alimentazione, so che si tratta di un errore!
Sto provando a mangiare della frutta a pranzo, mi è comodo, visto che sono in ufficio, e non mi pesa, devo riconoscere una cosa, non ho mai mangiato molta frutta, anzi quasi niente, e ora che da qualche giorno o aumentato il suo uso ho notato che ne sento il desiderio, cosa che prima non mi accadeva.
Spero di riuscire nella cena, tenere a bada le voglie :)

Grazie ancora Andrea!
Alessandra

Laura1971
Messaggi: 4
Iscritto il: 07/12/2013, 8:49

Re: Posso davvero tornare a sorridere?

Messaggio da Laura1971 » 16/04/2014, 17:32

E' da tre anni che ho rivoluzionato la mia dieta in modo biologico con frutta, verdura cereali e legumi. Ora penso al crudismo e alla frutta.

In questi anni ho letto molti libri ed ascoltato cosa rispondeva il mio corpo al cibo che gli offrivo.

Secondo le mie letture e la mia breve esperienza tutte le malattie nascono da cosa introduciamo nel nostro stomaco ed intestino.

Lo stato e l'industria alimentare e sanitaria guadagnano alla grande su quello che noi mettiamo in bocca.

Avatar utente
Mark
Messaggi: 393
Iscritto il: 01/05/2012, 10:56
Località: Brescia
Contatta:

Re: Posso davvero tornare a sorridere?

Messaggio da Mark » 17/04/2014, 23:36

Hazariel ha scritto: Ora sono solo confusa, l'unico medico che continuo a vedere e la mia psichiatra, perché è stata l'unica a rispettare la mia scelta di smettere di prendere i farmaci.
Mi conosce da sempre! Se ha accettato questa mia condizione, con tutta la sua esperienza, allora sa e riconosce che forse, il mio intestino è per la maggiore il responsabile del mio stato!
Alessandra
Io se fossi in te mollerei anche la psichiatra, perché vuoi dargli soldi? Solo perché comprende e accetta la tua condizione?
Queste cose le trovi anche in questo forum e gratuitamente.

Da tutta la tua storia si può dedurre che ora ti ritrovi con un corpo intossicato, e si sa, i farmaci sono duri ad uscire, ma escono prima o poi. A me sono usciti gli ultimi residui di sonnifero 30 dopo che lo avevo preso…a volte inspiegabilmente mi venivano colpi di sonno anche quando guidavo. Ma ora tutto è passato.

Hai già provato a fare una idrocolon?

Isifender
Messaggi: 1
Iscritto il: 30/05/2014, 9:53

Re: Posso davvero tornare a sorridere?

Messaggio da Isifender » 30/05/2014, 9:59

Alessandra,
spero tu legga questo messaggio.
anche io ho passato le pene dell'inferno a causa dell'intestino e ho risolto solo dopo 15 anni.
Se l'intestino ti dà problemi e i medici dementi non capiscono, non demordere: a me hanno risolto il problema dei medici de reparto chirurgia di Parma, dopo che avevo girato l'Italia intera e anche l'estero (la nostra sanità fa pena, però ci sono posti in cui eccelle superando anche quella tedesca).
L'unica cosa che mi sento fortemente di consigliarti è di NON FARE ASSOLUTAMENTE nessuna seduta di idrocolonterapia, perché se hai un colon come (era) il mio (adesso non l'ho più), può essere davvero letale.
Se sei dessiderosa di maggiore informazioni, contattami.
Sarò felici di aiutarti in tutti i modi possibile. Nessuno deve soffrire per colpa dell'incompetenza altrui.
Un abbraccio,
Sim

Hazariel
Messaggi: 4
Iscritto il: 27/02/2014, 7:30

Re: Posso davvero tornare a sorridere?

Messaggio da Hazariel » 31/05/2014, 7:49

Ciao a tutti, grazie per il sostegno.
È passato un po' di tempo da quando ho scritto, in questi gg ho sentito il bisogno di ritrovare la motivazione, si perché stavo seguendo la dieta di transizione, la verità è che stavo iniziando a star meglio, ma il mio equilibro, l'umore non sono stabili, ma ho tanta voglia di smettere di soffrire, solo che mi ritrovo un ambiente che non capisce il mio passo verso questo tipo di alimentazione... Anzi mi contrastano, demotivano... Quindi eccomi di nuovo qui a sbirciare silenziosamente, chi è riuscito, chi sa che è la strada giusta, cercando un sostegno sereno per tornare ad una corretta transizione, si perché nelle ultime settimane ho un po' mollato. Questo mi sta facendo sentire quanto siano collegati alimentazione e senso di benessere "vitalità" che si sta di nuovo spegnendo, non che fossi già "viva" ma stavo tornando a sorridere.
Sim grazie, cosa posso dirti, mi piacerebbe conoscere la tua storia, sembra un sogno potersi confrontare, avere informazioni, la sofferenza in generale genera solitudine, e non so cosa sia peggio... grazie di cuore
Posso scriverti in privato? Oppure anche qui, così se qualcuno fosse nella stessa situazione potrebbe, chissà, magari trarne beneficio.
Grazie a tutti

Rispondi